AGRICOLTURA 4.0

Formula webinar

23/06/2022 dalle 09:30 alle 12:30

Agricoltura 4.0

Dalla produzione sostenibile alla creazione di filiere di distribuzione eque ed efficienti, dalla tutela del consumatore alla valorizzazione del Made in Italy

Per informazioni: Alessia Pesce
alessia.pesce@soiel.it - 02 30453323

Con il contributo di


Sponsor Gold

Il processo di trasformazione digitale del settore agricolo in Italia ha vissuto in questi anni una fase di profonda accelerazione guidato dall’adozione di nuovi paradigmi tecnologici, dall’Internet of Things al cloud computing, dall’intelligenza artificiale ai device di ultima generazione, fino alla blockchain

“Nonostante la crisi Covid-19, negli ultimi due anni l’Agricoltura 4.0 ha continuato il suo percorso di crescita ed evoluzione in Italia. Il mercato è esploso, passando dai 540 milioni di euro di fatturato del primo semestre del 2020 a 1,3 miliardi a fine 2020, fino ad arrivare a 1,6 miliardi nel 2021”. I dati recentemente presentati dall'Osservatorio Smart Agrifood della School of Management del Politecnico di Milano e dal Laboratorio RISE dell’Università degli Studi di Brescia evidenziano come le imprese della filiera agroalimentare siano oggi alla ricerca di soluzioni innovative, in grado di supportare processi più efficaci, capaci di rispondere alle esigenze dei consumatori e del mercato in modo efficiente. Il tutto, con uno sguardo attento alla sostenibilità, tema centrale per un comparto chiamato ad abbracciare le tecnologie abilitanti l’Agricoltura 4.0 garantendo sempre la tutela dell’ambiente e la riduzione degli sprechi

Il futuro dell'intero sistema agroalimentare – che come emerge dall’Annuario dell’Agricoltura Italiana 2020 curato da Crea vale oltre 512 miliardi di euro (il 17% del Pil nazionale) – deve guardare obbligatoriamente in questa direzione. 

• Cosa significa oggi parlare di Agricoltura 4.0?
• Quali tecnologie sono ormai indispensabili per il comparto?
• Quali le priorità e in che modo l’Agritech può rappresentare un alleato della sostenibilità?
• E infine: quale valore aggiunto, in termini di trasparenza e tracciabilità, può garantire l’adozione della blockchain per la filiera, i consumatori e la tutela del Made in Italy nel mondo?

A queste e ad altre domande risponderemo in occasione di “Agricoltura 4.0 - Dalla produzione sostenibile alla creazione di filiere di distribuzione eque ed efficienti, dalla tutela del consumatore alla valorizzazione del Made in Italy”, in programma il prossimo 23 giugno.

La partecipazione è GRATUITA previa registrazione e soggetta a conferma da parte della segreteria organizzativa.

 


FORMULA 'WEB CONFERENCE'
La Web Conference è una diretta streaming a cui è possibile partecipare gratuitamente, previa iscrizione. 15 minuti prima dell'orario di inizio, sarà possibile accedere all'evento online tramite il login alla propria area riservata 'MyPage' sul sito Soiel.

 


DIGITAL TOUCHPOINT
Questo è un evento con DIGITAL TOUCHPOINT, sarà quindi possibile entrare direttamente in contatto con le aziende durante la Web Conference. Troverai tutte le indicazione all'interno della tua area riservata del sito Soiel, una volta che ti sarai collegato alla diretta.


NOVITÀ 2022: Value Partner Zone
La Value Partner Zone estende il progetto comunicativo e di demand generation dell’evento.
Dopo la sua conclusione, infatti, sarà realizzato un sito dedicato con taglio editoriale, in cui saranno trattati alcun temi di interesse emersi nel corso dell’evento. Alla realizzazione di un articolo di contestualizzazione verranno affiancati articoli dedicati ai contenuti degli sponsor.
Gli utenti registrati alla Value Partner Zone potranno acquisire le presentazioni e altro materiale messo a disposizione dagli Sponsor dell'evento.

