ll Metaverso

Formula webinar

27/10/2022 dalle 09:30 alle 12:30

Il Metaverso

Cos’è, come funziona, come sta cambiando il modo di fare business

Per informazioni: Alessia Pesce
alessia.pesce@soiel.it - 02 30453323

Sponsor Gold


Contributo culturale di

Il cambio di nome di Facebook in Meta ha fatto esplodere l’interesse verso quello che molti definiscono il Web 3.0, la rete Internet del Futuro, il Metaverso.

Uno spazio nuovo, un universo digitale dove combinando vari elementi di tecnologia, realtà virtuale e realtà aumentata, gli utenti possono interagire tra loro tramite dispositivi tecnologici e possono realizzare in 3D tutto ciò che vogliono: negozi, uffici, locali dove tutti si possono incontrare, interagire e sviluppare le proprie attività

La blockchain sarà una delle tecnologie alla base del Metaverso e le criptovalute potrebbero essere il gas di questa rivoluzione con ad esempio utility token in grado di creare una economia digitale oppure l’applicazione degli NFT per l’erogazione di servizi.

E se le applicazioni più immediate possono sembrare quelle del gaming e dell’intrattenimento, è già iniziato lo sviluppo di un’economia in cui si potranno scambiare facilmente asset digitali.

• Come funziona il metaverso?

• Come sta cambiando e cambierà il modo di fare business?

Queste sono alcune delle domande alle quali cercheremo di rispondere nel corso di una conference mutlidisciplinare, in cui il tema sarà esplorato da esperti di temi economici, sociologici, del diritto e delle soluzioni digitali, consumer e business: Il Metaverso, Web Conference in programma il prossimo 27 ottobre.

 

La partecipazione è GRATUITA previa registrazione e soggetta a conferma da parte della segreteria organizzativa.

 


FORMULA 'WEB CONFERENCE'
La Web Conference è una diretta streaming a cui è possibile partecipare gratuitamente, previa iscrizione. 15 minuti prima dell'orario di inizio, sarà possibile accedere all'evento online tramite il login alla propria area riservata 'MyPage' sul sito Soiel.

09.30 Benvenuto e apertura dei lavori
Lorenzo Betti, General Manager - Soiel International
Francesco Marradi, Esperto di Intelligenza Artificiale e Quantum Computing

09.40 Metaverso, nuova buzzword?
Partendo da questa provocazione nel corso dell'intervento spiegheremo come affrontare i processi di innovazione e introdurre tecnologie digitali nelle organizzazioni.
Alfonso Fuggetta, Prof. ordinario di informatica presso il Politecnico di Milano; CEO e Direttore Scientifico - Cefriel

10.05 Metaverso vs Web 3.0: metachi, metacosa, metaquando
Metaverso e Web3.0: due paradigmi attigui, complementari ma rispetto lo stato dell’arte degli use case lanciati oggi dai brand in diverse industrie, non sempre sinonimi. L’intervento avrà l’obiettivo di fornire i parametri per classificare i due trend di innovazione, spiegarne le differenze, le reciproche collocazioni, le sfide da superare per diventare mainstream in ottica di adozione e, per concludere, la condivisione di uno use case reale in ambito web 3.0.
Paolo Massimiliano Sivo, CX Country Leader - Oracle

10.25 Metaverso e sostenibilità: opportunità digitali per evolversi in modalità green
L’intervento tratta del Metaverso con un focus sulla sostenibilità, evidenziando il contributo che le principali tecnologie emergenti, quali il Metaverso, la realtà estesa e il web 4.0, possono dare nell’affrontare le sfide ambientali e climatiche che aziende, enti pubblici e privati cittadini sono chiamati a cogliere.  Si approfondiranno le potenzialità offerte dalla piattaforma hVerse, l’unica lowcode che permette di creare Metaversi proprietari in webXR per potenziare la customer experience, generare nuove opportunità di business e offrire un’esperienza rivoluzionaria in modo semplice e sostenibile. Infine, verranno mostrati alcuni Metaversi che hanno permesso ad alcune importanti realtà aziendali di registrare ottimi risultati, riducendo le emissioni di CO2 e offrendo un'esperienza immersiva completamente nuova.
Antonio Squeo, Chief Metaverse Officer - Hevolus Innovation

