Formula fisici

TORINO , 28/11/2012

Connectivity 2012

L'integrazione di Cablaggio, Networking, Datacenter

Per informazioni: Veronica Fano
veronica.fano@soiel.it - 02 26148855

Sponsor


Expo

08.30 Registrazione dei partecipanti


09.15 Benvenuto e apertura dei lavori
Alessandro Betti, Soiel International

09.30 I temi della giornata

A cura del moderatore Pietro Nicoletti

09.40 CABLING: le nuove frontiere di integrazione con il Networking
Brevi riflessioni di Pietro Nicoletti

09.50 Infrastruttura di Cablaggio a supporto degli obiettivi aziendali
I Data Center sono realtà in continua evoluzione e Living Infrastructure è un innovativo approccio architetturale alla loro progettazione, implementazione ed evoluzione. Living Infrastructure comprende strumenti di progettazione e soluzioni di cablaggio strutturato che facilitano le scelte progettuali, consentono risparmi nei tempi e nei costi di realizzazione mentre semplificano le evoluzioni future.
Giampiero Sforte, CommScope

10.20 Soluzioni di cablaggio di rete nei moderni Datacenter: piattaforme, sistemi e innovazioni per assicurare efficienza e gestione dei collegamenti
Nei Datacenter odierni, vengono gestite un numero sempre maggiore di porte. L’evoluzione tecnologica, inoltre, richiede di prevedere infrastrutture fisiche all’avanguardia, idonee a svilupparsi per permettere le metamorfosi del Datacenter. Tralasciare questi particolari può portare a conseguenze anti-economiche in breve tempo: sappiamo sempre individuare e dotarci delle soluzioni migliori?
Carlo Maria Soave, TE Connectivity

10.50 Coffee break e visita all’area espositiva

11.30 Nuove tecnologie per la connessione di reti industriali
Nuove soluzioni tecnologiche e innovative per il Networking industriale, flessibili, rapide e versatili, tali da ottimizzare le prestazioni di rete, riducendo tempi e costi di installazione.
Andrea Castagnetti, HARTING

12.00 NETWORKING: supportare prestazioni e applicazioni sempre più evolute
Brevi riflessioni di Pietro Nicoletti

12.10 BYOD: la connettività di dispositivi mobili a una rete sicura e intelligente
Il rapido aumento della richiesta di mobilità e l’esplosione dell’uso di dispositivi mobili può risultare in soluzioni non omogenee che impattano notevolmente anche sulla rete e sulla sua gestione. Deve quindi cambiare l’approccio rendendolo più strategico e in grado di affrontare la complessità: questo aiuterà le risorse a compiere il proprio lavoro in maniera più efficace, efficiente e veloce ovunque si trovino e da qualsiasi tipo di dispositivo.
Marcello Masarati, Cisco


12.40 Virtual network connectivity e gestione del networking a supporto del business

La problematica della connettivita’ e della sua gestione in una prospettiva end-to-end spazia dagli aspetti infrastrutturali, ai servizio di accesso per gli utenti, cablati o wireless, aziendali o pubblici che siano, ai servizi di trasporto ottimizzato, fino al Data Center. Tra le nuove architetture emergenti, l’approccio denominato Virtual Network Overlay si sta diffondendo in modo significativo per via della flessibilita’ e della gestibilita’ che esso porta con se’. Queste caratteristiche si dimostrano particolarmente adatte ad estendere ulteriormente i servizi in Cloud.

Paolo Maina, IBM

13.00 Buffet lunch e visita all’area espositiva

14.00 DATACENTER: innovazione e ottimizzazione delle risorse
Brevi riflessioni di Pietro Nicoletti

14.10 La rete dell’Enterprise Data Center: grandi cambiamenti e grandi opportunità
La rete del Datacenter deve da una parte supportare ad abilitare la virtualizzazione di Server e Storage e dall’altra deve essere, essa stessa, consolidata e virtualizzata per diventare più flessibile e scalabile. Questo trend è chiaramente in contrasto con le best practices tradizionali in termini di networking nel Datacenter: infatti storicamente l’alta affidabilità era ottenuta tenendo l’ambiente statico e minimizzando i cambiamenti da apportare all’infrastruttura. L’intervento introdurrà il nuovo scenario sia tecnologico che di business dell’area Datacenter Networking per poi approfondire gli approcci più innovativi evinti dal mercato e i requisiti introdotti dal paradigma Cloud.
Michele Girola, IBM Italia

14.40 Cinque percorsi dalla Virtualizzazione al Cloud
Secondo una recente ricerca condotta dal Politecnico di Milano, i limiti del Datacenter attuale riducono i margini di manovra del CIO nel fornire, alle linee di Business, un reale supporto al cambiamento aziendale. Un punto di resistenza evidenziato dalla ricerca nel percorso evolutivo del Datacenter tra virtualizzazione e Private Cloud è il passo tra il completamento della virtualizzazione delle componenti e l’automazione del Datacenter le cui componenti hanno, oggi più che mai, necessità di essere gestite in modo integrato. Sono state individuate cinque possibili modalità di mettere in atto il cambiamento: ciascun percorso traguarda obiettivi differenti e comporta differenti misure organizzative di supporto. Quale sarà il percorso più adatto alla Vostra realtà? Ecco i consigli per affrontare al meglio ciascuna opzione.
Denis Nalon, Fujitsu

