IoT-Conference

Formula fisici

BOLOGNA, 16/05/2017

IoT Conference

Architetture, Standard, Sicurezza e Applicazioni dell'Internet of Things

Per informazioni: Beatrice Galimberti
beatrice.galimberti@soiel.it - 02 30453322

Sponsor


Sponsor Coffee Break


In collaborazione con

Dopo il successo dell’edizione 2016 a Milano con più di 550 iscritti, l’evento convegnistico Internet of Things prosegue nel 2017 con quattro nuove tappe sul territorio nazionale a Torino, Bologna, Padova e Milano.

Dalle applicazioni industriali a quelle legate alla salute delle persone, dalla logistica alle Smart City, dal monitoraggio delle infrastrutture e dell’energia a nuove e più pervasive possibilità di relazione con il cliente, dall’automobile agli ambienti domestici e di ufficio. 
L’Internet of Things è destinato a ridisegnare luoghi, cose e relazioni; alcune già gestite in parte con tecnologie proprietarie altre del tutto destrutturate, dando modalità univoche nella raccolta, nella memorizzazione e nell’elaborazione delle informazioni.
Per mettere in campo una nuova applicazione basata sulle logiche dell’Internet of Things e dell’Industrial Internet of Things occorre considerare molti fattori abilitanti: l’architettura a supporto della raccolta e della memorizzazione dei dati; la possibilità di utilizzare infrastrutture cloud per limitare l’investimento iniziale; gli standard più utili per agire in uno specifico ambito, anche alla luce delle possibilità di integrazione con sistemi di sensori esistenti; la valutazione del rischio e la conseguente strategia di sicurezza per la protezione dei dati e delle informazioni che viaggiano nelle infrastrutture IoT. Architetture, standard e sicurezza sono i tre punti fondamentali in uno scenario di prima adozione dell’Internet of Things ed è prima di tutto importante tracciarne lo stato dell’arte. 

Il convegno Internet of Things ha l’obiettivo di illustrare e approfondire diverse tematiche:
• Quali sono le tecnologie più adatte per disegnare l’infrastruttura di supporto all’Internet of Things e all’Industrial Internet of Things;
• In che modo le soluzioni cloud possono abilitare l’investimento iniziale di un progetto IoT; 
• Quando è possibile immaginare un’integrazione o un affiancamento delle soluzioni IoT con le infrastrutture di sensori già utilizzate;
• Quali standard sono meglio utilizzabili nei diversi ambiti applicativi dell’IoT; 
• La valutazione del rischio dell’IoT;
• Come implementare un’efficace strategia di protezione dei dati end–to-end (dalla raccolta all’elaborazione) in un progetto IoT;
• L’ambito applicativo Energy nell’ottica delle Smart City;
• La tutela della privacy e della proprietà intellettuale nell’Internet delle cose.

Parleremo di Industry 4.0 e Industrial Internet of Things con la viva voce delle principali associazioni dei produttori di macchine utensili e sensoristica: UCIMU, Anie Automazione e ANIPLA. Affronteremo lo scenario delle Smart City e delle applicazioni in ambito Energy con gli esperti della divisione Smart Energy dell’ ENEA. L’Istituto Superiore Mario Boella di Torino e la società NCP approfondiranno il tema delle infrastrutture e degli standard, in collaborazione con Studiolegale.it parleremo di privacy e proprietà intellettuale.
08.45 Registrazione dei partecipanti

09.15 Benvenuto e apertura dei lavori 

9.30 IoT: architetture, componenti, tecnologie e strumenti per costruire soluzioni sicure e performanti
Siamo nell’era dell’Internet delle cose, l’inesorabile diffusione pervasiva di Internet che abbraccerà tutto e tutti. Una rete di dispositivi intelligenti e cooperanti, dalle potenzialità illimitate, a disposizione della creatività umana per realizzare soluzioni innovative in ogni ambito sociale. È un contesto vastissimo nel quale è importante sapersi orientare avendo ben presenti i mattoni fondamentali alla base di questa importante rivoluzione tecnologica.
Giuseppe Tetti, Managing Director, NCP - Networking Competence Provider