10.42 The Metaverse Monomyth - A journey from ‘buzz’ to business
Il Metaverso raggiungerà un valore di oltre 1.000 miliardi di dollari nei prossimi anni e probabilmente influenzerà molti processi di business. Diverse aziende hanno cercato di entrarvi rapidamente ma è importante prima capire cosa sia il Metaverso e quale valore possa portare. Nell'intervento verranno affrontati argomenti quali strategia e sperimentazione per trasformare il Metaverso in un abilitatore al cambiamento cross-industry.
Silvia Peschiera, Italy Mobile & XR Practice Leader | Davide Aliti, Mobile and Integration Architect | Daniel Soleimani, Senior Mobile and Integration Architect - IBM

10.59 Non siamo fatti per lavorare. Giocare è una cosa seria, anche nel mondo del lavoro
La gamification nel Metaverso rende l'apprendimento non solo informativo, ma anche divertente, offrendo alle persone l'opportunità di sentirsi parte integrante del processo di apprendimento complessivo grazie all’impiego di uno storytelling unico.
Fabrizio Azzellini, Global Director Marketing and Communications - TXT Group

11.16 Web3 e Metaverso, le opportunità per le corporate
Web3 e Metaverso sono due termini che creano Hype in merito al futuro digitale.
Ma quali sono le opportunità per il settore corporate? Sarà un business ad uso e consumo delle big tech o tutte le aziende potranno trovare nei mondi virtuali nuovi sistemi di interazione con clienti e partner?
Thomas Iacchetti, CEO - Fleap

11.33 Davvero mi serve la blockchain per vivere il Metaverso?
Da poco più di un anno i termini Metaverso e blockchain sono sulla bocca di tutti. Ma parliamoci chiaro: devono necessariamente andare a braccetto? 
Serve davvero che le mie sneakers virtuali ed il resto del mio meta-guardaroba siano notarizzati e distribuiti come token? 
In questo intervento si parlerà di quanto questo connubio sia importante e dei nuovi modelli di interazione che gli utenti potranno avere grazie alla progressiva digitalizzazione della propria identità. Soprattutto, nell’ambito delle nuove frontiere del gaming.
Lorenzo Petrangeli, Project Manager di Knobs e CEO di NFT Factory

11.50 È possibile fare smart working dal Metaverso?
Si parla molto di metaverso, ma è già possibile essere produttivi e lavorare da un ufficio virtuale utilizzando degli occhiali per la realtà virtuale? Ci sono molti esempi di eventi come concerti, esposizioni, convegni organizzati da grandi società direttamente nel metaverso, ma queste esperienze sono spesso 2d, di una durata non superiore a un'ora e organizzate per un'unica data. È molto diverso dall'utilizzare questa tecnologia su base giornaliera. Durante questo intervento verranno condivise esperienze su come è lavorare dal metaverso, vantaggi e limitazioni, e alcuni esempi di come Parallel Office sta aiutando altre aziende a essere più produttive, più sostenibili e più immerse nel lavoro tramite l'utilizzo del metaverso per il lavoro.
Gregor Maric, Chief Metaverse Officer - Parallel Office

12.07 I Videogiochi prima del Metaverso
Prima che il Metaverso fosse sulla bocca di tutti, esistevano i videogiochi e il loro potere di essere immersivi, la loro grande capacità di connettere persone con persone e persone con prodotti, il loro potere di essere mondi virtuali assolutamente credibili. Oggi lo scenario non è del tutto cambiato. Videogiochi e Metaverso hanno in comune molte cose e per molti versi sono la stessa cosa. 
Marco Alessandro Minoli, CMO - Slitherine