 

 

09.40 Benvenuto e apertura dei lavori
Vincenzo Virgilio, Giornalista - Soiel International

09.45 Agricoltura 4.0: multifunzionale, di qualità, sostenibile, tracciabile e sicura
Durante l'intervento verranno affrontate tematiche quali:
- multifunzionalità in agricoltura;
- appello per estendere le competenze dell'EFSA alla qualità e alla sostenibilità del cibo, oltre che alla sicurezza;
- tracciabilità dei prodotti;
- contrastare l'agropirateria e il falso "made in Italy"
Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente - Fondazione UniVerde

10.05 Le sfide da vincere, le opportunità da cogliere
Fornire più cibo per una popolazione in crescita e mantenere alti i livelli produttivi contestualmente ad elevati standard ambientali. Queste sono le nuove sfide che spingono a dover rendere l'agricoltura più “produttiva” e al contempo sostenibile. L’agricoltura 4.0, attraverso un’analisi incrociata di fattori ambientali, climatici e colturali consente di compiere azioni mirate, migliorare la resa delle coltivazioni, ottimizzare l’uso degli input agronomici e incidere sulla qualità finale dei prodotti. Le tecnologie digitali, dunque, sono strategiche soprattutto in un Paese come l’Italia in cui si punta sempre più verso un sistema alimentare inclusivo, efficiente, sostenibile, nutriente e sano. Inoltre, l’innovazione digitale consente anche di intervenire a supporto dell’intera filiera, garantendo sostenibilità a tutti gli attori della food chain, a partire dalla produzione in campo fino alla distribuzione ed al consumatore finale. In tale contesto, occorre rilanciare gli investimenti verso la transizione digitale ed ecologica, anche in una logica di ripresa post COVID-19, favorendo interventi finalizzati all’introduzione di innovazioni nei processi produttivi, di trasformazione e di commercializzazione, per sostenere in particolare investimenti rivolti alla transizione ecologica, capaci di favorire il passaggio da un’economia lineare a un’economia circolare, che valorizzi i sottoprodotti e gli scarti. Su questo fronte assume particolare rilevanza da un lato favorire la diffusione delle innovazioni attraverso un efficace sistema di trasferimento dei risultati dalla ricerca alle aziende, dall’altro definire una strategia nazionale per la digitalizzazione in agricoltura che, in linea con l’Agenda digitale dell’UE, definisca priorità e azioni di intervento per la modernizzazione dei sistemi agroalimentari e forestali italiani.
Massimiliano Giansanti, Presidente - Confagricoltura 

10.25 La centralità agricola
La guerra in Ucraina, il caro energia, uniti all’urgenza di porre un freno alle conseguenze dei cambiamenti climatici hanno spinto verso la crescita della rivoluzione digitale nelle campagne. Il valore degli investimenti in agricoltura 4.0 (droni, sensori, trattori a guida autonoma, robot, ecc.) ha raggiunto nel 2021 1,6 miliardi di euro (la superficie agricola coinvolta dalla nuova ventata di innovazioni tecnologiche e digitali costituisce addirittura il 6% della superficie totale, contro l’1% nel 2015).
Un profondo cambiamento che vede in prima fila proprio le nuove generazioni con quasi una impresa agricola giovanile su tre (31%) che applica oggi tecniche di agricoltura di precisione e utilizza strumenti di comunicazione innovativi per la promozione delle proprie attività.
La rivoluzione digitale in agricoltura vede lo sviluppo di applicazioni green impegnate su più fronti con l’obiettivo di massimizzare i risultati dell’impresa, minimizzando l’impatto ambientale e costituendo un supporto importante nel contrasto ai cambiamenti climatici (si pensi ad esempio ai sistemi di irrigazione automatizzati e controllati).
La tecnologia digitale è anche alla base del sistema blockchain per la tracciabilità dei prodotti e la garanzia dell’origine (l’82% dei consumatori privilegia nella propria spesa l’acquisto di prodotti Made in Italy).
David Granieri, Vicepresidente Nazionale - Coldiretti

