Aruba
Datacenter
 

23/07/2014

Share    

UPS modulari, ideali per il data center moderno

Con la gamma Must G-Tec, società specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di gruppi di continuità, rende disponibile un sistema in grado di garantire un rendimento che arriva al 96%

Nel momento in cui si decide di ridisegnare un data center, o di costruirne uno nuovo, bisogna tenere presente numerosi fattori, a cominciare da disponibilità, flessibilità e TCO (total cost of ownership), fattori che devono essere ottimizzati a tutti i livelli, inclusi gli UPS, che rappresentano una componente essenziali di qualsiasi infrastruttura.


“Per quanto riguarda gli UPS - spiega Antonio Zanon, direttore commerciale di G-Tec, società specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di gruppi di continuità che continua a mietere successi in Italia e all’estero, in particolare in Medio Oriente ed Europa dell’Est, dove sta diventando un vero punto di riferimento
- la scelta ideale è rappresentata da una configurazione modulare di UPS in parallelo inseriti in uno stesso cabinet. I vantaggi di una soluzione di questo tipo sono molteplici: innanzitutto consente, in caso di guasto, di rimuovere l’UPS difettoso e sostituirlo in pochi minuti, rispetto alle soluzioni in parallelo tradizionali stand alone, in cui servono alcune ore. In secondo luogo l’efficienza energetica del sistema viene incrementata e si registra quindi una riduzione dei consumi energetici”. In pratica, quindi, una soluzione modulare permette di installare gli UPS in base all’effettiva potenza richiesta e di avere una soluzione scalabile che si adatta all’andamento della crescita futura del data center semplicemente aggiungendo volta per volta nuovi moduli

 

La gamma Must di G-Tec risponde in maniera efficace ed efficiente a queste esigenze. Il top di gamma è rappresentato dal Must 400, lanciato di recente, soluzione fino a 400 kVA (un modello fino a 900 kVA è in dirittura d’arrivo), in cui gli UPS a cassetto standard 19” (rack) alloggiati nell’armadio lavorano tutti in parallelo, suddividendosi il carico da alimentare e, in caso di guasto, escludendo automaticamente e senza interruzioni l’UPS difettoso. La tecnologia di controllo rappresenta lo stato dell’arte mediante DSP (digital signal processor) per un rendimento che arriva al 96%.

 

TORNA INDIETRO >>