12.24 “Murder in Metaverse” - Norme in materia di tutela penale del corpo elettronico
L’intervento, muovendo dal concetto di corpo elettronico e dalla nozione di Metaverso individuabile nella standardizzazione in materia, intende esaminare, alla luce della convergenza nei processi di digitalizzazione dei beni e dei rapporti, e delle conseguenti implicazioni in termini di necessità di garanzie adeguate per la tutela dei diritti fondamentali, alcune fattispecie relative alla tutela penalistica applicabile.
Giuseppe Serafini, Avvocato Cassazionista - Foro Di Perugia

12.40 Chiusura dei lavori

Cefriel

Cefriel è un centro di innovazione digitale not-for-profit, fondato nel 1988 dal Politecnico di Milano, è costituito da attori pubblici e privati per promuovere lo sviluppo delle realtà del Paese grazie all'applicazione delle tecnologie e dei servizi digitali.
Cefriel integra in modo organico ricerca, innovazione e formazione per promuovere competitività, sviluppo delle conoscenze e delle competenze.
Con oltre 140 professionisti con competenze multidisciplinari distintive, Cefriel aiuta a far crescere e svilupparsi le imprese e il tessuto socio-economico del Paese, grazie alla valorizzazione delle conoscenze e competenze nel campo delle tecnologie e servizi digitali.


Cefriel S.Cons.R.L. 
indirizzo: Viale Sarca 226 - 20126 Milano 
telefono: +39 02 23 9541
e-mail: info@cefriel.com 
sito web: www.cefriel.com


Fleap

FLEAP è la prima piattaforma europea di Smart Governance, interamente basata su blockchain, in grado di fornire strumenti software, legali e finanziari per semplificare la gestione dei processi societari.

FLEAP è una startup fondata nel 2019 da Thomas Iacchetti, Donato Pastore e Paolo Bucciol per applicare la blockchain in sistemi di governance societaria.Dopo essere stata incubata dal Polihub, FLEAP ha avuto accesso al programma startup with IBM dove ha potuto porre le basi per costruire l’infrastruttura basata su Hyperledger.

Questi sviluppi hanno portato alla realizzazione della DIGITAL COMPANY,  piattaforma SAAS frutto di un grande lavoro tecnico e legale, dove la complessità del diritto societario è stata tradotta in un sistema digitale, sfruttando al massimo le potenzialità della blockchain nell’ambito Regtech e Fintech

Nel 2020 è stata la prima società in Europa a digitalizzare i libri sociali di una S.r.l. e di una S.p.a su DLT e ad emettere uno Strumento Finanziario Partecipativo nativo su token digitali.

Ad oggi FLEAP ha gestito la digitalizzazione di numerose aziende, anche con captable molto frammentate. A maggio  di quest’anno, in particolare ha supportato la prima compravendita di azioni di una S.p.A su blockchain con validazione notarile direttamente in piattaforma. 
Questa operazione è stata non solo la prima in Europa, ma ha rappresentato una vera e propria pietra miliare nell’innovazione dei processi societari Blockchain based.

FLEAP ambisce a diventare il nuovo standard di riferimento per tutte le società europee non quotate. Per ora.