9.55 IOT & Industry 4.0
Le tecnologie IOT per la quantità di dati che raccolgono trovano la loro massima espressione se integrate con i BIg Data ed in particolare con gli algoritmi di machine learning  per estrarre in modo automatico ed in tempo reale il valore dei dati raccolti.
Luca Postacchini, Senior Solution Architect, Oracle 

10.20 Espandere la sicurezza per proteggere i device IoT
I cyber criminali stanno prendendo di mira i device IoT, trasformando l'Internet of Things in Internet of Threats. È fondamentale per le aziende implementare soluzioni di sicurezza che possano identificare, comprendere e proteggere le infrastrutture dall'enorme superficie di attacco creata dall' IoT.
Matteo Arrigoni, System Engineer, Fortinet Italia

10.45 IoT (R)evolution: le nuove sfide dell´IT System Management in ambienti di Internet of Things e Industry 4.0
La trasformazione digitale riguarda ogni settore e fornisce approcci per nuove strategie, cooperazioni, prodotti e servizi. Alla luce di questo, le aziende devono poter cogliere le nuove possibilità se vogliono posizionarsi a lungo termine sul mercato e mantenersi competitive. In particolare, lo sviluppo di prodotti e servizi connessi in rete attraverso l'Internet of Things porterà cambiamenti notevoli e nuove opportunità per l’IT. Considerato che l'importanza delle soluzioni informatiche per il business aumenterà notevolmente e in modo direttamente proporzionale alla complessità di gestione, ecco come la soluzione di Unified Monitoring NetEye persegue l'obiettivo di sostenere le aziende in una gestione efficiente dell’IT in ambiti IoT.   
Nicola Degara, Consulting Team Manager NetEye & EriZone, Würth Phoenix 
Riccardo Rolando, Amministratore Unico, Upgrade

11.10 Coffee Break

11.40 IoT e Industria 4.0: quali sfide manageriali per le imprese e come coglierne le opportunità
Le molteplici applicazioni della Internet of Things (IoT) rappresentano un’importante opportunità per la competitività delle imprese in quanto aprono la strada  verso lo sviluppo di nuovi canali e touchpoint con i clienti e verso una riconfigurazione ottimale della catena del valore. Cogliere le opportunità derivanti da IoT e Industria 4.0 significa non soltanto ottimizzare i processi aziendali, ma soprattutto predisporre strategie di integrazione a 360°. Per intraprendere la strada del successo, le imprese sono quindi chiamate ad affrontare efficacemente le nuove sfide manageriali poste in essere dall’attuale contesto competitivo, sia in termini organizzativi che di marketing.  L’intervento sarà l’occasione per riflettere insieme sull’impatto della digital transformation sulla vita delle imprese. 
Alice Mazzucchelli, Senior Research Consultant, CRIET

12.00 Le domande dell’IoT: perché, cosa, quanto, quando, dove, come e soprattutto con chi
L’IOT è un tema complesso e dalle tante sfaccettature. Molte sono le domande. Ecco però anche qualche risposta da parte di un osservatore di mercato.
Primo Bonacina, Managing Partner, PBS  – Primo Bonacina Services  

12.30 IoT, Smart manufacturing e Smart City: la sfida dell'interoperabilità
Una riflessione sui fattori abilitanti di alcuni paradigmi che hanno alla base l’IoT e di cui si parla molto in Italia: le Smart City e lo Smart Manufacturing nella sua declinazione di Industria 4.0. In un paese caratterizzato da filiere molto frammentate e da un tessuto di PMI la necessità di interoperabilità tra i sistemi di organizzazioni diverse è un elemento decisivo per fare un salto di sistema.
Piero De Sabbata, Dipartimento Tecnologie Energetiche - DTE-SEN-CROSS - Laboratorio Regionale, ENEA

13.00 Lunch

14.00 Tavola Rotonda 
L’ICT entra in fabbrica
Faccia a Faccia con:
- UCIMU - SISTEMI PER PRODURRE, Associazione dei Produttori Italiani di Macchine Utensili
- AIRI, Associazione Italiana Ricerca Industriale

