Intelligent Building & Smart City Conference

Formula webinar

09/06/2022 dalle 09:00 alle 16:15

Smart City Conference

Un ecosistema interconnesso all'insegna della sostenibilità e della sicurezza per offrire nuovi servizi ad imprese e cittadini

Per informazioni: Kelen Zakelj
kelen.zakelj@soiel.it - 02 30453321

Un evento di


Con la partecipazione di


Con il contributo di


In collaborazione con

Sostenibile, inclusiva, resiliente e accessibile: questi gli obiettivi della città del futuro, la Smart City, una città in grado di gestire le proprie risorse in modo intelligente.

Un'innovazione rivoluzionaria che ha portato per anni le Smart City a essere quasi un tabù intoccabile. Le prime sperimentazioni sono state promosse dalle aziende del digitale, mettendo a disposizione degli amministratori locali e centrali apparati e infrastrutture innovative capaci di innalzare la propria competenza di governo, di efficienza, di sostenibilità, di sicurezza e controllo.

Una Smart City, per sua natura, è un sistema altamente interconnesso in cui cose (edifici intelligenti, automezzi, semafori, illuminazione pubblica, ecc...) e persone si scambiano continuamente informazioni. Il tutto finalizzato a migliorare il collegamento tra cittadini, amministrazioni e imprese e ad abilitare servizi innovativi.

Per realizzare le Smart City sono necessarie competenze diversificate che vedono al fianco di figure professionali quali il Mobility Manager e il Big data Analyst, profili legati alla progettazione della città intelligente come l'Energy Manager che guida la transizione energetica e l'Urbanista autore di una pianificazione territoriale integrata per uno sviluppo urbano sostenibile.

• Dal progetto alla realizzazione alla gestione: quali le competenze necessarie?
• Quali gli ambiti coinvolti (ICT - Urbanistico - Politico - Legale)?
• Quali le strategie di pianificazione urbanistica e gli strumenti per progettare e gestire la città del futuro (BIM, GIS e City Information Modeling)?

Diversi gli ambiti coinvolti in un'ottica di miglioramento dei servizi al cittadino e di maggiore sostenibilità:
• La sicurezza di un sistema digitale interconnesso
• Monitoraggio dei consumi energetici e sistemi di smart energy
Illuminazione intelligente e servizi a valore aggiunto (colonnine di ricarica, totem interattivi, videocamere, access point...)
Trasporto pubblico, smart mobility, e-mobility, automazione dei parcheggi
Gestione del ciclo dei rifiuti: modelli di raccolta, trattamento e recupero
Gestione smart dei luoghi pubblici come fattore abilitante di una nuova sostenibilità sociale con risvolti economici ambientali
• Soluzioni e tecnologie per lo sviluppo di edifici intelligenti, nodi degli smart district
• Servizi e soluzioni in supporto dello smart working e la città dei 15 minuti

Questi alcuni dei temi al centro della web conference organizzata dalle riviste Innovazione.PA ed OfficeLayout con la partecipazione di alcuni fra i protagonisti del settore, che si svolgerà il 9 giugno 2022.

La partecipazione è GRATUITA previa registrazione e soggetta a conferma da parte della segreteria organizzativa.


FORMULA 'WEB CONFERENCE'
La Web Conference è una diretta streaming a cui è possibile partecipare gratuitamente, previa iscrizione. A partire dalle ore 08:45 del giorno stesso sarà possibile accedere all'evento online tramite il login alla propria area riservata 'MyPage' sul sito Soiel.


NOVITA' 2022: Value Partner Zone
La Value Partner Zone estende il progetto comunicativo e di demand generation dell'evento.

Dopo la sua conclusione, infatti, sarà realizzato un sito dedicato con taglio editoriale, in cui saranno trattati alcun temi di interesse emersi nel corso dell'evento. Alla realizzazione di un articolo di contestualizzazione verranno affiancati articoli dedicati ai contenuti degli sponsor.

Gli utenti registrati alla Value Partner Zone potranno acquisire le presentazioni e altro materiale messo a disposizione dagli Sponsor dell'evento.

La Value Partner Zone sarà promossa attraverso canali Social e banner dedicati e resterà on line per un periodo di 2 mesi dalla data di realizzazione dell'evento.
Le aziende Sponsor potranno visionare in real time gli utenti registrati alla Value Partner Zone e riceveranno i nominativi di loro interesse, in conformità con la normativa GDPR.

La web conference si svilupperà in 3 sessioni consecutive, strutturate come segue:

SESSIONE 1 - L'edificio intelligente, 'nodo attivo' della rete di connessioni che definiscono la Smart City

9.00 Introduzione alla sessione
Paola Cecco, Responsabile rivista Officelayout - Soiel International

9.10 L'edificio Smart come hub dei servizi da e per il cittadino
La digitalizzazione italiana sta avvenendo a velocità differenti tra abilitazione tecnologica, PA, servizi e capacità degli utenti di poterne usufruire vantaggiosamente. Occorre pertanto un mediatore attivo fra gli operatori del settore e i cittadini per garantire un approccio sicuro e ordinato alle nuove tecnologie, attraverso working group e tavoli di confronto che generano informazioni utili per tutti. In questo intervento vedremo perché l'edificio rappresenta l'hub tecnologico ed informatico che getta le fondamenta della transizione.
Domenico Di Canosa, Presidente - Smart Buildings Alliance for Smart Cities Italia

9.30 BIM, interoperabilità e nuove competenze al centro dell'edilizia 4.0
Il BIM è un metodo che permette di organizzare e condividere le informazioni inerenti edifici e infrastrutture, fornendo la conoscenza necessaria per prendere decisioni utili a perseguire la visione della smart city. Per liberare tutto il valore della metodologia BIM non si può prescindere da due aspetti fondamentali: il concetto di interoperabilità e l’introduzione di nuovi modelli formativi, funzionali al raggiungimento di nuove competenze digitali.
Lorenzo Nissim, Fondatore, Vicepresidente e Direttore delle Operazioni - IBIMI - buildingSMART Italy

9.50 Il Digitale e la Smart City: dal 'dato' al servizio al cittadino
Tavola Rotonda con la partecipazione di:
 - Luca Cardone, Head of 5G & Corporate Solutions - WindTre
 - Daniele Pennati, Marketing Manager - Siemens S.p.A.