15.10 Cosa ne pensano i CIO: problemi e opportunità

16.00 Estrazione dei premi e chiusura dei lavori
 

Location: Hotel NH Torino Centro
Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele II, 104
CAP: 10121
Città: Torino (TORINO)
Sito web: http://www.nh-hotels.it/hotel/nh-torino-ambasciatori

L'hotel NH Torino Centro è situato vicino alla Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea (GAM), ad appena un chilometro dal centro di Torino. Si trova a poca distanza dalle due principali stazioni ferroviarie, facilitando gli spostamenti e le visite ai luoghi di interesse.
CommScope

CommScope nasce come fornitore di cablaggio per il mercato della emergente TV via cavo negli anni 70 e diventa in qualche decennio una azienda multi-miliardaria, affermandosi come fornitore globale di infrastrutture con soluzioni installate nelle migliori reti wireless, cablate, aziendali e per la TV via cavo.

Nel 2003 acquisisce la Divisione Connectivity Solutions di Avaya e nel 2007 acquisisce Andrew Corporation.

Il quartier generale di CommScope è a Hickory in North Carolina e l’azienda è presente in più di 100 paesi con 25.000 dipendenti e 55 siti produttivi nei vari continenti.
In Italia conta circa 250 dipendenti suddivisi nelle due sedi di Agrate Brianza e di Faenza.

CommScope, i cui investimenti in ricerca e sviluppo nell’ultimo decennio hanno superato il miliardo di dollari, ha al suo attivo più di 3000 brevetti e dal 2011 fa parte del gruppo Carlyle guidato in Europa da Marco De Benedetti.

CommScope fa parte della classifica Fortune 500. A livello globale CommScope è organizzata in tre divisioni Broadband, Wireless e Venues & Campus.

Le divisioni Broadband, che fornisce le infrastrutture per le comunicazioni urbane e geografiche per le reti a larga banda e di TV via cavo e Wireless, che fornisce infrastrutture per la realizzazione di ponti radio e di reti per la telefonia mobile, hanno come principali clienti i carrier che realizzano le reti di comunicazione pubbliche, mentre la divisione Venues & Campus, che realizza infrastrutture di rete commercializzate con i marchi SYSTIMAX® e Uniprise® (sistemi di cablaggio strutturato) si rivolge ad aziende private ed enti pubblici che vogliono investire in infrastrutture di rete in grado di risolvere qualsiasi problema di connettività e di rimanere al passo con l’evoluzione tecnologica.

CommScope è il fornitore ideale per organizzazioni medio-grandi e per le multinazionali, il 75% delle società Fortune 100 è cliente CommScope. Anche in Italia annovera clienti in tutti i settori come banche, aziende media, grandi complessi, industria e Information Technology.

La presenza globale è coadiuvata da una rete mondiale di 2000 partner altamente qualificati e formati nei centri di formazione e certificazione interni.

CommScope, con il marchio SYSTIMAX, è leader mondiale nei sistemi di cablaggio strutturato. I laboratori SYSTIMAX che derivano dai Bell Labs di AT&T, inventori del cablaggio strutturato, si sono sempre distinti per essere i primi a sviluppare sistemi di cablaggio innovativi le cui caratteristiche diventano poi la base per la definizione degli standard più avanzati.

Soluzioni
I sistemi di cablaggio GSX10D di categoria 6A SYSTIMAX, che consentono di realizzare reti locali in rame con una velocità di 10 Gbps e di realizzare la ormai irrinunciabile struttura connettiva in rame dei Data Center con cablaggi flessibili, superiori allo standard e con notevoli risparmi sui costi, sono stati introdotti nel mercato per la prima volta già nel 2004, successivamente nel 2008  viene rilasciato lo standard di Cat 6A/ ClasseEA.

La fibra LazrSPEED 300 già commercializzata nel 1998 vede come riferimento lo standard OM3 rilasciato nel 2002.

Altri sistemi disponibili nel catalogo SYSTIMAX sono la soluzione in fibra ottica preterminata InstaPatch 360, la soluzione in rame preterminato InstaPatch Quattro e il sistema di gestione dell’infrastuttura imVision.

