La realtà aumentata: il futuro dopo internet

Formula fisici

MILANO, 18/11/2015

La realtà aumentata il futuro dopo internet

Per informazioni: Chiara Minunno
chiara.minunno@soiel.it - 02 26148855

Con il contributo di


LA REALTA' AUMENTATA: IL FUTURO DOPO INTERNET
Non c’è dubbio che Internet abbia rappresentato una rivoluzione sia in ambito consumer che business. Il nuovo tema destinato a cambiare nuovamente e totalmente scenari e processi è oggi quello della Realtà Aumentata, ossia l’interpretazione del reale che ci circonda, ripreso attraverso dispositivi di acquisizione fissi o indossabili, e arricchito in tempo reale di informazioni, grazie ad algoritmi e applicazioni intelligenti. Si va dal mondo dell’intrattenimento a quello del manifatturiero, dal turismo al medicale fino alle applicazioni industriali più verticali.

Soiel International all’interno della quarta edizione dell’evento organizzato da SIEC e dedicato al mondo della System Integration, con il contributo di vendor, casi utenti e consulenti si propone di offrire una panoramica sullo stato dell’arte della Realtà Aumentata illustrando scenari di riferimento e casi pratici.

SIEC 2015
SIEC 2015 è la quarta edizione dell’evento annuo organizzato da SIEC, una mostra-convegno che si rivolge a tutti coloro che, a vario titolo, sono interessati alle applicazioni delle tecnologie audio, video e lighting negli edifici pubblici o privati: professionisti, fornitori di servizi, utenti finali. Lo scopo della manifestazione è quello di favorire il networking e lo sviluppo del business, ponendosi come ideale luogo di incontro tra la domanda e l’offerta.
L’area espositiva offrirà una rassegna completa di prodotti e soluzioni, un’occasione unica e irripetibile nel panorama italiano per un aggiornamento puntuale su tutte le novità più significative.

L’area “Live AV Experience” gestita dagli integratori presenterà la riproduzione dal vivo di installazioni tipiche, a beneficio di professionisti, progettisti e clienti finali.

La partecipazione è gratuita, previa registrazione.
L'organizzazione si riserva di valutare le richieste di registrazione pervenute.
14.00 Registrazione dei partecipanti

14.30 Benvenuto e apertura dei lavori
A cura di Paolo Morati, Soiel International

14.45 Intervento di Scenario
Augmented o Diminished: la nuova fase del rapporto tra tecnologia e realtà
La tecnologia ha conosciuto una profonda trasformazione. Dall’essere fattore abilitante è diventata orizzonte definitivo; il grande intermediario tramite il quale l’uomo, attraverso interconnessioni e ricombinazioni, fa esperienza, conosce, impara, socializza, sente, pensa, decide. E poi? La realtà aumentata ha superato la promessa del virtuale, sganciandosi dal legame col supporto tecnologico per aderire al corpo umano e alle sue interfacce naturali. Nella costante ricerca e promessa di un superamento dei nostri limiti fisiologici e psicologici, ora ci troviamo dinanzi a un bivio: da un lato intravediamo il compimento di quel percorso che vede la tecnologia come estensione della coscienza umana. Dall’altro, sentiamo la necessità di nuove basi culturali ed etiche per gestire al meglio la progressiva costruzione della nuova identità digitale.
Piero Babudro, IED Istituto Europeo di Design

Incorporeo 4.0: i sensi auGmentati del non luogo. Accadde domani: Istantanee dal futuro
La Realtà Virtuale prometteva di rompere l’onirica separazione tra uomo-macchina, collegati fino ad allora da interfacce basate sulla gestualità. Questa rottura è stata incarnata dal sogno futuristico di essere in comunicazione Totale con la macchina attraverso tutti i sensi. La Realtà Aumentata è il punto di contatto evolutivo della Realtà Virtuale: il luogo fisico e il virtuale sono percepiti come un insieme contiguo, stratificato e dinamico, con la totale assenza dell'asservimento incorporeo dei mondi virtuali, Dal futuro Le tecnologie trasformative promettono di Rendere l’esperienza con i nuovi media il più possibile simile a quella che ogni individuo percepisce all’interno di un spazio reale, renderci "presenti" all'interno dell'interazione con la tecnologia. Attraverso la potenza della tecnologia, gli esseri umani sono pronti a prendere il ruolo di progettista intelligente, s’ intravedono Scenari futuri possibili in cui l’uomo si evolverà ponendo le basi per un corpo auGmentato.
Alberto Longo , IED Istituto Europeo di Design