SESSIONE 2 - Transizione energetica a una svolta: non c'è più tempo, se non ora quando?

10.20 Introduzione alla sessione
Valerio Imperatori, Responsabile rivista Innovazione.PA - Soiel International

10.30 Indipendenza Energetica, Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica: un percorso tra le varie fasi della filiera energetica
In un quadro economico di forte incertezza, sia per quanto riguarda l’evoluzione del conflitto tra Russia e Ucraina, sia in riferimento ai connessi aumento dei prezzi delle materie prime e alle oscillazioni dei mercati finanziari, siamo di fronte a delle scelte non più procrastinabili. In un contesto europeo che si interroga sulle modalità operative di un piano energetico comune per raggiungere l’indipendenza energetica, il nostro Paese è chiamato a uno sforzo senza precedenti, nel breve come nel medio lungo periodo, per semplificare e velocizzare il processo di sviluppo delle fonti rinnovabili e per una programmazione ottimale degli investimenti in efficienza energetica, sia per il singolo utente che intende intervenire sulla propria abitazione, sia per supportare i livelli amministrativi territoriali nelle scelte di indirizzo della spesa pubblica. Il 13 aprile 2022 la Commissione europea ha versato all'Italia la prima rata da 21 miliardi, a seguito della valutazione positiva sugli obiettivi del PNRR da conseguire entro la fine del 2021. Entro giugno prossimo sono attesi altri 14 traguardi nell’ambito della missione “Rivoluzione verde e transizione ecologica”. La nostra capacità di resilienza perciò si misurerà dalle scelte che siamo chiamati a fare oggi. La transizione energetica andrà di parti passo con l’attuazione di una strategia di sistema che dovrà toccare necessariamente tutte le fasi della filiera energetica: dall’incremento della penetrazione delle fonti rinnovabili, all’elettrificazione dei consumi finali, usando le tecnologie a oggi mature e quelle che in prospettiva ci potranno consentire di raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione al 2030 e al 2050.
Gianpiero Ruggiero, Primo Tecnologo Ufficio Programmazione e Grant Office - Consiglio Nazionale delle Ricerche

10.50 Il futuro sostenibile degli spazi urbani: strategie progettuali e casi studio
Nell’intervento verranno illustrate alcune strategie progettuali alternative e soluzioni tecnologiche per la creazione di ambienti urbani intelligenti, "green" e incentrati sull'esperienza delle persone, con casi studio internazionali di trasformazione urbana e ridefinizione degli spazi della città.
Stefano Andreani, Architetto Principal di Oblyk Studio - Kilometro Rosso e Ricercatore alla Harvard University

11.10
Trasformatori "Verdi" e le tecnologie a favore della Sostenibilità
Nelle nuove filosofie introdotte a livello Europeo e Mondiale per ridurre le emissioni di CO2 e preservare le risorse ambientali enfatizzando un concetto di Sostenibilità ed Economia Circolare, l'attenzione del mercato, e di conseguenza dei produttori di trasformatori, si è focalizzata su possibili nuove tecnologie e/o sfruttamento di materie prime che vadano in questa direzione e che comprendono anche l'utilizzo di materiali alternativi a basso impatto ambientale come gli esteri naturali.
Fabrizio Ferrari, Presidente del Gruppo Trasformatori Elettrici - ANIE Energia

11.30 La diagnosi come volàno per la transizione energetica nei settori produttivi
In un'ottica di transizione energetica, ruolo fondamentale assume la diagnosi energetica obbligatoria dei siti industriali o terziari, che rappresentano tra i centri di costo energetico più rilevanti in Italia. Verranno illustrate le potenzialità di questo strumento e le risultanze dell'obbligo previsto dal D.Lgs. 102/14.
Marcello Salvio, Responsabile Laboratorio DUEE-SPS-ESE: Efficienza Energetica Settori Economici - ENEA

11.50 Energie rinnovabili: nuove sfide e opportunità
Durante l’intervento verranno illustrate le principali novità normative introdotte dagli ultimi decreti che hanno lo scopo di accelerare lo sviluppo delle fonti rinnovabili sul territorio, in particolare si rappresenteranno le opportunità che possono derivare dalla costituzione di una comunità energetica rinnovabile o dall’installazione di impianti agrivoltaici.
Alessandro Scipioni, Affari Tecnici - Area Affari Normativi e Regolatori - Elettricità Futura

12.10 Decarbonizzazione e transizione energetica: il ruolo dell'idrogeno
L'idrogeno prodotto dalle sorgenti rinnovabili rappresenta un'opportunità per decarbonizzare rilevanti settori dell'industria e dell'automotive. Le politiche europee, come quelle italiane, mirano alla larga diffussione di questo vettore energetico anche per la sua capacità di sostituire il gas naturale in alcuni usi finali. L'idrogeno può quindi giocare un ruolo fondamentale non solo per il processo di decarbonizzazione ma anche per rendere l'UE maggiormente indipendente dal gas naturale d'importazione. Il dibattito sulla conversione della rete di trasporto gas in idrogeno per la realizzazione della cosiddetta "hydrogen backbone", il ruolo strategico che potranno assumere regioni come la Sicilia e la Puglia e l'applicazione del green hydrogen nei settori "hard-to-abate" come primo mercato di riferimento saranno alcuni tra gli elementi che verrano discussi.
Francesco Sergi, Primo Ricercatore - CNR-ITAE Messina

