Prossimi eventi Soiel
Applicazioni
 

29/01/2015

Share    

SUSE, obiettivo zero downtime

SUSE Linux Enterprise 12 offre significativi miglioramenti dei tempi di attività del sistema e dell'efficienza operativa per ambienti mission critical

La presentazione della versione 12 di SUSE Linux Enterprise, svoltasi a Milano in contemporanea con la SUSEcon di Olrando (Usa), seconda edizione della user conference della società, è stata l'occasione per fare il punto dell'andamento del mercato open source con Gianni Sambiasi, sales manager di SUSE Italia. "Si sta assistendo a un crescente spostamento dei workload business critical su Linux, e tutti i principali analisti sono concordi nel ritenere questo trend irreversibile, vista la solidità e affidabilità raggiunta da questo paradigma - ha commentato. Del resto basta guardarsi attorno: pochi sanno, ad esempio, che l'European Space Operations Center dell'agenzia spaziale europea (ESA) ha scelto SUSE Linux Enterprise Server come sistema operativo per il suo centro di controllo, e che quindi il successo della missione Rosetta, che ha visto l'atterraggio di una sonda su una cometa, è un po' anche opera nostra".


Naturalmente il compito di SUSE, che da oltre 20 si focalizza sull'ingegneria del software, sull'innovazione e sulla cura dei rapporti con clienti e partner tecnologici, è quello di continuare a investire al fine di aiutare le aziende ad essere sempre più flessibili, recuperare budget e valorizzare al meglio l'open source. L'obiettivo finale è quello di azzerare del tutto i tempi di downtime, che rappresentano sempre una spada di Damocle per qualsiasi infrastruttura tecnologica.

 

I nuovi sistemi operativi ed estensioni software basati su SUSE Linux Enterprise 12 includono innanzitutto versatili sistemi operativi per x86_64, IBM Power Systems e IBM System z. Sono state introdotte funzionalità quali rollback completo del sistema, abilitazione dell'applicazione di patch al kernel in tempo reali e moduli software che consentono di migliorare l'efficienza operativa dei data center. Da evidenziare anche la nuova SUSE Linux Enterprise High Availability Extension, un software per la gestione di cluster volto a migliorare la disponibilità dei servizi, fisica e virtuale, locale e globale. La partnership ottimizzata MariaDB per SUSE Linux Enterprise Server 12, poi, offre più scelta, supporto e scalabilità sui server. Con questa release, inoltre, SUSE introduce un portale per i clienti aggiornato, il SUSE Customer Center, per semplificare la gestione degli abbonamenti, come pure l'accesso a patch e aggiornamenti da parte dei clienti nonché la comunicazione con il supporto clienti Suse.
 

 

TORNA INDIETRO >>