14.45 IoT: alcuni profili legali
Se disegno, produco e commercializzo un prodotto che è connesso a Internet devo confrontarmi con problemi nuovi. Per esempio:
1. vendo un prodotto, ma distribuisco anche del software embedded. Ho verificato di averne il diritto? Rispetto tutte le condizioni previste dalle licenze del 
software libero che riutilizzo?
2. commercializzo un prodotto che può consentire il trattamento di dati personali. Il prodotto supererebbe una valutazione d'impatto sulla protezione 
dei dati? Soddisfa i requisiti di ‘privacy by design’ e  ‘privacy by default’?
Marco Ciurcina, Avvocato, StudioLegale.it

15.10 Estrazione dei premi e chiusura dei lavori

Location: Hotel Bologna Fiera
Indirizzo: Piazza della Costituzione 1
CAP: 40128
Città: Bologna (BOLOGNA)
Sito web: http://bit.ly/1Xmq7xO


L' Hotel Bologna Fiera è strategicamente situato di fronte alla Fiera di Bologna, vicino al Centro Congressi e a soli 2 km dal centro storico di Bologna. Ideale per eventi e convegni, dispone inoltre di sale meeting appena ristrutturate.
AIRI
Fondata nel 1974, Airi – associazione riconosciuta con personalità giuridica – è un punto di confluenza per circa 100 Soci che svolgono e promuovono le attività di ricerca industriale in Italia:  gruppi industriali, imprese e centri di ricerca, università ed enti pubblici di ricerca, associazioni, parchi scientifici, istituti finanziari.
Questa larga rappresentatività permette ad Airi di presentarsi quale interlocutore autorevole anche nelle scelte di politica e gestione della ricerca industriale.

CRIET
ll Centro di Ricerca è stato istituito nel 2006 dalle Università di Milano-Bicocca, che ne è anche sede amministrativa, dall’Università di Pavia e dall’Università di Ferrara. Nel corso degli anni hanno aderito al progetto altre sette istituzioni universitarie: 

- Università di Napoli “Parthenope”;
- Università di Torino; 
- Università Politecnica delle Marche;
- Università di Salerno; 
- Università “Carlo Bo” di Urbino.

Dal punto di vista operativo, CRIET è concepito come un tavolo di discussione intorno al quale esponenti del mondo accademico, del mondo della Pubblica Amministrazione e del mondo imprenditoriale, progettano e avviano le iniziative che nel complesso formano il network. 
La collaborazione tra i diversi soggetti avviene sulla base di accordi di cui il primo è stato quello con la Presidenza del Consiglio dei Ministri attraverso il DISET - Dipartimento per lo Sviluppo delle Economie Territoriali. Con il Ministero dello Sviluppo Economico attraverso il Dipartimento per l’Energia - Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche (DGRME), è stato firmato un accordo quadro nel 2011 per garantire una stabile cooperazione attraverso azioni finalizzate allo sviluppo del settore estrattivo. Sono stati definiti accordi quadro anche con altre Istituzioni quali Èupolis Lombardia – Istituto Superiore per la Ricerca, la Statistica e la Formazione della Regione Lombardia, il Comune di Monza, il Comune di Vigevano ed ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. Sempre nell’ottica di “fare sistema” e ottenere per questa via una visione a tutto tondo sulle problematiche emergenti dai “territori”, CRIET coopera con numerose imprese, con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Monza e Brianza, nonché con diverse associazioni di categoria fra le quali: Confindustria Monza e Brianza, Confindustria Lecco, Confindustria Como, Confindustria Sondrio, ANIM, ASSOMINERARIA, AITEC, FTO.

Mission 
CRIET, oltre ad essere parte integrante del sistema universitario nazionale, è il fulcro di un network che mette a sistema conoscenze e interessi di università, istituzioni e imprese, con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo del territorio in un’ottica multidisciplinare.
Il territorio stesso, non è più considerato come semplice “oggetto” di studio, ma diventa laboratorio e arena per lo sviluppo di un dialogo fra le diverse parti in causa, utile a creare valore in modo stabile nel tempo, attraverso l’affermazione di una cultura volta a coniugare pubblico e privato.