12.30 I vantaggi del Fotovoltaico Tridimensionale
In Natura, le foglie degli alberi sono i più efficienti collettori di energia solare, con forme tridimensionali, si diffondono in tutte le direzioni per raccogliere la luce solare diretta, quella diffusa e riflessa. Grazie alla tecnologia fotovoltaica 3D, le macchine Dynamo© aumentano la densità di energia con rese da 2 a 20 volte più alte rispetto al fotovoltaico convenzionale, estendendo le ore di massima produzione anche in inverno e nelle giornate nuvolose.
Marco Simonetti, Professore Associato di Fisica delle Costruzioni e Termodinamica - Politecnico di Torino per ANIE Rinnovabili

12.50 Chiusura sessioni mattutine


SESSIONE 3 - Sicurezza Urbana integrata, tra controllo del territorio e diritto alla privacy

14.15 Introduzione alla sessione
Paolo Morati, Giornalista - Soiel International

14.25 Polizia predittiva: le esperienze a livello internazionale
L'applicazione di metodi statistici e software informatici volti ad anticipare e prevenire i crimini grazie alla combinazione di diversi tipi di dati, tra cui quelli relativi a notizie di reati precedentemente commessi o profili dei sospettati, rappresenta una delle metodologie più recenti in seno alle tattiche e alle strategie di polizia per il contrasto dei fenomeni criminali. La relazione intende analizzare le principali modalità di funzionamento in concreto e gli esiti raggiunti nei principali progetti condotti a livello internazionale.
Gian Guido Nobili, Direttore tecnico - FISU Forum Italiano per la Sicurezza Urbana

14.45 Il futuro dei dati prodotti dalle smart cities. Prospettive e criticità per l'Europa del 2030
L'intervento avrà ad oggetto l'analisi degli aspetti positivi offerti dalle smart cities, ai fini del miglioramento della qualità della vita individuale e collettiva, con un focus sui potenziali rischi correlati, in modo particolare, alla capacità di raccogliere, elaborare e trasformare la mole imponente di dati, sfruttando l'interazione con altri strumenti, quali cloud, internet delle cose e big data. Nuove tecnologie che si collocano, peraltro, sotto la lente di ingrandimento del legislatore europeo, con la messa a punto del Data Act.
Avv. Vincenzo Colarocco, Responsabile del dipartimento "Compliance, media e tecnologia" - Studio Previti

15.05 Tavola Rotonda con la partecipazione di:
 - Massimo Lommi, Channel Business Manager - Milestone Systems
 - Alessandro Bartolini, Responsabile Smart City e Smart Security - a2a Smart City

15.45 Tutela dei dati dei cittadini in un'ottica di città interconnessa
Il concetto di smart city è da tempo sinonimo di innovazione e digitalizzazione, ed esprime la tendenza delle città a dedicarsi alla ricerca di soluzioni fondate sull’utilizzo di nuove tecnologie (tra le quali, a titolo esemplificativo l'intelligenza artificiale e l’Internet of Things) finalizzate allo sviluppo e al benessere dei cittadini. La smart city, inoltre, nasce dalla condivisione delle informazioni, andando in seguito a incidere su servizi e infrastrutture. Il coinvolgimento delle nuove tecnologie, così come la raccolta e la successiva condivisione dei dati, tuttavia, non possono non essere oggetto di attenzione anche con riguardo ai possibili rischi inerenti i dati personali interessati, ad esempio, in tema di minimizzazione e proporzionalità dei trattamenti. È in tale contesto che negli ultimi anni, sia a livello europeo sia nazionale, le autorità e le istituzioni si sono espresse al fine di cercare di supportare le smart city nella corretta gestione della sicurezza dei dati e delle informazioni coinvolti nelle infrastrutture tecnologiche utilizzabili.
Avv. Debora Stella, Counsel - Bird & Bird

16.05 Chiusura sessione pomeridiana

A2A Smart City

A2A Smart City sviluppa città del futuro orientate alla sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Facciamo parte del gruppo A2A, una Life Company che ogni giorno si occupa di ambiente, acqua ed energia, le condizioni necessarie alla vita. Da oltre cento anni ci prendiamo cura del benessere delle persone mettendo a disposizione servizi essenziali per rispondere alle esigenze degli stili di vita contemporanei, nel rispetto di una sostenibilità di lungo periodo.

Le smart city sono il modo concreto con cui i territori possono realizzare il miglioramento della qualità di vita della propria comunità: attraverso la raccolta e l'analisi dei dati creiamo i presupposti e le basi decisionali per interventi ad impatto positivo sulla vita di cittadini e imprese.
 
I numerosi servizi che offriamo si inseriscono nelle grandi tematiche di sicurezza dei quartieri e dei cittadini, sostenibilità ambientale, mobilità urbana, gestione della risorsa idrica, infrastruttura abilitante e piattaforme di control room.

Le principali leve per portare qualità alla vita delle persone e ai territori sono un maggior coinvolgimento delle comunità locali e l'introduzione di un modello di gestione sempre più data driven, che fornisce elementi oggettivi nei processi decisionali e permette un'automazione volta ad ottimizzare i servizi. 

Un'abilitante chiave di questo cambiamento è il dato. Noi di A2A Smart City operiamo in collaborazione con i principali player nazionali sia come catalizzatori per lo sviluppo di piani di connettività, che come erogatori di applicazioni e servizi che si basano sui dati.

I nostri numeri:
• 150+ Pubbliche Amministrazioni servite, tra cui città metropolitane e province
• 3500+ clienti privati serviti
• 4000+ telecamere pubbliche e private 
• 3000+ sensori 
• 1M+ smart meter 
• 4000+ chilometri di fibra ottica posata
• 16000+ smart bin installati su Milano e Brescia
• 1000+ Wi-Fi pubblici realizzati


A2A Smart City S.p.A.
Via Lamarmora, 230 - 25124 Brescia
Tel. +39 030 3554929 – Fax +39 030 3554522
E-mail info@a2asmartcity.it
PEC a2asmartcity@pec.a2asmartcity.it
Web www.a2a.eu - www.a2asmartcity.it 


ANIE ENERGIA

ANIE Energia è l’Associazione che, all’interno di Federazione ANIE, rappresenta le aziende che producono, distribuiscono ed installano apparecchiature, componenti e sistemi per la generazione, trasmissione, distribuzione e accumulo di energia elettrica e per il suo utilizzo nelle apparecchiature industriali. Aderiscono ad ANIE Energia 250 aziende con un fatturato nel 2019 di oltre 7 miliardi di euro e che occupano oltre 30 mila dipendenti. 
 