Sito web: www.fleap.io


Hevolus Innovation

Hevolus Innovation è un’impresa italiana di ricerca, progettazione e sviluppo di tecnologie rivoluzionarie per il settore della customer experience: attraverso la realizzazione di soluzioni e piattaforme digitali innovative, Hevolus aiuta le aziende e le organizzazioni a trasformare modelli di business e processi per offrire alle persone esperienze coinvolgenti ed emozionali.
Grazie al ruolo pionieristico e agli investimenti costanti in R&D, Hevolus Innovation oggi è leader nel mondo delle tecnologie per il metaverso, tra cui blockchain, digital twins, NFT, realtà virtuale e aumentata, Intelligenza Artificiale, IoT, cloud computing, che utilizza per innovare l’esperienza utente e le strategie di business nei mercati di riferimento. Fra questi, retail, manufacturing, automotive, healthcare, educational con Turismo, Cultura, Istruzione.
Tra i casi di maggiore successo: Camera Nazionale della Moda Italiana, Ferragamo, Ferroli Group, Natuzzi, Rubner, Università degli Studi Federico II di Napoli, Würth Italia. 
Gold Partner internazionale di Microsoft per la mixed reality, vincitrice del Premio Innovazione SMAU dal 2017 a oggi, Hevolus ha vinto il Retail Week Awards 2020 nella categoria Game Changer ed è presente nella lista dei primi dieci fornitori europei di piattaforme AR/VR.
Dal 2020 Hevolus Innovation ha al suo fianco CDP Venture Capital SGR, in qualità di investitore a supporto della crescita globale dell'azienda. 
Da maggio 2022 Hevolus è tra gli early adopter a livello mondiale della piattaforma Qualcomm Snapdragon Spaces per la creazione di ambientazioni 3D metaversiche.
Hevolus è anche Lenovo ISV AR/VR partner a livello worldwide.
L’offerta di Hevolus Innovation è “ready to go” e comprende lo studio del customer journey, il design del modello di business, lo sviluppo di tutti i software necessari al funzionamento, i test operativi. 
CEO è Antonella La Notte e CIO è Antonio Squeo, che dal 2022 è anche nell’Advisory Board del Metaverse Fashion Council.  

Il core business di Hevolus Innovation tra metaverso e web XR
Tra le varie piattaforme ideate e sviluppate da Hevolus dal 2013 ad oggi, due soluzioni strategiche fanno leva su metaverso e webXR per far evolvere il customer journey in chiave phygital, inclusiva e sostenibile. 

∎ hVerse
hVerse è la prima piattaforma low-code a livello mondiale, che permette di creare, personalizzare e pubblicare metaversi in webXR con semplici operazioni di drag & drop ed editing. Senza difficoltà e senza cambiare il proprio modo di lavorare, hVerse permette di generare ambienti architettonici 3D personalizzati - come sale meeting, reception e showroom virtuali - e utilizzare questi spazi per accogliere via web clienti e partner, organizzare riunioni, mostrare i prodotti, tenere sessioni di training. La piattaforma è fruibile via web ed è già pronta anche per esperienze immersive con device indossabili o portatili in realtà aumentata e mista.

Con hVerse è possibile: 
- costruire ambienti 3D personalizzati e scalabili per spazi virtuali di hall/reception/exhibition o di meeting collaborativo,
- caricare risorse digitali 3D e digital twin di prodotti, anche in versione animata e interattiva,
- offrire esperienze digitali sincrone e immersive, per un numero illimitato o per una cerchia ristretta di utenti, fruibili via web con qualsiasi dispositivo e anche in realtà estesa (XR), aumentata e mista, con visori MR e olografici,
- pubblicare il proprio metaverso tramite link o iFrame all'interno del proprio sitoweb.

La piattaforma è integrata con un modulo per la raccolta e il tracciamento dei dati degli utenti.

∎ Hybrid Learning Spaces
Hybrid Learning Spaces (HLS) è la soluzione per potenziare e aumentare la didattica creando nuove metodologie e nuovi spazi per l’apprendimento in linea con i paradigmi educativi phygital.

Con HLS è possibile: 
- Creare aule virtuali immersive a cui gli studenti possono partecipare via web con qualsiasi device oppure indossando Microsoft HoloLens 2,
- Presentare in aula lezioni in realtà aumentata e mista, con asset 3d e contenuti multimediali, condividendo il proprio punto di vista (POW sharing) su dispositivi secondari grazie alla modalità Spectator View,
- Creare laboratori ibridi 3D like con partecipazione interattiva sincrona tramite avatar.

Le nuove tecnologie, i device intelligenti e l’approccio ibrido permettono oggi agli istituti d’istruzione di rispondere al cambio di paradigma in corso mettendo in campo un modello esperienziale interattivo e multidisciplinare in grado di porre lo studente al centro, coinvolgendolo in prima persona, stimolando il suo spirito di iniziativa e fornendo competenze specifiche sulle tecniche di team collaboration fondamentali nel mondo del lavoro.

