C-Forge 2019
Sicurezza
 

15/06/2016

Share    

Servizi DNS protetti e sicuri con Infoblox

Reti sempre più complesse e un cybercrime sempre più sofisticato richiedono soluzioni innovative in grado da un lato di incrementare l’automazione dei servizi, dall’altro di offrire adeguate garanzie di sicurezza.

Giancarlo PalmieriDi tutti i servizi Internet, il Domain Name System (DNS) è uno dei più importanti, perché ha il compito di convertire i nomi delle macchine collegate in rete in indirizzi IP e viceversa. “In pratica - commenta Giancarlo Palmieri, responsabile tecnico di Infoblox Italy - rappresenta l’elemento fondamentale, l’ossigeno di ogni infrastruttura di rete. Poiché gli attacchi ai servizi DNS sono in costante aumento, sia per il DNS interno (da parte di Botnet, Malware, APT ecc.) sia esterno (ad esempio attacchi di tipo DDoS) da alcuni anni abbiamo deciso di incrementare gli investimenti che oggi ci hanno permesso di fornire soluzioni DNS in grado di garantire la continuità operativa anche in situazioni critiche e nel contempo mitigare sempre meglio questi rischi garantendo la continuità operativa del servizio DNS”.

Le soluzioni di Infoblox si basano su una tecnologia che consente di rilevare, bloccare e mitigare gli attacchi DNS, sia con
soluzioni hardware integrate sia software, offrendo soluzioni in grado di garantire la massima disponibilità dei servizi DNS anche su reti eterogenee, composte cioè non solo da appliance hardware Infoblox ma anche da macchine virtuali VMware, Hyper-V di Microsoft, XEN, KVM ed Amazon e/o da sistemi virtuali su piattaforme Cisco e Riverbed.
La soluzione per il DNS sicuro messa a punto da Infoblox, corredata da servizi di monitoraggio e gestione centralizzati altamente performanti, garantisce la disponibilità del servizio DNS anche quando il servizio è sotto attacco, grazie all’implementazione di una soluzione di sicurezza integrata nel DNS che si compone di apparati e regole di rilevamento estremamente innovativi.
Sbarcata in Italia agli inizi del 2006, Infoblox non si limita al DNS ma rende disponibile una vasta gamma di soluzioni DDI (DNS, DHCP ed IPAM) che garantiscono i più elevati livelli di continuità operativa e alta affidabilità delle reti: oltre ai servizi DNS anche il DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol), IPAM (IP Address Management) e  Network Automation.

“Per rendere la nostra proposizione sempre più efficace ed efficiente oltre a investire in maniera consistente in ricerca e sviluppo continuiamo a crescere anche per linee esterne, come testimonia la recente acquisizione di IID, azienda specializzata in soluzioni di threat intelligence”, dice Palmieri. Una strategia vincente, che lo scorso anno ha permesso all’azienda di registrare una crescita del 27% a livello globale e che ha portato anche al raddoppio del team Italia che oggi è supportato da sei persone.

 

TORNA INDIETRO >>