15.30 Augmented Reality e Wearable Device nel settore industriale
Che cos’è la Realtà Aumentata? Cosa compone una buona applicazione in AR per Smart Glasses? Attraverso l’analisi di differenti case history, i partecipanti verranno guidati nel mondo della Realtà Aumentata; verranno illustrati la sua storia e alcuni esempi pratici per la comprensione di questa innovativa tecnologia, trattando principalmente l’impiego in campo industriale, con un focus particolare sull’innovazione portata dal context computing e dalle tecnologie wearable.
Mauro Rubin, Joinpad

16.10 Esperienza di ricerca sui sistemi di Realtà Aumentata applicati al mondo industriale
Nicolò Bianchi, Product Lifecycle manager & Head of Monitoring, Diagnostic & Cable Services at Siemens

16.40 La Realtà Aumentata Indossabile come nuova dimensione dei beni culturali. Il caso ARtGlass a Brescia.
Key findings e impatti della sperimentazione condotta da ARtGlass con Brescia Musei ed Epson al Parco Archeologico di Brixia Romana.
Antonio Scuderi, Fondatore e CEO di Capitale Cultura
Luigi Maria Di Corato, direttore Fondazione Brescia Musei

17.20 La tecnologia indossabile per una nuova visione del mondo
Le nuove generazioni di Smart Glasses, autonomi e semplici da utilizzare, consentono di vedere il mondo da una nuova prospettiva grazie a numerose funzionalità che offrono una visione della realtà arricchita da informazioni digitali. Una panoramica sulla tecnologia e sui possibili campi di applicazione per creare esperienze d’uso immersive, ma non estranianti, alternando situazioni reali e informazioni digitali.
Giovanni Menegardo, Epson

17.40 Chiusura dei lavori

Location: East End Studios
Indirizzo: Via Mecenate, 84/10
CAP: 20138
Città: Milano (MILANO)
Sito web: http://www.eastendstudios.it/

East End Studios è un Events Point all'avanguardia nato dal sapiente recupero architettonico di edifici un tempo adibiti alla costruzione di aeroplani. Le locations che ne fanno parte sono il risultato di attento restauro, dove il recupero quasi filologico degli ambienti, delle loro caratteristiche e della loro memoria si è integrato con elementi altamente funzionali alle nuove esigenze tecnologiche.

Artglass-Capitale Cultura

ART GLASS & CAPITALE CULTURA
ARtGlass è la società parte del Gruppo Capitale Cultura, che nel 2014 ha lanciato la prima esperienza al mondo di fruizione in realtà aumentata di un museo (la Pinacoteca Civica di San Gimignano) con occhiali multimediali.
ARtGlass nasce dall’incontro di due imprenditori e manager con una lunga esperienza internazionale. Il ceo è Antonio Scuderi, fondatore di Capitale Cultura Group, ex ad del Sole 24 Ore Cultura e Alinari 24 Ore e per 10 anni managing director di De Agostini Editore.
I dispositivi indossabili utilizzati sono dotati di display, camera HD, tasti di controllo, microfono, speaker audio, sensori di movimento, sensori di posizione e connettività WiFi e Bluetooth e hanno il vantaggio di essere indossati come occhiali normali, fornendo un’interazione molto spontanea con l'ambiente circostante, arricchendolo con le nuove dimensioni offerte dalla tecnologia e dalla narrazione digitale. Grazie alla piattaforma ARtGlass, gli occhiali sono in grado di tracciare perfettamente i movimenti degli utenti in un sito culturale e riconoscere immagini e suoni.
La realtà aumentata è l’arricchimento della percezione sensoriale con informazioni aggiuntive non rilevabili attraverso l’osservazione diretta: questa mediazione fra reale e virtuale avviene in tempo reale e consente all’utente d’interagire.
ARtGlass ha stretto vari accordi con organizzazioni culturali, che hanno promosso iniziative pionieristiche:

• Fondazione Musei Senesi, Opera Laboratori Fiorentini/Gruppo Civita e Comune di San Gimignano (Siena), con il percorso “Palazzo Comunale, Pinacoteca, Torre Grossa” caratterizzato da un mix di video-storytelling e animazioni tridimensionali applicate a tre cicli di affreschi medievali.
• Beni Culturali srl, produttore della mostra “Da Guercino a Caravaggio” realizzata a Palazzo Barberini (Roma), dove i capolavori della pittura barocca sono stati svelati con tecnologie innovative.
• Duomo 7 e Comune di Pisa, con i quali è stata prodotta la prima visita a un grande sito culturale all’aperto con occhiali multimediali.
• Fondazione Brescia Musei, che ha promosso la visita aumentata del sito archeologico del Capitolium, Foro e Teatro Romano.
• Sistema Museo/Casa Rossini di Pesaro, grazie ai quali gli appassionati possono “entrare” nel mondo del grande compositore, vedendolo rivivere in quella che fu la sua casa.
• La Biblioteca Cantonale di Lugano, dove 12 Codici Antifonari Gregoriani rivivono in parole, musica e animazioni multimediali sugli smartglass.

Il business development di ARtGlass è curato dalla società capogruppo Capitale Cultura, con più di 100 siti e organizzazioni culturali e creative nel proprio portfolio, nata nel 2013 con la mission di sostenere lo sviluppo delle industrie della cultura e della creatività e la valorizzazione dei beni culturali, attraverso competenze industriali e tecnologie innovative. ARtGlass è al lavoro su oltre 10 siti culturali a livello europeo, in questo momento.

Il Gruppo Capitale Cultura opera a livello europeo attraverso Capitale Cultura SAS (Verona, Milano) e Capitale Cultura Internazionale SAGL (Lugano).

ART GLASS s.r.l.
via Felice Cavallotti 136
20900, Monza (MB)
e-mail: info@art-glass.it
e-mail: antonio.scuderi@art-glass.it
mobile: +39 335 1237363

  

Brescia Musei
Brescia Musei è nata come Spa nel 2003. Socio di maggioranza e fondatore è il Comune di Brescia. Dal 2007 viene trasformata in fondazione, la prima in Lombardia dedicata ai musei civici: un passaggio necessario a dare continuità di gestione all’innovativa partnership pubblico-privato. Riunisce quindi approcci economici e finalità culturali, in un progetto pilota per la valorizzazione del patrimonio artistico e monumentale, a cui si guarda con interesse considerando il contesto di crescente contrizione degli enti pubblici. A seguito della modifica statutaria deliberata dal Consiglio Comunale del Comune di Brescia - con Delibera n. 11 del 13 febbraio 2014 avente per oggetto "Indirizzi per la modifica dello statuto della Fondazione Brescia Musei" e acquisita dal Consiglio Direttivo di Fondazione Brescia Musei in data 8 aprile 2014 - dall'autunno 2015 diventerà il soggetto di gestione non solo dei servizi museali, ma dell’intero patrimonio museale civico, recependo le funzioni precedentemente internalizzate dall’Ufficio Musei del Comune di Brescia, tramite un apposito accordo di valorizzazione, progetto pilota in tal senso in Italia, accanto alle esperienze diverse di Torino e Venezia, per le gestione dei musei. Un cambiamento che porterà ad una necessaria riorganizzazione interna, con un'implementazione di personale al fine di far fronte alle nuove operazioni previste dal nuovo assetto gestionale. Il nuovo impegno prevede la necessità di presidiare aree come la cura è la gestione delle collezioni e degli immobili, funzioni di fundraising, marketing e comunicazione, prima legate esclusivamente agli eventi temporanei e ora prerogativa corporate di primaria importanza, così come la valutazione delle performance e la relazione con i portatori di interesse, specchio delle diverse comunità di riferimento, come avremo modo di vedere in seguito. Un nuovo scenario favorito dai recenti cambiamenti normativi, in primis dalle novità introdotte sui musei dal recente decreto Franceschini, da cui si attendono indirizzi e prospettive che favoriscano sempre più l’affrancamento di realtà come quella di FBM al solo soggetto pubblico per sviluppare sempre più logiche di partenariato pubblico-privato, rappresentando una realtà performante del “fare impresa culturale”, più adeguata ad un contesto in forte cambiamento a cui è legato una delle leve strategiche principali per lo sviluppo futuro del Paese. L’obiettivo primario di FBM è quello di incrementare l’approccio manageriale alla complessa gestione del patrimonio museale della città e dei servizi connessi, senza snaturare la vocazione di organismo culturale in coerenza con l’ente pubblico di riferimento. Con una gestione manageriale ispirata all’operationalise performance, FBM intende la sostenibilità come una prerogativa multidimensionale, ma che abbia sempre al centro il cittadino e il visitatore.