Hevolus srl
ZONA ASI | Via G. Agnelli, 31-31/A | 70056 Molfetta (BA) – Italia
E-mail: info@hevolus.it
Tel: +39 080 964 8300
Sito web: www.hevolus.com


Knobs

KNOBS è leader italiana in consulenza e sviluppo di progetti in ambito blockchain.

Nasce nel 2014 come software house specializzata in tecnologie all’avanguardia, ad opera di 3 docenti e ricercatori del Politecnico di Milano: Vincenzo Rana, attuale CEO dell’azienda, Francesco Bruschi, scientific advisor di KNOBS e Direttore dell’Osservatorio Blockchain & DLT del Politecnico, e Alessio Pagani, innovation manager. 

Sin dagli esordi rivolge un’attenzione particolare alla tecnologia blockchain, occupandosi al contempo di prototipazione rapida, progettazione e sviluppo di progetti software e hardware complessi anche in ambito IoT, domotica, applicazioni mobile e piattaforme web e di progetti full-stack per l’integrazione delle tecnologie e dei linguaggi più avanzati.

Oggi la blockchain riguarda il 100% dei progetti realizzati dalla società, con lo sviluppo di soluzioni soprattutto per l’ambito aziendale. 

KNOBS svolge da sempre un ruolo pionieristico e di primo piano in Italia per un’adozione diffusa e consapevole della blockchain.
Come tale, è autrice, ad esempio, di una delle prime piattaforme italiane basate su tecnologia NFT, sviluppata ad inizio del 2020 - in anticipo di un anno e mezzo rispetto all’attuale trend di mercato - in occasione del convegno di presentazione dei risultati di ricerca dell’Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger Technology. La piattaforma ha permesso di distribuire a tutti i partecipanti all’incontro, mediante semplice scansione di un QrCode, il report di tutti i contenuti in formato NFT, cioè digitale, numerato, certificato e personale.

KNOBS ha un rapporto di collaborazione consolidata con alcuni dei più importanti istituti italiani impegnati nella ricerca e nella diffusione della tecnologia blockchain, quali il Politecnico di Milano e l’Osservatorio Blockchain & DLT, e partnership internazionali, in particolare negli USA, a Londra e Singapore, per lo sviluppo e l’implementazione di progetti su blockchain.

Promuove l’innovazione e l’aggiornamento tecnologico di grandi aziende, PMI e start-up e l’utilizzo della tecnologia blockchain come driver di sviluppo cruciale per molti settori e paradigma rivoluzionario, in crescita a livello globale e italiano dal 2016.

Fonda la sua forza e competenza su una costante attività di scouting e ricerca delle tecnologie più innovative e dei trend del mercato più all’avanguardia e sul know-how tecnico e strategico di un team che lavora da tutta Europa, con sede operativa principale a Milano. 

KNOBS srl
Bastioni di Porta Volta, 9
20121 Milano (MI) - Italia 
Telefono: +39 349/4658917
e-mail: info@knobs.it 
Sito web: www.knobs.it


Oracle

Presente in oltre 175 paesi nel mondo con circa 135.000 dipendenti e un fatturato pari a circa 40 miliardi di dollari nell’anno fiscale 2020 chiuso il 31 maggio, Oracle (NYSE: ORCL) propone ai suoi oltre 430.000 clienti un’offerta tecnologica completamente integrata e ottimizzata, costituita da sistemi software e hardware fruibili sia in Cloud sia in modalità tradizionali “on-premise”.

Oracle è nata nel 1977 da un’intuizione di Larry Ellison: partita dalle tecnologie di data management (“database”), per cui è tuttora leader indiscussa nei numerosi report di analisti di mercato e terze parti, Oracle alimenta la propria capacità di innovazione investendo costantemente in Ricerca e Sviluppo (oltre 40 miliardi di dollari dal 2004 a oggi), area in cui operano attualmente 38.000 sviluppatori e tecnologi. Sono invece 19.000 gli esperti in consulenza e 14.000 le risorse impiegate per i servizi di supporto al cliente; sono oltre 25.000 sono i business partner Oracle a livello mondiale, cui è dedicato uno specifico programma, denominato Oracle Partner Network (OPN), a garanzia di un supporto continuativo ed efficiente.