ANIE Energia  rappresenta i propri Soci in tutte le sedi competenti, politiche, legislative e normative. Interlocutore autorevole con le istituzioni nazionali e internazionali ha l’obiettivo di favorire una maggiore razionalità ed efficienza del sistema a beneficio dell’utente.
L’Associazione  diffonde inoltre la conoscenza delle tecnologie del comparto dell’energia realizzando Guide Tecniche e partecipando ad eventi e manifestazioni fieristiche. 


ANIE Rinnovabili
ANIE Rinnovabili lavora ogni giorno per costruire la filiera industriale del settore delle fonti rinnovabili elettriche. In essa confluiscono infatti imprese che costruiscono componenti altamente tecnologiche ed innovative e le distribuiscono, progettano e realizzano e gestiscono e manutengono con le tecniche più all’avanguardia gli impianti e produttrici di energia green. ANIE Rinnovabili è l’associazione che rappresenta i comparti del fotovoltaico, eolico, idroelettrico, solare termodinamico, biomasse e geotermoelettrico e i sistemi di gestione efficiente dell’energia quali lo storage, ponendosi sempre come interlocutore che indirizza e promuove iniziative in Italia e all’estero volte allo sviluppo del settore della generazione distribuita green secondo i migliori standard di qualità e performance e alla riforma di un mercato elettrico a misura di FER per offrire alla rete elettrica quella flessibilità di cui ha bisogno per il funzionamento in sicurezza. La sempre maggior diffusione della generazione distribuita da fonte rinnovabile e dei sistemi di accumulo sul territorio nazionale, le future smart energy community e i nascenti aggregatori del mercato elettrico necessiteranno sempre più di una gestione digitalizzata e automatizzata per rispondere alle esigenze di operatività in tempo reale cui saranno responsabilizzati. ANIE Rinnovabili spinge molto sull’integrazione delle tecnologie a basso impatto ambientale, considerando strategico lo sviluppo integrato delle proprie tecnologie con quelle delle rinnovabili termiche e dei trasporti, come ad es. le pompe di calore elettriche e la mobilità elettrica. ANIE Rinnovabili è molto propositiva in ambito normativo e regolatorio sulle tematiche di gestione smart dell’energia elettrica grazie al know-how, alla competenza ed alla esperienza delle aziende associate, fornendo a istituzioni e agli stakeholder del mercato un contributo essenziale allo sviluppo del settore.

Bird & Bird

Bird & Bird è uno studio legale internazionale che supporta le organizzazioni nei processi di trasformazione digitale. 
Assiste i clienti in ogni continente con più di 1300 professionisti e 29 sedi in Europa, Medio Oriente e Asia-Pacifico.
Sono stati tra i primi studi legali a organizzarsi per settori di mercato fornendo ai loro clienti il valore aggiunto di una profonda conoscenza delle industry a più elevato livello di specializzazione: automotive, aviation & aerospace, defense & security, energy & utilities, financial services, food & beverage, life science and healthcare, media, entertainment and sport, retail and consumer, tech and comms. Questa scelta ha permesso di massimizzare le competenze tecniche in funzione delle caratteristiche dei settori stessi.

Per saperne di più e rimanere aggiornato sulle principali novità dello studio italiano visita la pagina: www.twobirds.com


CNR

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) è la più grande struttura pubblica di ricerca in Italia. Fondata nel 1923, ha operato in passato come consulente di Governo in materia di ricerca e come fondo di finanziamento per i grants della ricerca universitaria.
Dal 1989 il Cnr è un Ente di ricerca, con la missione di realizzare progetti di ricerca, promuovere l'innovazione e la competitività del sistema industriale nazionale, l'internazionalizzazione del sistema di ricerca nazionale, e di fornire tecnologie e soluzioni ai bisogni emergenti nel settore pubblico e privato.
Obiettivi che vengono raggiunti attraverso un patrimonio di risorse umane che conta oltre 8000 dipendenti, la metà dei quali è rappresentata da ricercatori e tecnologi. Circa 4000 sono i giovani ricercatori impegnati in attività di ricerca post-dottorato presso i laboratori dell’Ente, mentre un contributo importante arriva dalle collaborazioni, anche internazionali, con i ricercatori delle Università e delle imprese, rafforzando così il sistema nazionale della ricerca.


Elettricità Futura

Elettricità Futura è la principale Associazione di imprese operanti nel settore elettrico italiano, che rappresenta oltre il 70% del mercato elettrico italiano. Più di 500 grandi, medie e piccole imprese attive nell'intera filiera (produzione tradizionale e FER, retail, distribuzione, servizi, trading) hanno scelto Elettricità Futura per ampliare la propria prospettiva di business. L'Associazione rappresenta aziende con 40.000 dipendenti, 75.000 MW di potenza elettrica installata, 1.150.000 km di linee di distribuzione. 
Elettricità Futura supporta le aziende del settore elettrico e dà loro visibilità, tutela gli interessi dei propri associati e ne persegue gli obiettivi di sviluppo con una mirata e solida azione di advocacy. Elettricità Futura, inoltre, aiuta le aziende a trovare nuove opportunità di business nel mercato elettrico, nelle relazioni B2B, nella rete dell'innovazione.
Elettricità Futura aderisce a Confindustria, Confindustria Energia e partecipa al dibattito europeo attraverso l'adesione a diverse associazioni internazionali di rappresentanza del settore (Eurelectric, Wind Europe, Solar Power Europe, Bioenergy Europe, European Clean Hydrogen Alliance). 

