Eventi 2017 secondo semestre e 2018
Applicazioni
 

11/05/2017

Share    

Tutti a raccolta per il software testing

Anche quest’anno si terrà a Milano l’Italian Software Testing Forum organizzato da ITA-STQB, tra conferenza, nuove specializzazioni e case study.

Gualtiero BazzanaDal 19 al 21 giugno torna a Milano l’appuntamento con l’Italian Software Testing Forum, la manifestazione annuale organizzata dall’associazione ITA-STQB che, giunta alla settima edizione, si presenta al pubblico come il più importante evento in ambito software testing e requirements engineering in Italia. “STF anche quest’anno contribuirà allo sviluppo delle competenze mediante una serie di tutorial da parte di esperti internazionali che si svolgeranno il 19 e 20 giugno e alla condivisione di novità e trend del settore grazie alla conferenza del 21 giugno”, spiega Gualtiero Bazzana, presidente di ISTQB® (International Software Testing Qualifications Board) a livello mondiale e di ITA-STQB. Nel dettaglio, la conferenza è organizzata in una plenaria la mattina e in sessioni specialistiche nel pomeriggio, in cui si parlerà di qualità di prodotti e servizi software intensive, con focus orientato su ingegneria dei requisiti e testing applicati in ambiti di particolare attualità, come Internet of Things (IoT), applicazioni mobili, applicazioni con alto tasso di cambiamenti, agile transformation, performance, usabilità e automazione spinta applicata alle test factory.

Attenzione alla qualità
L’evento milanese si inquadra in un momento in cui gli scenari di riferimento sembrano spingere decisamente verso queste tematiche: “Tutti gli studi più importanti svolti a livello mondiale, come ad esempio il Report Technavio ‘Global Software Testing Service Market’, confermano la crescente attenzione per la qualità del software che si traduce in un trend di investimenti in crescita a due cifre negli ultimi anni che non sembra volersi fermare. Durante la conferenza verranno presentati i dati più rilevanti che emergono da questi studi. A conferma di questa tendenza si potranno inoltre conoscere i dati relativi alla domanda di certificazione delle competenze in ambito testing e requirements engineering, che nel 2016 hanno visto nuovi record sia in Italia, sia a livello mondiale”, prosegue in tal senso Bazzana, aggiungendo che “diverse sono le novità che arriveranno in merito al portafoglio prodotti di ISTQB®, leader mondiale nella certificazione delle competenze in ambito testing, che nel 2017 rende pubbliche nuove specializzazioni in ambito software testing, con novità anche per l’Italia che saranno presentate per la prima volta durante la conferenza STF”. Ricordiamo in tal senso che in risposta alla crescente richiesta di specializzazioni verticali nell’ambito del testing, ISTQB® ha già introdotto lo scorso anno due percorsi, che si affiancano allo ‘storico’ percorso Core, i cui moduli formativi e d’esame indirizzano in modo verticale un ambito specifico, e in particolare: Aspetti metodologici, con riferimento ad Agile; e Aspetti specialistici, con riferimento a domini applicativi (ad esempio l’Automotive) e a tecniche di testing (ad esempio la Test Automation e l’Usability Testing). In entrambi i percorsi Agile e Specialist sono stati previsti moduli di estensione del livello Foundation e moduli di livello Advanced. L’Associazione ha inoltre annunciato che l’Italian Software Testing Forum sarà l’occasione per presentare in Italia la recente fusione dei due principali schemi di certificazione riguardanti le professioni in ambito ingegneria dei requisiti, ovvero IREB® e REQB®, che hanno deciso di unire le forze e dal 1 ottobre 2017 si presenteranno con l’unico brand IREB®. “Si tratta di una novità che sarà sicuramente apprezzata dal mercato, che ora potrà contare su un unico schema di riferimento e sull’esperienza congiunta a garanzia di qualità, peso e riconoscimento internazionale della certificazione per chi opera nell’ingegneria dei requisiti”, commenta Salvatore Reale, membro del Consiglio di Amministrazione di ITA-STQB e vice chairman di REQB®.

Salvatore RealeUn’occasione di confronto
Anche in questa settima edizione dell’Italian Software Testing Forum saranno infine presentati dei case study - tradizionalmente capaci di generare particolare interesse - direttamente da alcuni tra i principali player del settore in collaborazione con aziende clienti, che portano a contributo della conferenza le proprie esperienze dirette e i risultati raggiunti grazie alle rispettive implementazioni. “L’appuntamento è quindi per la tre giorni dal 19 al 21 giugno. Previa registrazione sul sito www.swtestingforum.org, sarà possibile partecipare alla conferenza in modo gratuito e visitare l’area espositiva in cui confrontarsi con i produttori di tecnologie, i fornitori di servizi, gli esperti a livello industriale e accademico e gli utenti sulle novità e sugli orientamenti del settore”, aggiunge Reale. Questi infine alcuni numeri dell’edizione dello scorso anno: 403 partecipanti alla conferenza, 55 partecipanti ai tutorial, 27 presentazioni, 16 sponsor. “L’indice di soddisfazione dei partecipanti ai tutorial è stato dell’87%, quello dei partecipanti alla conferenza del 78%, mentre la percentuale di quelli che hanno dichiarato interesse a partecipare a future edizioni dell’evento si è attestata sul 93%”, conclude Bazzana.

 
TAG: Sviluppo

TORNA INDIETRO >>