Aruba

IoT - Internet of Things

Milano - 29 Novembre 2016

 

>> Elenco eventi 2016

In collaborazione con:

ANIE-AUTOMAZIONE ANIPLA - Associazione Italiana Per L’Automazione UCIMU

Sponsor

Darktrace Endian Rittal Symantec WESTCON

Expo

Attiva Evolution

Media Partner

Datavalue Logistica-Management SCM-Portal
 

 

8.45 Registrazione dei partecipanti

9.15 Apertura dei lavori

9.30 -  IoT: standard e sfide tecnologiche
Verso la creazione di un ecosistema europeo
Il paradigma dell’IoT ha avuto un forte sviluppo negli ultimi anni, spinto dall’impatto trasformativo atteso e dal crescente coinvolgimento di grandi player mondiali. Tuttavia, il potenziale dell’IoT non si è ancora pienamente realizzato, a causa di alcune barriere tra cui la mancanza di uno standard dominante e i conseguenti problemi di interoperabilità nei diversi scenari applicativi considerati. L’intervento presenterà una vista sull’attuale panorama tecnologico, evidenziando la prospettiva europea sul tema. Saranno anche presentate azioni di portata europea che stanno collaborando alla creazione del nascente ecosistema IoT
Riccardo Tomasi, Responsabile unità di ricerca “Internet-of-Things Service Management" - Istituto Superiore Mario Boella (ISMB)

9.55 - Quale governance per il Cyber risk e fattori di attenzione per l'IoT
Il nuovo grande problema per la governance del cyber risk di oggi è che dietro l'angolo c'é una miriade di produttori di oggetti intelligenti (IoT) e delle loro applicazioni che sono molto più interessati a vendere nuove soluzioni che non a curarne gli aspetti di security a partire dalla fase di progettazione, soprattutto per non mettere a rischio il time-to-market. Ancor prima di affrontare con consapevolezza le accresciute minacce dell'IoT, la domanda che ogni azienda dovrebbe porsi riguarda il security profile di cui si vuole dotare , in altre parole da chi/cosa ci si vuole difendere e con quale livello di maturità. Dalla risposta dipende il livello di rischio ritenuto accettabile con cui misurarsi attraverso periodici audit.
Antonio Giustino, IS Industrial Risk Manager - Gruppo Solvay

10.20 - La Next Generation VPN Endian a servizio dell’IoT: connettiamo in modo sicuro le persone agli oggetti e gli oggetti fra loro
L’IoT è una medaglia a due facce: rappresenta un enorme potenziale di crescita per le aziende innovatrici, ma porta con sé una grave minaccia alla sicurezza del dato. Scopri la tecnologia della Next Generation VPN di Endian tra nuove regole europee e protezione contro le vulnerabilità.
Andrea Bonomi, Software Architect - Endian 

10.45 - L'Enterprise Immune System per rilevare le minacce mai apparse in precedenza
Durante la relazione si illustrerà come utilizzare l’Enterprise Immune System per affrontare le minacce cyber in rapida evoluzione, comprese le minacce che provengono dall'interno. Verrà spiegato come sfruttare il “machine learning” e la matematica pionieristica sviluppata all'Università di Cambridge per rilevare le minacce, anche quelle che non si sono mai manifestate in precedenza, in modo accurato e in tempo reale; si mostrerà inoltre come ottenere una visibilità globale delle attività di rete per migliorare la fiducia e la mitigazione del rischio. Alla fine della relazione saranno presentati esempi reali di minacce e di anomalie rilevate da Darktrace.
Corrado Broli, Country Manager Italy - Darktrace

11.10 - Coffee Break visita all’area espositiva

11.40 - Quale sicurezza nell’Internet delle Cose?
Migliaia di dispositivi intelligenti e connessi offrono nuove opportunità e riduzione dei costi. Gli esempi di IoT sono già numerosi e comprendono automobili, produzione robotizzata, attrezzature mediche, smart grid e interi sistemi di controllo industriale. Alla crescita esponenziale di questi sistemi si accompagna però un aumento dei rischi sul fronte della sicurezza perché anche le minacce si evolvono rapidamente, tanto più in uno scenario ricco e vulnerabile. L’intervento esplora una gamma di soluzioni per la sicurezza nel campo IoT.
Luca Rossi, Systems Engineer - Symantec 


12.05 - L’infrastruttura tecnologica a supporto dell’IOT
Mentre nel mondo industriale, soprattutto grazie alla spinta dei piani per l’Industry 4.0, le infrastrutture tecnologiche vivono una diversificazione necessaria a fronteggiare l’esigenza nascente di architetture “on premise”  di edge computing e le architetture in cloud vengono sempre più aggregate in mega Data-Center, i mercati Enterprise ed SMB guidano lo sviluppo di soluzioni Smart standardizzate, che garantiscono la flessibilità necessaria per implementazioni rapide e sicure in un contesto performante ed in rapida evoluzione. 
Alessio Nava, Direttore Div. IT & Telecomunicazioni - Rittal

