Estate 2020
Servizi
 

23/02/2017

Share    

Seeweb ha aderito al protocollo CISPE

Il cloud service provider adotta il codice di condotta europeo che garantisce la conservazione e gestione del dato secondo determinate regole.

Antonio BaldassarraSeeweb ha annunciato di esse tra i primi cloud provider ad aver aderito al protocollo CISPE (Cloud Infrastructure Services Providers in Europe), un’iniziativa europea che ha lo scopo di creare una voce unitaria che rappresenti la visione dei Cloud Infrastructure Service Provider in Europa. Tale iniziativa, approvata meno di sei mesi fa dal Parlamento UE, vuole certificare attraverso un marchio di garanzia, che i dati sono archiviati ed elaborati all’interno dello Spazio Economico Europeo e che i cloud infrastructure provider non processano i dati personali dei clienti per loro stesso profitto o non li rivendono a terzi, non estraggono dati ai fini della profilazione per attività di marketing e azioni similari. In aggiunta, i membri del CISPE garantiscono che i dati dei clienti sono conservati e gestiti all’interno delle aree dell’EU o EEA.

Le attività del Codice di Condotta, riguarderanno gli utenti finali e i Cloud Provider, come appunto Seeweb e gli altri 15 ISP di 7 differenti paesi che finora hanno aderito, offrendo tra l'altro l’anticipazione del nuovo Regolamento UE per la Privacy nel 2018.  "I nostri clienti sono i nostri beni per questo riteniamo che la conservazione del dato è la parte più importante della nostra missione industriale. Come Seeweb ci prendiamo cura del dato da tutti i punti di vista: sicurezza fisica del CED, privacy, sicurezza virtuale e continue certificazioni relative alla qualità del dato. La nostra adesione al CISPE è stato per noi un altro traguardo molto significativo. Tale adesione al Codice di Comportamento rappresenta un valore aggiunto che offriamo ai nostri clienti e al mercato: la trasparenza per noi significa credibilità e rispetto", afferma Antonio Baldassarra, CEO di Seeweb, i cui servizi di Cloud Hosting, Cloud Server, Easy Cloud Server, Foundation Server, Cloud DB, Cloud Object Storage, Cloud Backup e Cloud Streaming sono dunque conformi ai requisiti richiesti dal codice.

 

TORNA INDIETRO >>