Elettricità Futura
tel. +39. 06.8537281
ROMA: Piazza Alessandria, 24 – 00198
Scrivici a info@elettricitafutura.it


Enea

La missione dell’ENEA consiste nel contribuire alla competitività e allo sviluppo sostenibile del Sistema Italia attraverso attività di ricerca, di sviluppo tecnologico e di agenzia a supporto della Pubblica Amministrazione, delle imprese, con particolare riguardo alle PMI, e ai cittadini. L’Agenzia è organizzata dal punto di vista della R&ST in 3 Dipartimenti che sviluppano ricerca, innovazione tecnologica e servizi avanzati.Con riferimento agli aspetti energetici, attraverso il Dipartimento Tecnologie Energetiche ENEA promuove l’innovazione nei settori delle fonti di energia rinnovabili (solare termico e termodinamico con sistemi di accumulo, fotovoltaico, bioenergie, bioraffineria per la produzione di energia e biocombustibili) e delle tecnologie per l’efficienza energetica e gli usi finali dell’energia (smart cities ed uso razionale dell’energia, mobilità sostenibile e trasporto, uso sostenibile dei combustibili fossili e cicli termici avanzati, idrogeno e celle a combustibile, accumulo di energia per applicazioni mobili e stazionarie, smart grids, robotica e ICT). L’obiettivo strategico è quello di contribuire alla diversificazione, nel medio-lungo termine, delle fonti energetiche e, nel contempo, alla massima riduzione delle emissioni e della dipendenza energetica dalle fonti fossili, alla diffusione della low-carbon economy, anche tramite l’ottimizzazione dell’utilizzo dell’energia.

 


FISU - Forum Italiano per la Sicurezza Urbana

Il Forum italiano per la sicurezza urbana (FISU) si è costituito a Roma nel 1996 per iniziativa di un gruppo di amministrazioni aderenti al Forum europeo: Bologna, Catania, L'Aquila, Modena, Roma, Torino e la Regione Emilia-Romagna e ha come caratteristica quella di riunire in una sola associazione Città, Province e Regioni impegnate in politiche locali di prevenzione e sicurezza fondate su tre pilastri: centralità delle città, integrazione degli strumenti e degli attori, confronto senza pregiudizi.

Lo sviluppo di una nuova area di intervento pubblico, come le politiche di sicurezza urbana, ha richiesto la ricerca di una cooperazione diffusa a livello nazionale e un ancoraggio al dibattito e all'esperienza europea. Tali obiettivi sono stati perseguiti attraverso un impegno diretto nella promozione e nello sviluppo del Forum italiano, rete italiana dell'omonimo Forum europeo, di cui la Regione Emilia-Romagna gestisce segreteria tecnica e sito web (www.fisu.it).

L'identità del Forum Italiano individua il proprio fondamento caratterizzante nell'autonomia degli enti locali e nel loro ruolo determinante in materia di politiche locali di sicurezza. Il FISU, al riguardo, condivide con il Forum Europeo l'assunto fondamentale che la sicurezza urbana è un campo di competenze e di prassi amministrative in cui gli enti locali giocano un ruolo determinante, pur nell'ambito delle proprie competenze, instaurando un rapporto di collaborazione, ma non in subordinazione, con i governi nazionali, per quanto riguarda priorità, scelte, strategie e strumenti di intervento.

Cardine di queste nuove politiche di sicurezza è stata l'idea che gli enti di livello intermedio tra lo Stato nazionale e le città possono giocare un ruolo importante di coordinamento generale; che la criminalità, in quanto fenomeno risultante da vari fattori e molteplici cause, deve essere affrontata con analisi rigorose (è quindi fondamentale sviluppare la ricerca) e con una varietà di strumenti integrati tra di loro; che i progetti di intervento devono avere l'obiettivo di lungo-medio periodo e di intervenire sulle cause sociali del crimine e quindi essere sorretti da adeguate e coerenti politiche sociali, del lavoro, della famiglia e non solo da interventi delle politiche criminali.

Il Forum italiano agisce per il perseguimento degli obiettivi e secondo le modalità che seguono:
- sviluppa iniziative volte a promuovere migliori condizioni di libertà e sicurezza, reali e percepite;
- opera affinché il Governo nazionale riconosca i governi locali e regionali quali attori fondamentali nello sviluppo delle politiche di sicurezza urbana;
- promuove iniziative volte alla realizzazione di un sistema integrato di sicurezza delle città e del territorio fondato sull'integrazione tra azioni di prevenzione sociale, situazionale e comunitaria, contrasto e riparazione dei fenomeni di criminalità, inciviltà e disordine urbano diffuso;
- privilegia le strategie di prevenzione integrata, le pratiche di mediazione, l'attenzione alle vittime, l'educazione alla convivenza, la valorizzazione del principio di legalità;
- considera la lotta all'esclusione, la partecipazione democratica e la condivisione comunitaria degli obiettivi, elementi centrali di ogni azione volta al miglioramento delle condizioni di sicurezza delle città e del territorio.

In particolare, il FISU:
- promuove la raccolta e scambio di "buone pratiche" degli enti locali;
- realizza diagnosi, ricerche e pubblicazioni anche in collaborazione con Università e centri di ricerca;
- favorisce la progettazione e lo sviluppo di azioni e programmi concertati;
- organizza lo scambio di informazioni, di studi, di esperienze pilota sollecitando ed organizzando scambi operativi nazionali e internazionali, in raccordo con il Forum Europeo;
- fornisce ai propri associati supporto tecnico in relazione ad attività di progettazione, formazione e consulenza rispetto a bandi dell'Unione Europea, in raccordo con EFUS e Ministeri italiani;
- individua e promuove moduli condivisi di formazione permanente sia per gli aspetti di base delle politiche di sicurezza, sia per l'approfondimento di specifici fenomeni e strumenti per i diversi livelli di intervento;
- promuove nuovi percorsi di collaborazione tra governo nazionale, governi locali e governi regionali, tra polizie nazionali, polizie locali e altre agenzie pubbliche e private, nazionali e locali.


