Intelligenza Artificiale 2019
Hardware
 

17/05/2016

Share    

Stampa 3D production-ready con HP

Presentata la HP Jet Fusion 3D Printing Solution con stampa delle parti funzionali a livello di voxel. Due i modelli in arrivo sul mercato per prototipazione e produzione rapide.

Il primo sistema di stampa 3D commerciale production-ready. Così HP ha definito la HP Jet Fusion 3D Printing Solution, appena presentata con l’obiettivo di rivoluzionare la progettazione, la prototipazione e la produzione. Fornendo la possibilità di stampare le parti funzionali a livello di voxel (un voxel è l'equivalente 3D del pixel 2D nella stampa tradizionale), la società americana parla anche della possibilità di offrire per la prima volta parti fisiche di qualità superiore fino a 10 volte più velocemente e alla metà del costo rispetto ai sistemi attuali di stampa 3D, mirando ai model shop così come ai fornitori di servizi di stampa 3D. 

Tra le caratteristiche dichiarate della HP Jet Fusion 3D Printing Solution, ci sono un workflow semplificato e costi ridotti per una prototipazione radicale, la produzione e la fornitura di parti finali con eccezionali risultati in termini di economics, una piattaforma open a livello di materiali e software per ridurre le barriere d’accesso e permettere nuove applicazioni in tutti i settori. "La nostra piattaforma di stampa 3D è unica nella sua capacità di gestire più di 340 milioni di voxel al secondo invece che un punto per volta, offrendo ai nostri partner velocità di produzione sensibilmente maggiori, parti funzionali e un’eccezionale riduzione dei costi", ha detto Stephen Nigro, President, 3D printing business, HP. "HP Jet Fusion 3D Printing Solution è caratterizzata da una combinazione di velocità, qualità e costi mai vista prima nel settore. Le imprese e i produttori possono ora ripensare completamente il modo in cui progettano e forniscono soluzioni ai loro clienti".

HP Jet Fusion 3D 4200

Due sono quindi le nuove stampanti 3D progettate per prototipazione e produzione rapide. HP Jet Fusion 3D 3200 per la prototipazione con produttività migliorata e possibilità di incrementare l’utilizzo a un costo per pezzo inferiore. HP Jet Fusion 3D 4200 per le necessità della prototipazione e del manufacturing nel breve termine, con un’elevata produttività che permette di rispondere alle richieste nella stessa giornata e ai più bassi prezzi per pezzo. A corredo è disponibile un set sincronizzato di strumenti che include software intuitivo, un’innovativa HP Jet Fusion 3D Processing Station con Fast Cooling e materiali di alta qualità. Diverse le aziende a sostegno del progetto: Nike, BMW, Autodesk, Jabil, Johnson & Johnson, Materialise, Proto Labs, Shapeways e Siemens.

HP e i partner certificati collaboreranno inoltre per rendere possibile l’innovazione dei materiali e lo sviluppo di nuove applicazioni per la sua HP Multi Jet Fusion Solution, riducendo così i costi della stampa 3D e accelerando l’adozione del 3D printing nell’industria. HP sta in tal senso creando un’app store dei materiali 3D e sta già collaborando con partner certificati come Arkema, BASF, Evonik e Lehmann & Voss, con il progetto di estendere l’ecosistema della piattaforma open in futuro. HP ha inoltre collaborato con partner software per rendere più semplice e intuitivo il processo dalla progettazione alla stampa. Tra questi troviamo: Autodesk, Materialise e Siemens. La stampante HP Jet Fusion 3D 4200 sarà in consegna a fine 2016, a cui seguirà HP Jet Fusion 3D 3200 nel 2017 in alcuni Paesi selezionati in EMEA a partire da Austria, Belgio, Repubblica d’Irlanda, Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Paesi Bassi, Spagna e Svizzera. La disponibilità verrà estesa in altri Paesi europei a partire dalla seconda metà del 2017. La stampante HP Jet Fusion 3D 3200 è infine disponibile a partire da 120.000 euro. La soluzione end-to-end completa è disponibile a partire da 145.000 euro.

 

TORNA INDIETRO >>