Fondazione Brescia Musei
Via Musei 55, 25121 Brescia
Tel. 030.2400640
segreteria@bresciamusei.com
www.bresciamusei.com

EPSON

Epson è leader mondiale nel settore tecnologico e si impegna a cooperare per generare sostenibilità e per contribuire in modo positivo alle comunità facendo leva sulle proprie tecnologie efficienti, compatte e di precisione e sulle tecnologie digitali per mettere in contatto persone, cose e informazioni. L'azienda si concentra sullo sviluppo di soluzioni utili alla società attraverso innovazioni nella stampa a casa e in ufficio, nella stampa commerciale e industriale, nella produzione, nella grafica e nello stile di vita. Entro il 2050 Epson diventerà carbon-negative ed eliminerà l'uso di risorse naturali esauribili quali petrolio e metallo. Guidato da Seiko Epson Corporation con sede in Giappone, il Gruppo Epson genera un fatturato annuo di circa 1.000 miliardi di Yen (circa 7,5 miliardi di euro). global.epson.com/


Epson Italia s.p.a.
Via M. Viganò De Vizzi, 93/95
20092 - Cinisello Balsamo (MI)
Tel. 02 66032.1
Fax  02 6123622
www.epson.it
 

 


Joinpad

JoinPad è attiva nel settore industriale dal 2010, realizzando sistemi in Realtà Aumentata, con sede a Milano e Francoforte. L’azienda sviluppa e distribuisce software (con la relativa consulenza) che puntano a semplificare i processi industriali del cliente, fornendo strumenti innovativi e user-friendly per interagire con l’ambiente di lavoro. Svariati anni di esperienza nel campo della Realtà Aumentata e dell’Internet degli Oggetti hanno rafforzato le competenze del team di sviluppatori e designer dietro il nome di JoinPad, rendendo l’azienda evangelizzatrice e un forte punto di riferimento a livello mondiale di questa tecnologia. Nel 2011 al CES di Las Vegas, JoinPad fu la prima società nella storia a presentare una soluzione wearable (smart glass) in Realtà Aumentata, avvalendosi di algoritmi di computer vision per la diagnostica e la manutenzione di impianti industriali. Il principale prodotto dell’azienda è BrainPad, la prima piattaforma industriale di Context Computing a livello mondiale. La soluzione è stata sviluppata con l’obiettivo di creare uno strumento in grado di semplificare i processi industriali con un sistema intuitivo, dinamico e connesso con tutti gli attori dell’ambiente lavorativo: utenti, sensori e applicazioni. BrainPad permette all’utente, di percepire il contesto lavorativo in modo nuovo: fornendo informazioni rilevanti direttamente sul suo campo visivo. La piattaforma unisce tecnologie di geolocalizzazione, algoritmi di computer vision e sistemi di intelligenza artificiale. Brainpad è disponibile per il settore della logistica e per quello della manutenzione ma la sua flessibilità permette di adattarlo anche ad altri settori. Il particolare focus sul settore industriale ha permesso a JoinPad di portare avanti collaborazioni con importanti player internazionali, fra cui Siemens.
Dal 2014, JoinPad collabora a stretto contatto con Epson, realizzando applicazioni software per gli Epson Moverio smart glass, di cui Mauro Rubin, presidente di JoinPad, è evangelist. Di grande successo è stata la realizzazione, con successivo lancio, di Arrakis, un SDK user-friendly per Epson Moverio; esso permette la creazione di contenuti in Realtà Aumentata grazie ad alcune feature esclusive, quali la geolocalizzazione, la stereoscopia, la visualizzazione di modelli 3D, e la possibilità di rimappare i bottoni fisici del device. Attualmente, Arrakis è fra i tre SDK maggiormente distribuiti a livello mondiale e presente sul market Epson ufficiale.