IBIMI - Building Smart Italy

Il BIM è un ecosistema che porta a considerare l'edificio non più solo ma nel suo ambiente, al centro delle smart cities. Attraverso i suoi aspetti collaborativi e la continuità digitale che rappresenta, il BIM coinvolge tutti i professionisti dell'edilizia, delle operazioni e del settore immobiliare.
In una prospettiva di transizione digitale, IBIMI - Istituto per il BIM in Italia - mira a generalizzare gli usi del BIM, svolgendo un ruolo unificante tra tutti gli attori del settore delle costruzioni. Dal 2015 l'associazione aiuta la filiera edile a compiere il suo fondamentale percorso verso la trasformazione digitale.
Ricordiamo che l'indice di digitalizzazione Desi pone l'Italia al 20° posto sui 27 stati membri dell'unione, e che il settore delle Costruzioni è uno dei meno digitalizzati dell'economia. Sui ritardi dell'attuazione di questa transizione pesano sicuramente una scarsa propensione all'innovazione, e il basso livello di informazione riguardo la sostenibilità ambientale e la digitalizzazione necessaria.
Rappresentando un mediatore neutrale tra tutti gli attori interessati, IBIMI intende rispondere alle aspettative pragmatiche di una comunità sempre attenta e attiva nello sviluppare le potenzialità del digitale, per rendere il settore delle costruzioni più efficiente, sostenibile, competitivo e interconnesso con le Pubbliche Amministrazioni.
In quanto capitolo italiano della community internazionale buildingSMART International dal 2019, IBIMI contribuisce al processo di definizione di standard internazionali, secondo una struttura collaudata - articolata in Rooms e Gruppi di Lavoro - e grazie al contributo attivo dei propri soci.
Affinché i benefici che ne derivano possano essere condivisi, tali standard devono essere sviluppati collettivamente dai principali stakeholder coinvolti nell'intera filiera. Questo è il motivo per cui i processi per lo sviluppo, l'approvazione e la certificazione di soluzioni e standard buildingSMART dipendono fortemente dalla partecipazione globale di un ampio gruppo di esperti nelle rispettive discipline e industrie.
In qualità di associazione professionale iscritta nell'elenco del MISE ai sensi della legge 4/2013 sin dal 2018, IBIMI incoraggia il continuo aggiornamento e accrescimento delle competenze impegnandosi a indirizzare i professionisti verso percorsi formativi ed enti che offrano contenuti di qualità, all'avanguardia e in linea con le best practice nazionali e internazionali.
La trasformazione digitale della filiera delle costruzioni (che in Italia vale 400 miliardi di euro/anno, generando lavoro per circa 2,6 milioni di persone) impone infatti nuovi modelli formativi: servono competenze diversificate, non solo tecniche, serve il saper lavorare in gruppo e l'essere integrati in sistemi in grado di creare valore aggiunto.
In quanto capitolo italiano di buildingSMART , IBIMI accredita - previa valutazione del possesso di requisiti di conformità con il Quadro di Apprendimento Internazionale - gli Enti di Formazione all'erogazione del Programma di Qualificazione Individuale buildingSMART International, che consente l'iscrizione al Registro dei Professionisti BIM Qualificati e ha valenza internazionale.
Vale infine la pena ricordare che IBIMI contribuisce alla transizione ecologica del settore delle costruzioni - dall'edilizia tradizionale a un approccio più moderno - analizzando opportunità e sfide per i professionisti e contribuendo alla definizione di standard e best practice della progettazione integrata che, assieme alle tecnologie innovative, ai materiali e sistemi edilizi e ai rifiuti da costruzione, costituisce una delle principali aree su cui intervenire per rendere più sostenibile la politica industriale del paese. Come già rilevato nel white paper "L'Italia sostenibile - l'economia circolare per la politica industriale del Paese" voluto dal MISE e alla cui redazione IBIMI ha collaborato partecipando attivamente al gruppo di lavoro inerente al settore edilizio, l'integrazione della metodologia BIM è fondamentale per orientare il decision-making alla circolarità e ad una maggiore consapevolezza dell'impatto ambientale nel ciclo di vita dell'opera. Ricordiamo che al livello mondiale la filiera edile pesa del 41% sul totale delle emissioni di CO2.

web: www.ibimi.it - www.buildingsmartitalia.org
linkedin: @IBIMI - buildingsmart Italy
facebook: @IstitutoBIMItalia
twitter: @I_BIM_I


Innovazione.PA
Innovazione.PA testimone dell'execution digitale che grazie all'ICT rinnova modelli e processi della Pubblica Amministrazione Centrale e Locale.
Il bimestrale illustra il quadro della messa in opera delle tante iniziative, dalle più consolidate a quelle più di frontiera, che pur operando in autonomia, e spesso con quegli elementi contrastanti tipici delle fasi di cambiamento e facendo sempre i conti con risorse limitate, tendono all'obiettivo della crescita del Paese attraverso l'elemento imprescindibile della modernizzazione della PA.

Un racconto di scoperta della Pubblica Amministrazione italiana, locale e centrale. Processi di trasformazione digitale, di ammodernamento della macchina pubblica sono stati avviati e il ritorno al Ministero dell’Innovazione come regia e governo dei processi potrebbe accelerare la trasformazione, garantendo così performance efficaci nell’erogazione servizi per tutti i cittadini e le imprese dei territori. Tutto ciò nella consapevolezza che una PA efficiente è garanzia di sviluppo economico, di politiche sociali inclusive, di sviluppo della conoscenza e della ricerca, di sicurezza per i cittadini, di trasparenza, di difesa dell’ambiente e di politiche sostenibili.

