Kyocera
Servizi
 

28/04/2017

Share    

Think global, act local. Con successo.

NSC e Connectis entrano nella Global Workspace Alliance per trasformare la workspace experience, con gusto italiano.



Per riuscire a crescere nel contesto iper-competitivo odierno, le aziende devono caratterizzarsi con più qualità: essere agili, operativamente efficienti, innovative e fortemente focalizzate sulla soddisfazione delle esigenze dei rispettivi clienti, in un clima di costante evoluzione. Nel contempo, la tecnologia sta reinventando e rivoluzionando le modalità di svolgimento del business, partendo dall’automazione dei processi fino alla ‘customer experience’ dell’utente finale, business o consumer che sia, che oggi si aspetta accessibilità costante, risposte immediate, e semplicità d’uso. Il tutto da ogni luogo e su ogni dispositivo. Lo spazio di lavoro, il cosiddetto ‘workspace’, non è qualcosa di fisico bensì di digitale, che consente una maggiore produttività delle risorse e, quindi, un sostegno alla crescita aziendale. Infine, le aziende con una presenza a livello internazionale hanno davanti a sé una sfida ulteriore: non solo devono riuscire a capitalizzare e sfruttare un modello di impresa globale, ma anche a offrire un servizio ottimizzato su base geografica, esternamente e internamente, dimostrando una chiara comprensione delle preferenze, delle normative e della cultura di ciascun Paese.

Un operatore globale dal tocco locale
Quando la Global Workspace Alliance (GWA) venne fondata 8 anni fa, il mondo dei servizi IT era guidato da grandi realtà monolitiche in grado di soddisfare le esigenze IT delle grandi aziende globali. Tuttavia, si capì che queste organizzazioni offrivano una flessibilità limitata a quelle medie aziende, operative in più Paesi ma, nel contempo, con specifiche esigenze locali. In tale contesto Getronics ha dato vita alla GWA, un ecosistema di fornitori IT dal pensiero comune che propongono una forza locale e una presenza diretta, capace di offrire servizi e soluzioni per la conduzione del lavoro, con una particolare attenzione al business internazionale, lavorando anche su clienti da molte migliaia di dipendenti. Oggi l’Alliance copre direttamente un’area geografica che produce l’80% del PIL mondiale ed è guidata congiuntamente da Getronics e CompuCom, comprendendo anche altri nove membri strategici, tutti leader locali nelle rispettive regioni: SPIE (Francia e Svizzera), Tecnocom (Regione Iberica e America Latina), Centric (Paesi Bassi), InfoCare (Paesi Nordici), NSC (Italia), S&T (Europa Orientale), AGCN (Medio Oriente), Eire Systems (Giappone) e TopNew Info (Cina), oltre a un’estesa rete di partner composta da più di 70 Service Provider che garantiscono una copertura diretta sul territorio. Ogni membro della GWA cerca di far crescere l’attività congiunta, fornendo alle aziende globali i migliori servizi IT con una focalizzazione sulla ‘user experience’, pur tenendo conto delle sfumature e delle esigenze delle rispettive realtà locali. La portata globale della GWA si sposa quindi con la competenza locale e la cultura dei propri partner, e si posiziona sul mercato come una alleanza flessibile e trasparente, mantenendo al centro lo slogan ‘think global, act local’. 

Un approccio da team unico
Uno dei principi fondamentali della Alliance, è il fatto che tutti i membri lavorano ‘come una sola squadra’, condividendo un ‘Global Service Delivery Model’ strutturato per fornire servizi efficaci e omogenei, capaci di evolversi e scalare in base alle esigenze globali e locali. Relazionandosi con un qualsiasi membro GWA, le imprese che operano in ambito internazionale possono connettersi a un’estesa rete di assistenza attraverso un unico punto di contatto a livello business. Questo modello si differenzia sostanzialmente da quello tradizionale del subappalto, dove vengono ingaggiate risorse locali a supporto di contratti di servizio IT internazionali. L’alleanza GWA è governata da un ‘Participation Charter’ composto da tutti i suoi membri, che stabilisce i principi di base e l’impegno comune rispetto agli obblighi di partenariato, nonché un portafoglio di servizi e condizioni contrattuali prestabilite al fine di garantire trasparenza tra i membri stessi nonché coerenza ed elevata qualità ai clienti. Un altro elemento unico nel settore riguarda lo sviluppo di un portafoglio GWA congiunto, basato sulla combinazione di capacità locali, che prevede la condivisione tra i Partner della proprietà intellettuale così come degli investimenti. Il risultato è un’offerta end-to-end che spazia dalla fornitura di infrastrutture IT di base allo sviluppo e al supporto di applicazioni e dispositivi destinati agli utenti finali, il tutto sostenuto da strumenti e processi condivisi per dar vita a un workspace produttivo, senza soluzione di continuità e sicuro. 

Con i piedi ben piantati per terra, ma la testa... 'nella nuvola'
Con la crescente diffusione della mobilità, del cloud e dell’‘Internet delle Cose’, i professionisti IT hanno assistito a un’evoluzione del workspace, non più incentrato sul luogo fisico o il dispositivo, bensì sugli utenti e la loro capacità di lavorare, comunicare e collaborare tra loro in qualsiasi momento, ovunque e con qualsiasi device. Di conseguenza, i fornitori di servizi sono stati spinti a cambiare i rispettivi modelli di business, dal modo in cui supportano i loro utenti a quello in cui definiscono i costi; a determinare chi rimarrà in gioco non saranno gli SLA, che sempre più non sono l’unico parametro di successo, ma la ‘customer experience’. In tale contesto, la GWA mette insieme il meglio dei due mondi: l’esperienza e la conoscenza di un fornitore workspace di lungo corso con le capacità utili ad aiutare le aziende a trasformare il loro ‘spazio di lavoro’.

Executive Team NSCLa GWA combina analisi proattive e servizi ‘persona-based’, e con le sue funzionalità sia da remoto che ‘on field’ fornisce ai clienti un approccio personalizzato e proattivo per la fornitura di servizi in tale ambito. Per questo, l’acquisizione da parte di Getronics – avvenuta un anno fa – del ramo d’azienda ‘Managed Cloud’ di Colt (ribattezzato Connectis Managed Cloud) aggiunge al portafoglio GWA una solida piattaforma cloud con 12 data center in 9 paesi europei (tra cui l’Italia) che completa un portafoglio globale end-to-end con una focalizzazione unica sul workspace e la ‘customer experience’. La GWA è presente in Italia con due partner: NSC (nella foto a sinistra il suo Executive Team), un fornitore di servizi con focalizzazione su servizi agli utenti e sull’integrazione di sistemi complessi, e Connectis, la business unit ‘Managed Cloud’ di Getronics. La combinazione dei servizi di entrambe le realtà offre alle aziende italiane l’accesso a una vasta gamma di servizi complementari e, nel contesto della Global Workspace Alliance, anche un ponte verso una rete internazionale che concretizza l’opportunità di prendere parte al processo di trasformazione digitale del proprio workspace globale.

Per saperne di più sulla Global Workspace Alliance (GWA) partecipa all'evento Dalle infrastrutture al workspace previsto il 15 giugno 2017 a Milano. Clicca qui per leggere il programma e iscriverti.

 

TORNA INDIETRO >>