Strategie
Nonostante gli importanti risultati già raggiunti, CommScope continua ad affermare la sua leadership tracciando un nuovo percorso evolutivo. Questo sviluppo si traduce concretamente nel passaggio dall’essere un costruttore di prodotti innovativi e con elevate prestazioni a società che sviluppa soluzioni di alta qualità utili al raggiungimento degli obiettivi di business dei propri clienti (Produttività, Ricavi, Contenimento dei Costi, Immagine, Stabilità).
Tutto ciò ha richiesto un cambio di cultura all'interno della società che ha investito pesantemente in formazione e nello sviluppo di processi che pongano al centro le esigenze e la soddisfazione a lungo termine dei clienti.
La divisione Enterprise vanta già una lunga storia come consulente e fornitore di soluzioni end-to-end e di soluzioni che garantiscano sostanziali contenimenti del costo totale della proprietà (TCO - Total Cost of Ownership).
I clienti Commscope non considerano il personale Enterprise come degli addetti alla vendita ma come consulenti di fiducia, che collaborano con loro coerentemente, sul lungo termine, per aiutarli ad aumentare il successo della loro azienda.

 

CommScope Italy S.r.l.
Via Archimede, 22/24
20864 Agrate Brianza (MB) Italy
www.commscope.com
 


FUJITSU + INTEL
Fujitsu è la principale società giapponese di ICT (Information and Communication Technology) che propone una gamma completa di prodotti, soluzioni e servizi tecnologici. Con oltre 159.000 dipendenti, Fujitsu è presente in oltre 100 Paesi; Fujitsu, al fianco dei propri clienti, combina le proprie esperienze con le potenzialità della tecnologia per dare forma alla società futura. Fujitsu Limited (TSE: 6702) ha chiuso il suo ultimo esercizio al 31 marzo 2015 con un fatturato consolidato di 4,8 trilioni di yen, pari a circa 40 miliardi di dollari. Per maggiori informazioni, è possibile visitare l'indirizzo http://www.fujitsu.com/.

Fujitsu EMEIA
In Europa, Medio Oriente, India e Africa (EMEIA), Fujitsu è un’azienda leader nel mercato dell’Information and Communication Technology, con un portfolio completo di  prodotti, soluzioni e servizi per una clientela business, che vanno dai sistemi per l'ambiente di lavoro fino alle soluzioni per data center, servizi gestiti, software e soluzioni cloud-based. La filosofia di Fujitsu è basata sulla Human Centric Intelligent Society, che punta a creare valore dalla connessione fra le infrastrutture, potenziando le persone e definendo in modo creativo nuove forme di intelligenza. Nell'area EMEIA, Fujitsu conta circa 28.000 dipendenti e fa parte del Gruppo Fujitsu globale. Per maggiori informazioni è possibile consultare l'indirizzo ts.fujitsu.com/aboutus.

Fujitsu
Centro Leoni - Palazzo A
Via Spadolini 5
20141 MILANO
www.fujitsu.com/it
e-magazine: www.tech4green.it

HARTING
HARTING progetta, produce e commercializza in tutto il mondo componenti e soluzioni complete per connessioni elettriche di potenza, segnale e trasmissione dati.

IBM Italia

Con 110 anni di storia, IBM è leader nell’Innovazione al servizio di imprese e istituzioni in tutto il mondo. Opera in 175 paesi.

L’azienda offre alle organizzazioni di ogni settore l’accesso alle tecnologie esponenziali e ai servizi di consulenza per la trasformazione digitale dei modelli di business.

Hybrid cloud, intelligenza artificiale, analytics, sistemi hardware, blockchain, cybersecurity e quantum computing: queste le aree in cui IBM è riconosciuta come leader a livello globale e come brand dal forte impegno etico nei confronti del mercato e del contesto sociale in cui opera.

Alla Ricerca scientifica, IBM destina ogni anno circa 6 miliardi di dollari con il lavoro di 12 centri di carattere globale e migliaia di ingegneri, scienziati e designer in 46 Stati americani e altri 54 Paesi.

Ciò assicura il primato, ininterrotto dal 1993, nella classifica dei brevetti depositati negli Stati Uniti. 

Nel 2020 si sono attestati a quota 9130, centodue dei quali provenienti dal nostro Paese: 2300 riguardano l’intelligenza artificiale, 3000 il cloud e 1400 l’area della sicurezza. L’insieme delle invenzioni registrate a partire dal 1920 ammonta ora a oltre centocinquantamila.

Ad aprile 2020, IBM ha annunciato di essere tra i partner fondatori di Open COVID Pledge, iniziativa che offre accesso gratuito ai brevetti e alle nuove richieste di registrazione con oltre 80.000 brevetti in tutto il mondo per contribuire a diagnosticare, prevenire, contenere e curare il coronavirus.

IBM opera in Italia dal 1927 contribuendo, senza soluzione di continuità, sia allo sviluppo dell’innovazione e della sostenibilità in ogni settore economico sia di progetti in un’ottica di Corporate Social Responsibility.

Per approfondire: https://www.ibm.com/annualreport/


Reichle & De-Massari

Reichle & De-Massari Italia S.r.l. è la sede Italiana della Reichle & De-Massari, azienda Svizzera leader nella produzione e distribuzione di soluzioni di cablaggio passivo per la trasmissione dati.

www.rdm.com


Come partecipare agli eventi

Per informazioni sulle modalità di adesione in qualità di Sponsor o Espositore scrivere a: sponsorship@soiel.it
Le informazioni sulle modalità di adesione come visitatore sono riportare sulla specifica scheda evento