Joinpad Srl
Milan Office
Via Tucidide 56 – Torre 6
20134 Milano (MI) Italy
Tel.  02 749291
http://www.joinpad.net/


SIEMENS

Siemens è una multinazionale che si distingue per eccellenza ingegneristica, innovazione, qualità, affidabilità e internazionalità da oltre 170 anni. La società è attiva in tutto il mondo, concentrandosi nelle aree della produzione e distribuzione di energia, infrastrutture intelligenti per edifici e sistemi energetici distribuiti, automazione e digitalizzazione nell'industria di processo e manifatturiera. Attraverso la società a gestione separata Siemens Mobility, fornitore leader di soluzioni di mobilità intelligenti per il trasporto ferroviario e stradale, Siemens dà forma al mercato mondiale dei servizi passeggeri e merci. Grazie alla sua controllata quotata in borsa Siemens Healthineers AG e a Siemens Gamesa Renewable Energy, Siemens è tra le prime al mondo anche nel mercato della tecnologia medica e dei servizi sanitari digitali nonché nelle soluzioni ecocompatibili per la generazione di energia eolica onshore e offshore. Nell'anno fiscale 2019, conclusosi il 30 settembre 2019, Siemens ha generato un fatturato di 86,8 miliardi di euro e un utile netto di 5,6 miliardi di euro. Alla fine di settembre 2019, la società contava circa 385.000 collaboratori in tutto il mondo.
Presente in Italia dal 1899, Siemens è una delle maggiori realtà industriali nel nostro Paese con centri di competenza su software industriale e mobilità elettrica, un centro tecnologico applicativo per l'Industria 4.0 e due stabilimenti produttivi. La società ha chiuso l'esercizio fiscale 2019 con un fatturato di oltre 2 miliardi di Euro. Per il secondo anno consecutivo, Siemens è certificata Top Employer Italia. 
Siemens Smart Infrastructure (SI) dà forma al mercato delle infrastrutture intelligenti di oggi e di domani. Collegare sistemi energetici, edifici e industrie è la risposta alle sfide dell'urbanizzazione e del cambiamento climatico. SI offre ai clienti un portafoglio end-to-end completo da un'unica fonte - con prodotti, sistemi, soluzioni e servizi dal punto di generazione di energia fino al consumatore finale. Con un ecosistema sempre più digitalizzato, permette ai clienti di crescere e alle comunità di progredire, contribuendo a proteggere il pianeta. SI crea ambienti che si prendono cura di te. Siemens Smart Infrastructure ha la sua sede globale a Zug, in Svizzera, e conta circa 71.000 collaboratori in tutto il mondo.

Siemens S.p.A.
Via Vipiteno, 4
20128 Milano
Tel. +39 02 2431
www.siemens.it


Come partecipare agli eventi

Per informazioni sulle modalità di adesione in qualità di Sponsor o Espositore scrivere a: sponsorship@soiel.it
Le informazioni sulle modalità di adesione come visitatore sono riportare sulla specifica scheda evento