ORACLE CLOUD
Il posizionamento e la visione di Oracle per i prossimi anni è ben rappresentata dalla definizione Integrated Cloud Applications and Platform Services. Una visione che vede il Cloud come fulcro, motore e abilitatore della trasformazione digitale delle aziende di qualsiasi dimensione e settore.

L’azienda ha messo a punto una suite completa di servizi in tutti i livelli del Cloud – SaaS (Software as a Service), PaaS (Platform as a Service) e IaaS (Infrastructure as a Service) potenziando l'offerta di data management di cui le aziende hanno bisogno per gestire i propri dati e affrontare una migrazione verso il Cloud. Con un mondo di applicazioni SaaS virtualmente per ogni funzione aziendale – dalla Finanza (ERP, EPM) al Marketing e Customer Care (CX, ecc), dalla Supply Chain (SCM) alle Human Resources (HCM) ecc – e la possibilità di integrazione con varie piattaforme tecnologiche, dalla BlockChain all’IoT, dall’Intelligenza Artificiale al Machine Learning - la completezza funzionale e sistemica di Oracle Cloud è la più estesa del mercato ed è già un realtà presente e apprezzata dai molti clienti. 

Si tratta di servizi basati al 100% su standard di settore che vanno a integrarsi in una piattaforma completa che consente di migrare sul Cloud Oracle anche le applicazioni enterprise presenti on-premise nei Data Center delle aziende. Una rivoluzione che riguarda non solo le applicazioni e il database Oracle, ma anche quelle di terze parti e le applicazioni sviluppate in modo personalizzato/custom, a dimostrazione che qualunque soluzione può essere migrata sul Cloud di Oracle, totalmente compatibile con la tecnologia che i clienti utilizzano in modalità tradizionale.

Da ultimo, Oracle offre soluzioni anche a clienti che per vincoli normativi non possano aderire pienamente al paradigma Cloud, con la soluzione “Oracle Cloud at Customer”, che fornisce i servizi Cloud direttamente nel data center del Cliente. I servizi Cloud sono completamente gestiti da Oracle, in modo che sia possibile sfruttare l'agilità, l'innovazione e il costo basato sul consumo del Cloud Oracle, pur rispettando i requisiti di residenza dei dati.

L’impegno di Oracle è rivolto ad aiutare le aziende a trarre il massimo valore possibile dai loro investimenti in ambito hardware e software, in modo che la funzione IT non sia associata più alla complessità, bensì all’innovazione. Per eliminare la complessità, infatti, Oracle ingegnerizza hardware e software in modo che lavorino al meglio insieme nel cloud e nel data center. Dai server allo storage, dal database al middleware fino alle applicazioni, Oracle copre ogni singolo livello dello stack tecnologico integrando prodotti best-of-breed, ottimizzati e ingegnerizzati con l'obiettivo di interoperare garantendo le massime prestazioni. 

Inoltre oggi l’Oracle Autonomous Database, grazie alle sue funzionalità “self-driving”, “self-securing” e “self-repairing” uniche nel settore, aiuta a ridurre il rischio sicurezza evitando danni alla reputazione, costi legati alle violazioni e danni economici. Le patch di sicurezza sono infatti applicate automaticamente senza tempi di fermo, in un contesto protetto da accessi non autorizzati alle informazioni grazie all’adozione di crittografia dati predefinita.

Oracle progetta anche soluzioni verticali integrate per affrontare processi di business particolarmente complessi in un'ampia varietà di settori: dal retail al settore delle utility o delle telecomunicazioni, dal settore finanziario a quello dell’hospitality/alberghiero.