10.45 Sicurezza, tracciabilità e sostenibilità: innovare il settore agrifood con il digitale
Per l’Italia, il settore Agrifood nel suo complesso rappresenta non solo una componente imprescindibile (oltre il 15%) del PIL, ma anche un traino fondamentale per il brand Italia e tutto l’indotto legato al turismo. Al contempo, come tutti i comparti produttivi, anche l’Agrifood è soggetto alle pressioni e le disruption che arrivano dalle dinamiche globali in atto. Nel White Paper "Il Digitale e l’innovazione tecnologica a supporto del settore agrifood italiano" si è voluto offrire un contributo sul ruolo delle tecnologie digitali come abilitatori di un nuovo modello di business, orientato all’utilizzo dei dati, alla collaborazione tra attori della filiera, all’attenzione e centralità del cliente finale.
Simone Marchetti, Business Development Manager Italy - Oracle | Coordinatore del gruppo di lavoro dedicato alla digitalizzazione delle filiere produttive - Anitec-Assinform 

11.05 I trattori si parlano, i dati si seminano e raccolgono: cosa sta succedendo all’Agricoltura?
Il 60% degli agricoltori italiani nel 2021 utilizza almeno una soluzione di Agricoltura 4.0
Ma in quanti modi si possono declinare le nuove tecnologie in agricoltura? Infiniti. Tutta la filiera può essere rinnovata. Un unico filo conduttore: i dati. L'Agricoltura 4.0 è una delle opportunità che agricoltori e non solo, possono adottare per migliorare i risultati e rispettare il suolo, le risorse e l’ambiente.
Maria Cristina Farioli, Professoressa in Management and Organization in Digital Economy - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

11.25 La tecnologia IoT per l’agricoltura di precisione
Finix Technology Solutions presenta DRAGON - DRone for AGricultural OptimizatioN - una piattaforma basata sulla logica IoT (Internet of Things) che consente di mappare le coltivazioni, valutare le necessità idriche del territorio e ottimizzare l’impiego delle risorse nei sistemi agricoli di qualsiasi dimensione. Pensato e sviluppato con il contributo del CNR IBE - Istituto per la BioEconomia -, DRAGON utilizza droni a bassa quota che raccolgono via telecamera foto ravvicinate di qualsiasi porzione di terreno, e trasmettono i dati a una piattaforma in grado di realizzare poi le analisi necessarie. Per il singolo progetto possono essere selezionati i droni e i sensori - termici, multi o iperspettrali - più adatti, così come la lista degli indici vegetazionali di interesse, NDVI, GRVI, WDRVI. Tali indici sono essenziali per valutare lo stato di salute delle colture, lo stress idrico delle piante e, in generale, l’andamento del processo di crescita e della produzione agricola su un dato territorio. Gli indici vegetazionali vengono così trasformati in dati, successivamente utilizzati per analisi prescrittive e predittive. DRAGON permette dunque anche alle tecniche agricole di sfruttare al meglio le potenzialità dell’Intelligenza Artificiale e del Big Data.
Giovanni Landi, Head of Portfolio e Chief Philosophy Officer - Finix Technology Solutions