CRIET – Centro di Ricerca Interuniversitario in Economia del Territorio
Via Bicocca degli Arcimboldi, 8, 20126 – Milano
02.6448.3202
criet@unimib.it
www.criet.unimib.it

                                   

Enea

La missione dell’ENEA consiste nel contribuire alla competitività e allo sviluppo sostenibile del Sistema Italia attraverso attività di ricerca, di sviluppo tecnologico e di agenzia a supporto della Pubblica Amministrazione, delle imprese, con particolare riguardo alle PMI, e ai cittadini. L’Agenzia è organizzata dal punto di vista della R&ST in 3 Dipartimenti che sviluppano ricerca, innovazione tecnologica e servizi avanzati.Con riferimento agli aspetti energetici, attraverso il Dipartimento Tecnologie Energetiche ENEA promuove l’innovazione nei settori delle fonti di energia rinnovabili (solare termico e termodinamico con sistemi di accumulo, fotovoltaico, bioenergie, bioraffineria per la produzione di energia e biocombustibili) e delle tecnologie per l’efficienza energetica e gli usi finali dell’energia (smart cities ed uso razionale dell’energia, mobilità sostenibile e trasporto, uso sostenibile dei combustibili fossili e cicli termici avanzati, idrogeno e celle a combustibile, accumulo di energia per applicazioni mobili e stazionarie, smart grids, robotica e ICT). L’obiettivo strategico è quello di contribuire alla diversificazione, nel medio-lungo termine, delle fonti energetiche e, nel contempo, alla massima riduzione delle emissioni e della dipendenza energetica dalle fonti fossili, alla diffusione della low-carbon economy, anche tramite l’ottimizzazione dell’utilizzo dell’energia.

 


ESET
ESET è un'azienda dedicata allo sviluppo di soluzioni di sicurezza altamente performanti, sia per utenti privati sia per aziende, orientate all'individuazione e alla rimozione di tutte le forme già conosciute ed emergenti di malware (virus, cavalli di Troia, phishing, spam, ecc.).

La linea completa di soluzioni di sicurezza create da ESET protegge tutti i tipi di ambienti e piattaforme informatiche, dalle workstation ai server, fino ai cellulari, aiutando la propria clientela a conseguire e gestire la massima sicurezza possibile contro ogni tipo di minaccia informatica. L'alto livello di protezione e la minima richiesta di risorse di sistema delle soluzioni offerte da ESET hanno conseguito e continuano a ottenere prestigiosi riconoscimenti dalle più rigorose strutture di test internazionali.

L'azienda, fondata nel 1992, ha uffici a Bratislava (EMEA), San Diego (America del Nord), Buenos Aires (America Latina), Singapore (APAC), San Paolo (Brasile), Sydney (Australia) e Praga (Repubblica Ceca). I pluri-premiati software di sicurezza ESET Smart Security e l'antivirus ESET NOD32 hanno conseguito il maggior numero di certificazioni Virus Bulletin 100% (fonte: Virus bulletin).

Per quattro anni di seguito ESET è stata inclusa fra le aziende Technology Fast 500 di Deloitte Touche e dispone di una estesa rete di partner, inclusi Canon, Dell e Microsoft, che la rende presente in più di 200 Paesi.

Dal 2010 ESET è stata inclusa nel "Magic Quadrant per Piattaforme Endpoint" di Gartner, in virtù delle soluzioni di sicurezza realizzate da ESET per proteggere le reti aziendali, sia nel settore SMB sia in quello relativo al mercato Enterprise.