Oracle mette poi a disposizione una piattaforma di sviluppo aperta e innovativa, basata su open standard che supporta non solo i prodotti Oracle, ma anche tecnologie open source per blockchain, containers, serverless, AI, machine learning. Tutto questo con vari linguaggi di programmazione: non soltanto, naturalmente, JAVA, ma anche Phyton, Ruby, ecc. Gli sviluppatori hanno così la possibilità di utilizzare lo stack di applicazioni da loro preferito per lo sviluppo e la distribuzione di applicazioni su Oracle Cloud.

ORACLE IN ITALIA
Nel nostro Paese, Oracle è presente dal 1993, con sedi principali a Milano e Roma e con filiali a Torino, Padova, Bologna. Oracle in Italia, con oltre 1.100 dipendenti, opera al fianco di circa 700 Business Partner - in particolare ISV, System Integrators e VAR – che conoscono a fondo le esigenze di specifiche aree geografiche o merceologiche e che sono in grado di aggiungere valore all’offerta Oracle. L’azienda è guidata nel nostro paese da Fabio Spoletini, Country Leader e Senior Vice President Technology Sales per Italia, Francia, Iberia, Russia e CSI.

ORACLE IN BREVE
Oracle Cloud offre delle suite complete di applicazioni in modalità SaaS (“Software as a Service”) per ERP (Enterprise Resource Planning), HCM (Human Capital Management) e CX (Customer Experience), oltre alla propria pluripremiata piattaforma database “Platform as a Service” (PaaS) e all’“Infrastructure as a Service” (IaaS), servizi erogati da data center diffusi nel mondo – nelle Americhe, in Europa e in Asia.

Per ulteriori informazioni su Oracle (NYSE: ORCL), www.oracle.com/it

Per seguire Oracle Italia su Twitter: http://twitter.com/OracleItali

RESPONSABILITÀ SOCIALE
Oracle ha diverse iniziative a livello globale e locale in tutte le diverse aree: Educazione, Supporto sociale, Volontariato, Sostenibilità.
Per una visione corretta e completa si rimanda la sito istituzionale: https://www.oracle.com/corporate/citizenship/

TRADEMARKS
Oracle and Java are registered trademarks of Oracle and/or its affiliates. Other names may be trademarks of their respective owners.


ORACLE ITALIA Srl
Viale Fulvio Testi 136
20092 CINISELLO BALSAMO (MI)

Tel:  +39 02 249591
Sito: https://www.oracle.com/it/index.html

 


 


Parallel Office

Parallel Office si impegna a produrre un impatto positivo sull'ambiente reinventando il modo in cui le persone utilizzano il metaverso per il business. Parallel Office è specializzata nella creazione di esperienze, servizi e contenuti con Realtà Virtuale, Realtà Aumentata e NFT all'interno del metaverso. Il core business di Parallel Office è fornire spazi di lavoro virtuali per aziende e individui, consentendo loro di trasferire le proprie attività nel metaverso. Gli utenti tramite strumenti VR che forniamo possono accedere a uno spazio di lavoro completamente attrezzato a una frazione del costo di uffici fisici e usare il proprio pc e altri strumenti di produttività per riunioni e lavoro collaborativo direttamente nel metaverso. Parallel Office è una piattaforma di coworking ambientata in un metaverso aziendale dove è possibile per team di lavoro di connettersi, collaborare e sviluppare idee insieme. Offre un'esperienza di lavoro coinvolgente attraverso l'implementazione della tecnologia VR all'avanguardia, AI e Blockchain. Utilizziamo una realtà virtuale 3D di alta qualità per migliorare le capacità del team di collaborare, comunicare, connettersi da remoto, per avere conversazioni espressive e più immersive.