Questi processi di cambiamento non possono non coinvolgere le grandi, le medie e le piccole imprese che operano con successo nel mercato dell’innovazione digitale e ICT. Quest’ultime sono infatti chiamate ad accompagnare con il proprio know how e la propria offerta tecnologica il complesso cammino di ammodernamento delle pubbliche istituzioni di governo del nostro Paese. Innovazione PA affida a manager, amministratori, sindaci, ricercatori, imprese e imprenditori, scienziati e operatori della comunicazione, il racconto di un’Italia che vuole perseguire con convinzione l’obiettivo della trasformazione digitale. Testimonianze ed esperienze capaci di contribuire alla crescita economica del Paese, alla maggior trasparenza dei processi amministrativi e alla maggiore efficienza nell’erogazione servizi pubblici.

Innovazione PA dedica particolare attenzione ai grandi temi delle nostre città: dal dissesto idrogeologico al grande problema dei rifiuti, dalle infrastrutture viarie al trasporto pubblico e privato,
dalla sicurezza fisica all’inclusione sociale, dalla sanità all’energia. Non solo la fotografia di una realtà, ma anche le diverse soluzioni che l’offerta tecnologica oggi può garantire a partire dal contributo e allo sviluppo applicativo dell’intelligenza artificiale.

www.innovazionepa.soiel.it


Kilometro Rosso Innovation District

Kilometro Rosso è uno dei principali distretti europei dell'innovazione, un campus che ospita 75 Resident Partner - aziende, laboratori e centri di ricerca -, per un totale di oltre 2.000 professionisti e ricercatori.
Nato e sviluppatosi dal 2009 su iniziativa privata, Kilometro Rosso opera nel cuore della Regione Lombardia con il ruolo di Technology Transfer Agent, attivando collaborazioni tra i partner della ricerca scientifica e le imprese insediate.
Il campus conta oggi sulla presenza di 37 laboratori, 40 progetti di R&D finanziati per oltre 139 milioni di euro, 650 brevetti depositati, 70.000 delegati ufficiali provenienti da tutto il mondo, 140 eventi all'anno per promuovere l'innovazione con oltre 15.000 partecipanti e più di 500.000 ingressi registrati all'anno.

Kilometro Rosso S.p.A.
Via Stezzano, 87
24126 Bergamo (BG) - Italia

Mail: info@kilometrorosso.com
Web: www.kilometrorosso.com
Tel: (+39) 035 591100
Fax: (+39) 035 0432351


Milestone Systems
Fondata nel 1998, Milestone Systems è una società leader mondiale per la fornitura di software di gestione video (VMS) IP su piattaforma aperta che si dedica alla creazione di software di alta qualità su piattaforma per gestione video professionale, in cui la nostra comunità di partner hardware e software è in grado di integrare le proprie soluzioni video per la sicurezza e oltre. Il nostro obiettivo è quello di migliorare i processi organizzativi e il livello di sicurezza dei clienti della nostra comunità attraverso la gestione, l’integrazione e la distribuzione di dati video digitali.

Milestone Systems Italia S.r.l.
Via M.Arnesano 2
20092 Cinisello Balsamo (MI)
Italy
Telephone: +39 02 4979 2717

OFFICELAYOUT
Officelayout è la rivista nata nel 1984 da idee molto semplici: sviluppare argomenti orientati a rappresentare le esigenze dell’ambiente ufficio e dell’edificio ad uso ufficio, mediante un’analisi rivolta agli aspetti tecnici dei prodotti, al mercato e all’utilizzo degli stessi.

SIEMENS

Siemens è una multinazionale che si distingue per eccellenza ingegneristica, innovazione, qualità, affidabilità e internazionalità da oltre 170 anni. La società è attiva in tutto il mondo, concentrandosi nelle aree della produzione e distribuzione di energia, infrastrutture intelligenti per edifici e sistemi energetici distribuiti, automazione e digitalizzazione nell'industria di processo e manifatturiera. Attraverso la società a gestione separata Siemens Mobility, fornitore leader di soluzioni di mobilità intelligenti per il trasporto ferroviario e stradale, Siemens dà forma al mercato mondiale dei servizi passeggeri e merci. Grazie alla sua controllata quotata in borsa Siemens Healthineers AG e a Siemens Gamesa Renewable Energy, Siemens è tra le prime al mondo anche nel mercato della tecnologia medica e dei servizi sanitari digitali nonché nelle soluzioni ecocompatibili per la generazione di energia eolica onshore e offshore. Nell'anno fiscale 2019, conclusosi il 30 settembre 2019, Siemens ha generato un fatturato di 86,8 miliardi di euro e un utile netto di 5,6 miliardi di euro. Alla fine di settembre 2019, la società contava circa 385.000 collaboratori in tutto il mondo.
Presente in Italia dal 1899, Siemens è una delle maggiori realtà industriali nel nostro Paese con centri di competenza su software industriale e mobilità elettrica, un centro tecnologico applicativo per l'Industria 4.0 e due stabilimenti produttivi. La società ha chiuso l'esercizio fiscale 2019 con un fatturato di oltre 2 miliardi di Euro. Per il secondo anno consecutivo, Siemens è certificata Top Employer Italia. 
Siemens Smart Infrastructure (SI) dà forma al mercato delle infrastrutture intelligenti di oggi e di domani. Collegare sistemi energetici, edifici e industrie è la risposta alle sfide dell'urbanizzazione e del cambiamento climatico. SI offre ai clienti un portafoglio end-to-end completo da un'unica fonte - con prodotti, sistemi, soluzioni e servizi dal punto di generazione di energia fino al consumatore finale. Con un ecosistema sempre più digitalizzato, permette ai clienti di crescere e alle comunità di progredire, contribuendo a proteggere il pianeta. SI crea ambienti che si prendono cura di te. Siemens Smart Infrastructure ha la sua sede globale a Zug, in Svizzera, e conta circa 71.000 collaboratori in tutto il mondo.