Fortinet - Exclusive Networks
Fortinet (NASDAQ: FTNT) protegge i più importanti asset di alcune tra le maggiori aziende, service provider ed organizzazioni governative di tutto il mondo. Veloci, sicure e globali, le soluzioni di cybersecuritydell’azienda offrono protezione estesa e ad alte prestazioni rispetto alle minacce più dinamiche alla sicurezza, semplificando al tempo stesso l’infrastruttura IT. Queste soluzioni sono ulteriormente rafforzate da threat research, investigazione e analisi condotte ai massimi livelli di mercato. 
A differenza dei fornitori pure-play di sicurezza di rete, Fortinet può rispondere alle sfide di sicurezza più impegnative da parte dei clienti, in ambiente di rete, applicativo o mobile – sia fisico che virtuale.
Oltre 210.000 clienti a livello mondiale, comprese alcune tra le organizzazioni più ampie e complesse, si affidano a Fortinet per proteggere il loro brand. 
Ulteriori informazioni sono disponibili su www.fortinet.com, sul Fortinet Blog o sui FortiGuard Labs.
Silvia Gaspari – Fortinet – email: sgaspari@fortinet.com


Exclusive Networks è il distributore a valore aggiunto che accelera l'ingresso sul mercato e la crescita per le tecnologie innovative di sicurezza informatica, networking ed infrastruttura. 
I vendor e i partner rivenditori possono affidarsi ad Exclusive Networks per incrementare le opportunità di business e fatturato nel settore della Enterprise Technology sempre in costante evoluzione. Exclusive Networks li supporta grazie alla combinazione di consulenza commerciale qualificata, supporto tecnico specialistico e consolidata struttura marketing.
Il ruolo di Exclusive Networks va oltre il concetto tradizionale di VAD ridefinendo il valore e creando differenziazione. Questo nuovo approccio lo chiamiamo “Distribuzione Disruptive”. Exclusive Networks è una divisione del Gruppo Exclusive.

http://www.exclusive-networks.it/

Istituto Superiore Mario Boella - ISMB

L’Istituto Superiore Mario Boella (ISMB) è un centro di ricerca applicata e di innovazione focalizzato sulle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT). Fondato nel 2000 da Compagnia di San Paolo e Politecnico di Torino, oggi l’Istituto si avvale delle competenze tecnologiche e di processo di circa 150 ricercatori che lavorano in stretta collaborazione con l’impresa, l’accademia e la pubblica amministrazione. L’Istituto opera secondo il modello della gestione della conoscenza, intervenendo non solo nella creazione dell’innovazione, ma seguendone anche la fase implementativa e la successiva evoluzione. Questo approccio – che recepisce le linee evolutive della ricerca europea – rappresenta un passo in avanti rispetto al mero trasferimento tecnologico.

ISMB è organizzato in Aree di Ricerca orientate ad alcuni dei principali ambiti dell’ICT: infrastrutture di calcolo basate sul cloud computing e simulazione elettromagnetica (Advanced Computing & Electromagnetics), telecomunicazioni ottiche e optoelettronica (Applied Photonics), uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione a supporto dello sviluppo sostenibile (Innovation Development), applicazioni per dispositivi mobili e data management (Mobile Solutions), sistemi wireless per l’erogazione di nuovi servizi su canale mobile (Multi-Layer Wireless Solutions), tecnologie e applicazioni per la navigazione satellitare (Navigation Technologies), sensoristica wireless e sistemi abilitanti l’Internet of Things (Pervasive Technologies).

Nel 2011 l’Istituto ha esteso il proprio campo d’azione all’innovazione di processo, con particolare attenzione ai temi prioritari dell’agenda europea. Questa evoluzione intende valorizzare le eccellenze tecnologiche e i risultati conseguiti dalle Aree di Ricerca nell’ambito dei Programmi Strategici (Smart Energy, Smart City e Smart Health) che, per loro natura, necessitano di competenze trasversali. Sempre in un’ottica di innovazione di processo, ISMB ha sviluppato una forte competenza nell’analisi di nuovi modelli di business che costituiscono una componente fondamentale per garantire la sostenibilità delle soluzioni innovative. L’Istituto è inoltre impegnato in varie collaborazioni industriali con imprese grandi e medio-piccole, oltre che in iniziative di alta formazione di respiro internazionale realizzate in stretta cooperazione con l’accademia.