My Token Space Srl- Parallel Office 
Via Victor Hugo 2, Milan 
+39 028 352 5763
gregor@paralleloffice.io 
www.paralleloffice.io
linktr.ee/paralleloffice


Slitherine

Slitherine è un publisher di video giochi esclusivamente specializzato in giochi di strategia. Nata nel 2000 dalla passione di due avidi wargamer, è ora un punto di riferimento fondamentale del panorama internazionale con i suoi oltre 200 titoli pubblicati ed una crescita costante.  
Oggi Slitherine conta oltre 100 dipendenti nel mondo e dalla sede italiana si occupa di comunicare e distribuire tutti i prodotti a livello mondiale con un team di marketing sul territorio e in remoto. 
Attraverso il marchio Slitherine vengono pubblicati i prodotti rivolti ad un pubblico largo ed eterogeneo. Titoli su licenze come Warhammer 40,000, Battlestar Galactica, Starship Troopers e franchise interne come Panzer Corps e Field of Glory sono benchmark di genere imprescindibili
Con il marchio Matrix Games il gruppo si impegna a tenere viva la nicchia del wargaming più tradizionale con titoli di punta come War in the East, Command Modern Operations and Combat Mission.
La divisione Pro del gruppo ha invece l'obiettivo di trasformare in software professionale prodotti nati per il consumo per poi fornirlo come supporto formativo e di analisi ad organizzazioni militari di tutto il mondo.  

Slitherine SRL
Via Caravaggio 4
20144 Milano (MI) 
IVA 09661290966
www.slitherine.com
www.matrixgames.com

info@slitherine.co.uk


Studio Legale Giuseppe Serafini Law Firm

Lo Studio Legale Giuseppe Serafini Law Firm, con sede in Città Di Castello, attivo da oltre 20 anni, opera, anche attraverso collaborazioni con altri professionisti, in Italia e all'estero, nel campo del diritto delle nuove tecnologie, del diritto dell'informatica, del diritto alla privacy e alla protezione dei dati personali, svolgendo attività di consulenza e assistenza legale giudiziale prevalentemente in ambito penale ed extragiudiziale. 

In particolare lo Studio è attivo nel campo della sicurezza delle informazioni e della protezione dei dati personali fornendo assistenza e supporto legale e svolgendo i servizi di Responsabile per la protezione dei dati personali. Sono affrontati anche i temi del commercio elettronico, della proprietà industriale e della protezione delle informazioni riservate, della proprietà intellettuale con specifico riferimento alle opere informatiche e i temi della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche.

L'Avvocato Giuseppe Serafini, abilitato al patrocinio innanzi alle giurisdizioni superiori, è BSI - ISO/IEC 27001:2013 Lead Auditor, Master Privacy Officer, perfezionato in Digital Forensics, Cloud & Data Protection. Già docente di Informatica Giuridica presso la Scuola di Specializzazione in Professioni Legali di Perugia, è docente di diritto europeo della sicurezza informatica e della Privacy nel Master di I livello in Cybersecurity, Data Protection e Digital Forensics dell’Università degli Studi di Perugia. Relatore e autore di numerose pubblicazioni in materia di Sicurezza delle Informazioni e Diritto delle nuove Tecnologie. Associato CLUSIT, Cloud Security Alliance Italy Chapter e Digital Forensics Alumni.


TXT

TXT Group è un Global Digital Enabler che opera a livello internazionale, fornitore specializzato in soluzioni software di ingegneria. Il Gruppo supporta efficacemente i propri clienti nei mercati high-tech, nella loro mission, nei processi core business-critical e durante tutto il ciclo di vita dei loro prodotti.

Il percorso di TXT inizia nel 1989 e, dal luglio 2000, il Gruppo è stato inserito nel segmento STAR della Borsa Italiana (TXT.MI). Ad oggi, TXT conta oltre 1000 professionisti altamente qualificati nel proprio Team. 

Il Gruppo ha intrapreso un grande percorso di acquisizioni nel tempo, incorporando diverse aziende eccellenti e incrementando così il proprio portafoglio di servizi e/o prodotti offerti al mercato.

Con sede principale a Milano, e con diversi uffici dislocati fra Europa e Stati Uniti, TXT Group è pronta a rivoluzionare il mondo digitale.

Sito web: www.txtgroup.com


Come partecipare agli eventi

Per informazioni sulle modalità di adesione in qualità di Sponsor o Espositore scrivere a: sponsorship@soiel.it
Le informazioni sulle modalità di adesione come visitatore sono riportare sulla specifica scheda evento