Siemens S.p.A.
Via Vipiteno, 4
20128 Milano
Tel. +39 02 2431
www.siemens.it


Smart Buildings Alliance

Fondata nel 2012, la SBA è un’associazione testa di ponte per gli edifici intelligenti. Il suo obiettivo principale è supportare tutti gli attori del settore edile, degli enti pubblici e privati e delle istituzioni intorno al tema del digitale. SBA promuove un approccio decisamente trasversale e organizza la convergenza dei vari mestieri del settore.

www.smartbuildingsalliance.it


Studio Previti

Fondato alla fine degli anni 50, Studio Previti è un’associazione professionale, con sede a Roma e Milano.
L’obiettivo fondamentale dello Studio è la massima soddisfazione possibile del Cliente.

La cura del Cliente viene garantita da un’assistenza qualificata prestata da professionisti riuniti in dipartimenti fortemente specializzati e in grado di fornire, attraverso un lavoro di squadra, un’assistenza legale integrata e mirata alla soluzione concreta del problema. Proprio la profonda conoscenza dei Clienti, delle loro aree di attività ed esigenze è il presupposto per una piena condivisione degli obiettivi, perseguita anche attraverso onorari flessibili e personalizzati.

Lo Studio opera nelle materie inerenti al diritto civile e commerciale, sia in sede giudiziale che stragiudiziale o arbitrale. Le aree di attività prevalente sono quelle concernenti il diritto d’autore comprensivo del diritto dell’arte, il diritto della proprietà intellettuale ed industriale, il diritto di internet, il diritto delle comunicazioni, il diritto bancario, finanziario e delle assicurazioni ed il diritto societario. Lo Studio è inoltre in grado di offrire un’esperienza consolidata anche in materia di diritto immobiliare, di diritto fallimentare, di diritto di famiglia e delle successioni, oltre che nelle esecuzioni mobiliari, immobiliari e nel recupero dei crediti in genere.

Lo Studio rispetta scrupolosamente le norme della deontologia forense evitando ogni e qualsivoglia conflitto di interessi e tutelando rigorosamente la riservatezza dei dati trattati nell’esercizio dell’attività.

Lo Studio ha adottato un sistema certificato e persegue la politica della qualità, come strumento per elevare costantemente nel tempo la qualità e l’efficienza dei servizi resi.

L’eccellenza professionale è un elemento caratterizzante che lo Studio pone come prioritario disciplinando le modalità di selezione, di inserimento di nuove risorse nonché promuovendo ed organizzando la formazione e l’aggiornamento continuo dei professionisti.

L’efficienza è altresì promossa attraverso una struttura informatica all’avanguardia, tesa a facilitare il lavoro a distanza e la comunicazione, anche con il Cliente. In tale contesto, l’integrale digitalizzazione dell’archivio e l’adozione di un efficace sistema di accesso remoto, consentono la possibile delocalizzazione di gran parte dell’attività professionale svolta e facilitano l’integrazione anche con professionisti esterni allo studio, oltre che con i Clienti che apprezzino tale opportunità. 

STUDIO PREVITI
www.previti.it
E-mail: contatti@previti.it 

SEDE DI ROMA
Via Cicerone, 60
00193 Roma
Tel. 06.3234623
Fax. 06.3235618

SEDE DI MILANO
Via Antonio Stradivari, 4
20131 Milano
Tel. 02.795587
Fax. 02.76390427


WindTre

WINDTRE è l'operatore mobile numero uno in Italia e tra i principali gestori alternativi nella connettività fissa. La società fa parte della multinazionale CK Hutchison Holdings Limited. 

La nuova rete mobile di WINDTRE copre il 99,7% della popolazione in 4G e il 95,7% in 5G* con un'infrastruttura all'avanguardia. Inoltre, l'azienda è impegnata nella diffusione dei servizi di connettività a banda ultralarga basati su fibra ottica e FWA in tutto il territorio nazionale. 

Il brand WINDTRE consolida il posizionamento valoriale dell'azienda, con al centro una tecnologia accogliente e inclusiva. WINDTRE, infatti, da sempre 'molto più vicina' ai clienti nella vita quotidiana, ha l'obiettivo di facilitare la connessione tra le persone e di supportarle nell'affrontare le sfide del presente. Valori sottolineati anche dalla sua comunicazione, incentrata sulla vicinanza e sul 'company purpose' di eliminare qualsiasi distanza. 

Al brand per il mercato consumer si affianca WINDTRE BUSINESS, per supportare aziende e professionisti nella sfida della trasformazione digitale. Il marchio WINDTRE BUSINESS, infatti, propone offerte innovative con un'ampia varietà di soluzioni integrate di telefonia fissa e mobile, servizi di connettività ultrabroadband, in fibra e FWA, arricchiti da soluzioni di Data Analytics, Cybersecurity e Cloud con Data Center di ultima generazione e da numerose partnership con ICT Solution e Application Provider leader di settore. 

Con il lancio del marchio "WINDTRE LUCE&GAS", inoltre, l'azienda ha fatto il proprio ingresso anche nel mercato dell'energia e si propone come riferimento unico per una gestione semplice, trasparente e al giusto prezzo di tutte le utenze della casa. 

Il sito istituzionale windtregroup.it è il canale che racconta l'identità di WINDTRE e il suo impegno per un futuro più sostenibile attraverso le nuove tecnologie digitali. 

*Per navigare in 5G occorre avere un'offerta abilitata e un dispositivo 5G abilitato alla rete WINDTRE ed essere nelle aree coperte dal 5G di WINDTRE. Servizio 5G valido solo in Italia. Per info e copertura windtre.it/5g.


Wind Tre S.p.A.
Largo Metropolitana, 5 - 20017 Rho (MI) Italia
t. 02-30112000
www.windtregroup.it


Come partecipare agli eventi

Per informazioni sulle modalità di adesione in qualità di Sponsor o Espositore scrivere a: sponsorship@soiel.it
Le informazioni sulle modalità di adesione come visitatore sono riportare sulla specifica scheda evento