Nel luglio 2013 la struttura organizzativa di ISMB è stata ulteriormente aggiornata con l'intento di perseguire tre obiettivi primari: consolidare le attività delle Aree di Ricerca attraverso l’accorpamento e la focalizzazione delle competenze; continuare a sviluppare i Programmi Strategici; migliorare e valorizzare i rapporti con gli stakeholder, sia internamente che esternamente all'Istituto, grazie alle Funzioni. Queste ultime svolgono attività di supporto alle Aree di Ricerca e ai Programmi Strategici, curando il presidio delle tendenze e delle opportunità di ricerca emergenti (Emerging Trends & Opportunities), l’elaborazione di modelli innovativi di formazione post-universitaria e professionale in grado di valorizzare le competenze tecnologiche di ISMB (Higher & Professional Education), il supporto nella diffusione delle attività di ricerca e dei risultati conseguiti dalle Aree e dai Programmi (Front-End, Marketing & Communications) e il coordinamento dei processi istituzionali (Research Support & Secretariat).

Istituto Superiore Mario Boella
Via Pier Carlo Boggio, 61
10138 Torino
Tel. 011 2276201
E-mail info@ismb.it


NCP ITALY
NCP è un’ azienda leader nel settore della formazione e consulenza che è presente sul mercato da ben 15 anni nei quali si è distinta per originalità dei programmi e per serietà del lavoro. Le notevoli competenze acquisite nei settori trainanti dell’ICT , ne fanno una struttura in grado di offrire un servizio di orientamento strategico alle imprese, coadiuvandole nei più delicati processi di comprensione degli scenari tecnologici e delle loro implicazioni sul business. 
La missione di NCP è quella di offrire un qualificato ed efficace servizio di consulenza strategica e sviluppo delle competenze, che conduca il Cliente al conseguimento di reali vantaggi competitivi, promovendo al contempo un  continuo processo di creazione del valore. I valori che NCP sostiene e promuove sono quelli di Eccellenza, Indipendenza, e Passione. Essi costituiscono i principi guida a cui l’azienda si ispira in ogni sua manifestazione. La visione di NCP è quella di diffondere cultura in modo chiaro, completo, comprensibile a tutti e nello stesso tempo rigoroso, facendone uno strumento operativo di reale valore per formare professionisti vincenti che primeggino in competenza e valore.

NCP - Networking Competence Provider Srl
Via di Porta Pertusa, 4
00165 - Roma
tel: 06-88816735
fax: 06-68806839 
www.ncp-italy.com
mailto: giuseppe.tetti@ncp-italy.com


Oracle

Presente in oltre 175 paesi nel mondo con circa 135.000 dipendenti e un fatturato pari a circa 40 miliardi di dollari nell’anno fiscale 2020 chiuso il 31 maggio, Oracle (NYSE: ORCL) propone ai suoi oltre 430.000 clienti un’offerta tecnologica completamente integrata e ottimizzata, costituita da sistemi software e hardware fruibili sia in Cloud sia in modalità tradizionali “on-premise”.

Oracle è nata nel 1977 da un’intuizione di Larry Ellison: partita dalle tecnologie di data management (“database”), per cui è tuttora leader indiscussa nei numerosi report di analisti di mercato e terze parti, Oracle alimenta la propria capacità di innovazione investendo costantemente in Ricerca e Sviluppo (oltre 40 miliardi di dollari dal 2004 a oggi), area in cui operano attualmente 38.000 sviluppatori e tecnologi. Sono invece 19.000 gli esperti in consulenza e 14.000 le risorse impiegate per i servizi di supporto al cliente; sono oltre 25.000 sono i business partner Oracle a livello mondiale, cui è dedicato uno specifico programma, denominato Oracle Partner Network (OPN), a garanzia di un supporto continuativo ed efficiente.

ORACLE CLOUD
Il posizionamento e la visione di Oracle per i prossimi anni è ben rappresentata dalla definizione Integrated Cloud Applications and Platform Services. Una visione che vede il Cloud come fulcro, motore e abilitatore della trasformazione digitale delle aziende di qualsiasi dimensione e settore.