12.30 - Intervento a cura di Westcon

13.00 Lunch Buffet e visita all’area espositiva

14.00 - IoT e Big Data – l’impatto sull’automazione industriale
Raccogliere dati per giovarsene al fine di allerte e analisi 

Tavola rotonda con la partecipazione di:
Fausto Gorla, Associazione Nazionale Italiana Per l’Automazione ANIPLA
Raffaele Esposito, ANIE Automazione
Enrico Annacondia, UCIMU – Sistemi per produrre
Alessio Nava, Rittal 

L’imperatore romano e la sua corte gustavano il gelato d’estate (proveniente dai pozzi di neve dell’Abruzzo). Oggi noi tutti (quasi) abbiamo la possibilità di mangiarne, e in ogni stagione. In passato solo le grandi industrie manifatturiere (di produzioni continue e discrete) potevano permettersi massicce acquisizioni di dati dai sensori in campo, memorizzandoli in vari formati, dalla carta alla registrazione magnetica, su nastro o in data base ad accesso random, riempiendo armadi e armadi, bobine e hard-disk. 
Con le tecnologie IoT i dati vanno oggi in Internet a basso costo; in volumi sempre più ridotti si memorizzano grandi quantità (‘big‘) di dati, fruibili, da cloud, molto più facilmente che in passato. Ma, così come nel passato, il punto non è archiviare i dati, quanto invece come farne tesoro distillando conoscenza. Big Data non è solo un ’archivio grande‘, ma un insieme di tecnologie di analisi dei dati, alle quali proprio internet, con i suoi portati, ha dato nuovo impulso.
Si tratta di tecnologie di machine learning, che consentono di catturare a minor costo la forma dei dati cioè, in altri termini, i ritmi dell’impianto, superando, con soluzioni su misura, le semplificazioni delle manipolazioni tradizionali. Tecnologi e ingegneri possono così mettere a disposizione dell’Esercizio nuove leve di controllo degli impianti, aumentandone la duttilità di produzione, in input (maggior tolleranza quanto a qualità degli ingredienti, allerte tempestive) e in output (spettro di prodotti possibili). 
Sempre più gradi di libertà per adattarsi alle mutevoli esigenze del mercato e più puntuale controllo dei sistemi reali complessi sono con ogni probabilità le nuove sfide dell’automazione. 

15.00 - L’IoT nell’Energy Management e la misurazione dei consumi
Nel campo dell’efficienza energetica, l’Internet of Things è il punto di partenza di sistemi avanzati di monitoraggio che vanno oltre l’analisi dei big data e abilitano decisioni immediate e dinamiche, per arrivare a oggetti in grado di suggerire autonomamente la decisione migliore. In uno scenario di IoT, una diagnosi energetica si trasforma da fotografia statica in lettura attiva dei consumi energetici.
L’IoT sta abilitando di fatto la diffusione dell’efficienza energetica e l’integrazione con le fonti energetiche rinnovabili grazie alla disponibilità di dati ovunque generati attraverso i sistemi di energy intelligence e la possibilità di interventi dinamici. L’IoT in campo energy aiuta a superare i vincoli di tempo e di spazio che limitano la precisione della scelta decisionale. Nella sessione dedicata, il punto della situazione con gli esperti dell’ENEA e una panoramica delle opportunità per l’energy management.
Mauro Annunziato, Direttore Divisione Smart Energy ENEA - Dip. Tecnologie Energetiche; Coordinatore Accordo Bilaterale IT-USA per l'ICT; Co-coordinatore European Joint Programme Smart Cities

15.25 - Coffee Break visita all’area espositiva

16.00 - IoT building blocks
Architetture, componenti, tecnologie e strumenti per costruire soluzioni sicure e performanti
Siamo nell’era dell’Internet delle cose, l’inesorabile diffusione pervasiva di Internet che abbraccerà tutto e tutti. Una rete di dispositivi intelligenti e cooperanti, dalle potenzialità illimitate, a disposizione della creatività umana per realizzare soluzioni innovative in ogni ambito sociale. E’ un contesto vastissimo nel quale è importante sapersi orientare avendo ben presenti i mattoni fondamentali alla base di questa importante rivoluzione tecnologica.
Giuseppe Tetti, Managing Director - NCP - Networking Competence Provider

16.25 - IoT: alcuni profili legali
Se disegno, produco e commercializzo un prodotto che è connesso ad internet devo confrontarmi con problemi nuovi.
Vendo un prodotto, ma distribuisco anche del software embedded. Ho verificato di averne il diritto? Rispetto tutte le condizioni previste dalle licenze del software libero che riutilizzo?
Commercializzo un prodotto che può consentire il trattamento di dati personali. Il prodotto supererebbe una valutazione d'impatto sulla protezione dei dati? Soddisfa i requisiti di "privacy by design" e "privacy by default"?
Marco Ciurcina, Avvocato - StudioLegale.it

16.50 Chiusura dei lavori