11.45 La tutela e la valorizzazione del prodotto agroalimentare tra innovazione, tracciabilità e comunicazione
Il settore agroalimentare, sostenuto da un radicato tessuto di PMI, è una filiera chiave per l’economia italiana: valorizza l’immagine del Paese quale portatore di eccellenza, qualità e tradizione. In uno scenario altamente competitivo e caratterizzato da forti cambiamenti a livello internazionale, la rivoluzione digitale incide profondamente sulla nostra società e trasforma la nostra economia. In questo contesto i diritti di proprietà industriale rappresentano un presupposto indispensabile per la protezione di idee e processi frutto dell’innovazione rispetto a insidie concorrenziali sempre più sofisticate, offrendo anche un vantaggio competitivo e innovativo. Dotarsi di beni immateriali significa tutelare e valorizzare il prodotto agroalimentare ma anche rispondere alle esigenze del consumatore – oggi attento, informato e consapevole – attraverso l’attenzione a tutte le fasi del processo produttivo e una comunicazione implementata rispetto al contenuto obbligatorio dell’etichettatura (Reg. UE n.1169/2011). L’innovazione, d’altro canto, è oramai un imperativo per qualsiasi business che voglia rimanere competitivo e attrattivo nel lungo periodo. Si inserisce in questo discorso uno dei trend che si vanno affermando negli ultimi anni: le modalità di vendita, tra retailer fisici e e-grocery. Per rispondere alle esigenze di tutela e di valorizzazione del prodotto agroalimentare vanno ricordate le potenzialità offerte da Agricoltura 4.0, dalle tecnologie digitali per l’agricoltura e dalla blockchain. Il loro impatto è concreto: dalla tracciabilità (ogni operatore nella catena di produzione, trasformazione e distribuzione deve tener traccia delle informazioni sul prodotto; ma anche come motivo di trasparenza e veridicità verso il consumatore) alla sicurezza alimentare (tutela igienico sanitaria), al contrasto dei fenomeni di contraffazione (ad es. l’Italian sounding). 
Giuseppe Maria Giovanelli, Avvocato - Foro di Roma

12.05 Q&A

12.20 Chiusura dei lavori

Anitec-Assinform

Anitec-Assinform è Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT). Con sedi a Milano e Roma e oltre 700 associati - fra soci diretti e indiretti attraverso le Associazioni Territoriali di Confindustria - rappresenta un settore vitale e strategico per il nostro Paese. È il riferimento per le aziende italiane dell’high-tech digitale, di ogni dimensione e specializzazione. Anitec-Assinform aderisce a Confindustria ed è socio fondatore di Confindustria Digitale, la Federazione di categoria che promuove lo sviluppo dell’economia e della società digitale in Italia. Anitec-Assinform è il socio italiano di DIGITALEUROPE, l’Associazione Europea dell’Industria ICT con sede a Bruxelles ed è membro dell’Executive Board.
La sua missione si esplicita lungo tre filoni principali: rappresentanza del settore, servizio operativo, confronto e dialogo fra gli operatori.
Sul fronte della rappresentanza, Anitec-Assinform è il ponte fra le principali forze economiche, politiche e istituzionali e il mondo del digitale. Non solo tutelando i diritti e divulgando le istanze delle imprese del settore, ma anche contribuendo ad alimentare le conoscenze sulle sfide della società digitale e il loro impatto sulla qualità della vita, il sistema della ricerca, la formazione, i servizi al cittadino, le opportunità di impresa, l’occupazione, la collocazione del nostro Paese nel contesto economico europeo e mondiale.
Sul fronte dei servizi, Anitec-Assinform dà risposte puntuali alle aziende del settore che chiedono un supporto di immediato interesse pratico nei più diversi ambiti. Lo spettro è amplissimo: va dalla conoscenza dei mercati all’accesso ai fondi pubblici, dal supporto legale al confronto con le rappresentanze dei principali settori d’utenza e con i soggetti che definiscono norme tecniche. L’autorevolezza delle analisi, delle informazioni e delle posizioni espresse dall’Associazione trova riscontro anche sul Web.
Il sito di Anitec-Assinform è un riferimento per il settore, noto non solo agli Associati, ma anche agli Amministratori e agli opinion leader che si rivolgono all’Associazione per informazioni aggiornate e risposte concrete. Tutto questo è possibile perché in Anitec-Assinform tutto ruota attorno alle Aziende Associate, che contribuiscono a una missione che va a vantaggio di tutti.