L’azienda ha messo a punto una suite completa di servizi in tutti i livelli del Cloud – SaaS (Software as a Service), PaaS (Platform as a Service) e IaaS (Infrastructure as a Service) potenziando l'offerta di data management di cui le aziende hanno bisogno per gestire i propri dati e affrontare una migrazione verso il Cloud. Con un mondo di applicazioni SaaS virtualmente per ogni funzione aziendale – dalla Finanza (ERP, EPM) al Marketing e Customer Care (CX, ecc), dalla Supply Chain (SCM) alle Human Resources (HCM) ecc – e la possibilità di integrazione con varie piattaforme tecnologiche, dalla BlockChain all’IoT, dall’Intelligenza Artificiale al Machine Learning - la completezza funzionale e sistemica di Oracle Cloud è la più estesa del mercato ed è già un realtà presente e apprezzata dai molti clienti. 

Si tratta di servizi basati al 100% su standard di settore che vanno a integrarsi in una piattaforma completa che consente di migrare sul Cloud Oracle anche le applicazioni enterprise presenti on-premise nei Data Center delle aziende. Una rivoluzione che riguarda non solo le applicazioni e il database Oracle, ma anche quelle di terze parti e le applicazioni sviluppate in modo personalizzato/custom, a dimostrazione che qualunque soluzione può essere migrata sul Cloud di Oracle, totalmente compatibile con la tecnologia che i clienti utilizzano in modalità tradizionale.

Da ultimo, Oracle offre soluzioni anche a clienti che per vincoli normativi non possano aderire pienamente al paradigma Cloud, con la soluzione “Oracle Cloud at Customer”, che fornisce i servizi Cloud direttamente nel data center del Cliente. I servizi Cloud sono completamente gestiti da Oracle, in modo che sia possibile sfruttare l'agilità, l'innovazione e il costo basato sul consumo del Cloud Oracle, pur rispettando i requisiti di residenza dei dati.

L’impegno di Oracle è rivolto ad aiutare le aziende a trarre il massimo valore possibile dai loro investimenti in ambito hardware e software, in modo che la funzione IT non sia associata più alla complessità, bensì all’innovazione. Per eliminare la complessità, infatti, Oracle ingegnerizza hardware e software in modo che lavorino al meglio insieme nel cloud e nel data center. Dai server allo storage, dal database al middleware fino alle applicazioni, Oracle copre ogni singolo livello dello stack tecnologico integrando prodotti best-of-breed, ottimizzati e ingegnerizzati con l'obiettivo di interoperare garantendo le massime prestazioni. 

Inoltre oggi l’Oracle Autonomous Database, grazie alle sue funzionalità “self-driving”, “self-securing” e “self-repairing” uniche nel settore, aiuta a ridurre il rischio sicurezza evitando danni alla reputazione, costi legati alle violazioni e danni economici. Le patch di sicurezza sono infatti applicate automaticamente senza tempi di fermo, in un contesto protetto da accessi non autorizzati alle informazioni grazie all’adozione di crittografia dati predefinita.

Oracle progetta anche soluzioni verticali integrate per affrontare processi di business particolarmente complessi in un'ampia varietà di settori: dal retail al settore delle utility o delle telecomunicazioni, dal settore finanziario a quello dell’hospitality/alberghiero.

Oracle mette poi a disposizione una piattaforma di sviluppo aperta e innovativa, basata su open standard che supporta non solo i prodotti Oracle, ma anche tecnologie open source per blockchain, containers, serverless, AI, machine learning. Tutto questo con vari linguaggi di programmazione: non soltanto, naturalmente, JAVA, ma anche Phyton, Ruby, ecc. Gli sviluppatori hanno così la possibilità di utilizzare lo stack di applicazioni da loro preferito per lo sviluppo e la distribuzione di applicazioni su Oracle Cloud.

ORACLE IN ITALIA
Nel nostro Paese, Oracle è presente dal 1993, con sedi principali a Milano e Roma e con filiali a Torino, Padova, Bologna. Oracle in Italia, con oltre 1.100 dipendenti, opera al fianco di circa 700 Business Partner - in particolare ISV, System Integrators e VAR – che conoscono a fondo le esigenze di specifiche aree geografiche o merceologiche e che sono in grado di aggiungere valore all’offerta Oracle. L’azienda è guidata nel nostro paese da Fabio Spoletini, Country Leader e Senior Vice President Technology Sales per Italia, Francia, Iberia, Russia e CSI.

