Eventi 2017 secondo semestre e 2018
Servizi
 

03/07/2017

Share    

Trasformazione digitale: questione di consulenza?

Un mercato che dovrebbe crescere ulteriormente nei prossimi anni, con sempre più realtà orientate al cambiamento.

© tonefotografia – Fotolia.com
È un trend che sembra inarrestabile quello del mercato dei servizi di ‘digital strategy’. Questo almeno stando ai dati forniti da IDC in questi giorni che spiega come con la trasformazione digitale che diventa sempre più un elemento centrale per le attività future delle aziende, la proporzione degli accordi di consulenza legati al tema digitale passerà da circa la metà del totale di collaborazioni in ambito business e IT del 2013–2015 a circa il 70% del 2020/2021. Il tutto per un valore di mercato stimato di 100 miliardi di dollari.

L’andamento del settore viene attribuito al grado di maturità delle strategie di Digital Transformation (DX) che vede i responsabili aziendali considerare e pianificare attentamente le proprie scelte relativamente all’impatto dell’innovazione digitale su qualsiasi ambito che spazi dagli obiettivi di business all’innovazione di prodotti e servizi, ai processi di business, alle strutture organizzative, fino alla forza lavoro nel suo complesso.

Un ruolo fondamentale
Ecco che dagli studi IDC emerge che la maggior parte dei dirigenti intervistati afferma come i partner presenti sul mercato dei servizi professionali siano ritenuti non solo importanti, bensì critici per il successo della trasformazione digitale. In particolare, secondo Michael Versace, research director, Digital Strategy and Agency Services della società americana ”oltre un quarto dei digital executive afferma che i budget per i servizi di consulenza e agenzia digitale saliranno del 25% nei prossimi uno/due anni, mentre circa il 10% afferma che i budget per questi servizi raddoppieranno nel 2019. Inoltre, con più aziende che adottano strategie digitali su tutta la propria organizzazione, i dirigenti dovrebbero aspettarsi che le proprie relazioni con i fornitori di servizi professionali incorporino un portafoglio più ampio di capacità digitali”.

 

TORNA INDIETRO >>