Anitec-Assinform - Associazione Italiana per l’Information Technology
- Sede legale e uffici di Milano: Via San Maurilio, 21 – 20123 Milano
Tel. 02 0063 28 01 - Fax. 02 0063 28 24

- Uffici Roma: Via Barberini, 11 - 00187 Roma
Tel. 0645417522

email.segreteria@anitec-assinform.it
www.anitec-assinform.it


Confagricoltura

Confederazione Generale dell’Agricoltura Italiana
Confagricoltura è la più antica Organizzazione di tutela e di rappresentanza delle imprese agricole. Si impegna per lo sviluppo delle aziende agricole e del settore primario in generale, a beneficio della collettività, dell’economia, dell’ambiente e del territorio.  Favorisce l’accesso all’innovazione delle imprese, alla sostenibilità delle pratiche agricole e alla competizione delle aziende sui mercati interni e internazionali.
Con questo obiettivo è impegnata per la salvaguardia del reddito degli agricoltori; per l’evoluzione della normativa di settore e per la semplificazione; per il superamento dei gap strutturali e dei freni alla competitività; per il libero accesso ai mercati; per la riorganizzazione del sistema produttivo in un’ottica di aggregazioni e reti; per la crescita di filiere intersettoriali; per la tutela del made in Italy.
Alla base dell’azione sindacale c’è il sistema di valori – definiti dal Codice Etico di Confagricoltura – che anche le aziende associate devono far proprio e rispettare, perché indicano l’identità associativa della Confederazione.
Il valore aggiunto di Confagricoltura è la sua ramificata rete professionale, impegnata, con una strategia condivisa per dare alle imprese associate tutela, informazione di settore e servizi di qualità e innovativi.
Confagricoltura è presente in modo capillare su tutto il territorio nazionale, attraverso le Federazioni regionali, le Unioni provinciali e le Federazioni di categoria e le Federazioni di prodotto. Confagricoltura è presente anche con un Ufficio a Bruxelles. La sede nazionale è a Roma, nello storico Palazzo della Valle.

Confagricoltura
Corso Vittorio Emanuele II, 101
00186 Roma
Tel: 06 68521
Fax: 06 6861726
info@confagricoltura.it
www.confagricoltura.it


Finix TS

Technology Solutions è il primo Innovative & Cloud Services Provider in Italia.
Siamo una società italiana fondata nel 2019, subentrata a Fujitsu Technology Solutions - prima ancora Fujitsu Siemens Computers, attiva in Italia dal 1999 - con competenze di:
- modelli di migrazione al Cloud
- modelli di adozione per l’Intelligenza Artificiale e l’IoT
- servizi specialistici e consulenza
Sul mercato italiano rappresentiamo Fujitsu, la principale società giapponese di ICT in ambito client & edge computing device, server e storage, di cui commercializziamo in esclusiva l’offerta di soluzioni per progetti sviluppati ad hoc. 

FINIX Technology Solutions
Sede legale: via Santa Maria Valle 3, 20122 Milano
Tel. 02 26593.1 – www.finix-ts.com
Email: info.marketing@finix-ts.com

Studio Legale Giovanelli

Lo Studio Legale dell’Avvocato Giuseppe Maria Giovanelli, con passione e competenza, presta la propria attività in favore delle realtà imprenditoriali, in particolare medie e piccole, presenti sul territorio italiano. Garantisce una consulenza e un’assistenza legale, sia giudiziale che stragiudiziale, rispondente alle specifiche esigenze.
Lo Studio è in grado di assistere quelle imprese che intendono avviare un processo di internazionalizzazione, in special modo verso il Brasile, ove opera con un proprio corrispondente.
La dimensione contenuta dello Studio, che si avvale di un pool di professionalità e competenze volte a coprire un’ampia gamma di esigenze disciplinari, consente un rapporto diretto, quotidiano, quasi artigianale con il Cliente.

Avv. Giuseppe Maria Giovanelli 
00153 Roma – Viale della Piramide Cestia, 1/A
Tel 06 64561826 – Fax 06 64561782
gmg@studiogiovanelli.org
www.studiogiovanelli.org

 

Come partecipare agli eventi

Per informazioni sulle modalità di adesione in qualità di Sponsor o Espositore scrivere a: sponsorship@soiel.it
Le informazioni sulle modalità di adesione come visitatore sono riportare sulla specifica scheda evento