ORACLE IN BREVE
Oracle Cloud offre delle suite complete di applicazioni in modalità SaaS (“Software as a Service”) per ERP (Enterprise Resource Planning), HCM (Human Capital Management) e CX (Customer Experience), oltre alla propria pluripremiata piattaforma database “Platform as a Service” (PaaS) e all’“Infrastructure as a Service” (IaaS), servizi erogati da data center diffusi nel mondo – nelle Americhe, in Europa e in Asia.

Per ulteriori informazioni su Oracle (NYSE: ORCL), www.oracle.com/it

Per seguire Oracle Italia su Twitter: http://twitter.com/OracleItali

RESPONSABILITÀ SOCIALE
Oracle ha diverse iniziative a livello globale e locale in tutte le diverse aree: Educazione, Supporto sociale, Volontariato, Sostenibilità.
Per una visione corretta e completa si rimanda la sito istituzionale: https://www.oracle.com/corporate/citizenship/

TRADEMARKS
Oracle and Java are registered trademarks of Oracle and/or its affiliates. Other names may be trademarks of their respective owners.


ORACLE ITALIA Srl
Viale Fulvio Testi 136
20092 CINISELLO BALSAMO (MI)

Tel:  +39 02 249591
Sito: https://www.oracle.com/it/index.html

 

ORACLE ITALIA Srl

Viale Fulvio Testi 136
20092 CINISELLO BALSAMO (MI)
Tel:  +39 02 249591
Sito: https://www.oracle.com/it/index.html

 


Primo Bonacina Services - PBS
PBS - Primo Bonacina Services è un’iniziativa consulenziale per il settore IT e Digital nata per offrire competenze a progetto. Gli ambiti di intervento sono primariamente lo sviluppo organizzativo, commerciale, marketing, eventi e risorse umane/recruiting.  
Uno dei punti fondanti dell’iniziativa è quello di abbracciare un ampio perimetro di azione e di poter essere di supporto alle aziende IT su diverse aree di intervento, definendo poi il come e cosa attraverso un puntuale confronto. E’ infatti per noi fondamentale comprendere le necessità del cliente per poi dare seguito con specifiche ipotesi di lavoro seguite da iniziative concrete e tempificate. Insomma un approccio operativo e customer-centric, in cui il contributo consista nel far “succedere cose” da cui l’azienda tragga beneficio. 
Molti sono i clienti che ci hanno creduto, ingaggiandoci con soddisfazione e speriamo che il nostro entusiasmo, flessibilità e capacità di spinta possano essere di supporto ai tuoi obiettivi di business.

UCIMU

UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è l'associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot, automazione e di prodotti a questi ausiliari (CN, utensili, componenti, accessori).


Rappresentante ufficiale della categoria, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE conta oggi oltre duecento imprese associate cui va ascritto più del 70% del made in Italy di settore.


Il valore e la tradizione delle aziende aderenti, espressione di uno dei settori che maggiormente determinano l'intera filiera manifatturiera, insieme alla competenza della struttura associativa, fanno di UCIMU una delle realtà più autorevoli del Sistema Confindustria.


Würth Phoenix

Affidarsi a Würth Phoenix significa scegliere un partner IT con una consolidata esperienza in ambito ERP, CRM, IT System & Service Management, Cyber Security e Business Intelligence.

Il nostro obiettivo, in un settore in costante evoluzione come quello dell’Information Technology, è quello di accompagnare le aziende nel processo di digitalizzazione e innovazione, facendo leva sui valori che da sempre contraddistinguono la nostra filosofia aziendale: Qualità, costanza, impegno.


Würth Phoenix S.r.l.
Via Kravogl, 4
39100 Bolzano
tel. 0471 564111

Sede di Roma
Via Tiberina Km 17,600
00060 Capena (Roma)
tel. 06 901011

info@wuerth-phoenix.com

www.wuerth-phoenix.com 
www.neteye-blog.com

 


Come partecipare agli eventi

Per informazioni sulle modalità di adesione in qualità di Sponsor o Espositore scrivere a: sponsorship@soiel.it
Le informazioni sulle modalità di adesione come visitatore sono riportare sulla specifica scheda evento