Estate 2020
Servizi - Applicazioni
 

29/06/2012

Share    

Il nuovo SQL Server 2012 è oggi alla prova dei big data

La piattaforma di gestione dati è stata arricchita con 175 funzionalità rivolte alle prestazioni e alla qualità del dato.

 

 

La piattaforma di gestione dati è stata arricchita con 175 funzionalità rivolte alle prestazioni e alla qualità del dato

 

 

 

Data warehouse e big data. Sono questi i due elementi strettamente correlati tra loro protagonisti del recente annuncio di SQL Server 2012 da parte di Microsoft. Non poteva che essere così visto che uno dei fenomeni IT di questo periodo è proprio quello relativo agli strumenti necessari a consentire analisi su volumi dati in forte espansione, come ha confermato Luca Venturelli, direttore della divisione server & cloud di Microsoft Italia: “Una recente survey promossa insieme ad HP e realizzata da NetConsulting ha fatto emergere come l’investimento numero uno anche per i CIO italiani oggi sia concentrato su capacità di business intelligence applicate ai big data, in contesti cloud, on-premise, ma anche ibridi”.

 

 

 

 

Tutte le novità

 


La nuova release della piattaforma di gestione dei dati disponibile da inizio aprile in particolare si ripromette di garantire alle aziende la possibilità di processare dati di qualsiasi natura e dimensione ovunque e in qualunque momento, per andare a conferire alle aziende un patrimonio informativo strategico per comprendere e modellare il proprio business.


Sono 175 le nuove funzionalità implementate in questa nuova versione che vanno nella direzione di assicurare elevate prestazioni di elaborazione, grazie all’integrazione nel core di SQL Server 2012 della tecnologia xVelocity, e di ottimizzare la qualità del dato, grazie a Data Quality Services. Quest’ultimo consente di individuare, compilare e gestire informazioni sui dati, e tali informazioni possono essere utilizzate per eseguire la pulizia, la corrispondenza e il profiling dei dati.


Inoltre, per salvaguardare i database negli ambienti aziendali da interruzioni pianificate e non, oltre alla funzionalità gruppi di disponibilità AlwaysOn in SQL Server 2012 sono stati introdotti numerosi altri miglioramenti a livello di gestione della disponibilità.


In concomitanza con la disponibilità generale di SQL Server 2012, Microsoft ha inoltre rilasciato diverse nuove soluzioni per il data warehousing, in grado di aiutare le aziende clienti a gestire in modo più conveniente i carichi di lavoro aziendali. In questo contesto sono inclusi un importante aggiornamento software e nuovi fattori di forma per mezzo rack per dispositivi Microsoft Parallel Data Warehouse, nonché la disponibilità di architetture di riferimento SQL Server Fast Track Data Warehouse per SQL Server 2012.


Infine, in linea con il proprio impegno per supportare le aziende nella gestione di qualsiasi tipologia di dati, indipendentemente dalle dimensioni, sia on-premise sia sulla cloud, connettendo SQL Server e strumenti di business intelligence come Microsoft Excel, PowerPivot per Excel 2010 e Power View, con dati non strutturati, Microsoft ha annunciato il rilascio nel primo semestre 2012 di un’ulteriore anteprima limitata di un servizio basato su Apache Hadoop per Windows Azure.


“Questi annunci rappresentano un significativo passo avanti nella strategia big data di Microsoft che intende aiutare le aziende ad affrontare con successo le sfide legate alla gestione in tempo reale di una quantità in costante crescita di dati relazionali e non” ha commentato Luca Venturelli.


R.V.
 

 

TORNA INDIETRO >>