Aruba VPS
Applicazioni
 

16/12/2016

Share    

di Paolo Morati

Come la robotica cambierà le aziende

Da qui a tre anni gli sviluppi previsti in un ambito destinato a modificare diversi settori economici e industriali, non solo nel manifatturiero. Dal Robot as a Service alle figure aziendali dedicate fino all’automazione commerciale.

Lo sviluppo tecnologico nei campi intelligenza artificiale, computer vision, navigazione, sensori MEMS (Microelectromechanical systems) e tecnologie di semiconduzione continuano a guidare l’innovazione in termini di capacità, prestazioni, autonomia, semplicità d’uso ed efficienza dei costi sui robot industriali e di servizio. È questo il contesto nel quale IDC ha individuato i driver chiave del settore della robotica e come ne influenzeranno lo sviluppo nei prossimi tre anni, facendo anche una serie di predizioni: 

1: Robot as a Service. Nel 2019 il 30% delle applicazioni robotiche destinate ai servizi commerciali seguiranno un modello di business ‘Robot as a Service’, con conseguente riduzione dei costi nell’ambito dell’implementazione dei robot.

2: Chief Robotics Officer. Entro il 2019 il 30% delle organizzazioni più importanti prevederanno un ruolo di chief robotics officer e/o definiranno una funzione specifica sulla robotica all’interno della propria azienda.

3: Scenario Competitivo in Evoluzione. Per il 2020 le aziende potranno implementare i robot scegliendo da un insieme più vasto di vendor a supporto, considerato l’ingresso di nuovi operatori in un mercato ICT del valore di 80 miliardi di dollari.

4: Scarsità di Talenti nel settore Robotica. Nel 2020 la crescita della robotica genererà un’accelerazione nella ricerca di talenti, lasciando vacanti il 35% dei posti di lavoro correlati al settore, mentre i salari medi aumenteranno di almeno il 60%.

5: La Robotica di fronte alle Normative. Dal 2019 i governi inizieranno a implementare normative specifiche per i robot per salvaguardare i posti di lavoro e rispondere alle preoccupazioni in termini di sicurezza e privacy.

6: Software Defined Robot. Nel 2020 il 60% dei robot dipenderà dall’utilizzo di software basato su cloud per definire nuove competenze, capacità cognitive e programmi applicativi, portando alla composizione di un marketplace robotico su cloud.

7: Robot Collaborativo. Nel 2018 il 30% di tutte le nuove implementazioni robotiche comprenderà robot collaborativi, intelligenti e operativi tre volte più rapidi rispetto a quelli odierni e privi di problemi di sicurezza nel lavoro con gli esseri umani.

8: RoboNet Intelligenti. Nel 2020 il 40% dei robot commerciali sarà connesso a una rete mesh di intelligenza condivisa, con conseguente miglioramento del 200% dell’efficienza generale dell’operatività robotica.

9: Crescita Fuori dalle Fabbriche. Nel 2019 il 35% delle più importanti organizzazioni in ambito logistico, sanitario, utility e risorse esplorerà l’utilizzo dei robot per automatizzare le proprie operazioni.

10: Robotica per l’E-commerce. Nel 2018 il 45% delle 200 principali società di e-commerce globali e di commercio omnicanale implementerà sistemi robotici nelle rispettive attività di magazzino e consegne ordini.

La previsione è in sostanza che la robotica continuerà ad accelerare l’innovazione agendo in modo dirompente e cambiando il paradigma delle attività aziendali in molti settori. Ecco che IDC si aspetta una crescita decisa nell’adozione dei robot al di fuori dei tradizionali piani fabbrica per includere settori come la logistica, le utility e le risorse. In tal senso vengono incoraggiate le società utenti finali a sposare e valutare come i robot possono effettivamente influenzare la propria competitività incrementando la qualità, aumentando la produttività e agilità operativa, e migliorando in definitiva le esperienze di tutti i diversi operatori coinvolti.

 

TORNA INDIETRO >>