Orgatec
Applicazioni - Datacenter
 

22/05/2012

Share    

Securicomm, tutte le novità dagli specialisti del Fax over Ip

RightFax 10 oggi viaggia anche su IP, garantendo livelli di performance, affidabilità e scalabilità ancora maggiori

RightFax 10 oggi viaggia anche su IP, garantendo livelli di performance, affidabilità e scalabilità ancora maggiori

 

 

 

 

 

La storia di Securicomm è legata a quella di RightFax: dal 1996, anno della sua fondazione, distribuisce infatti in Italia questa famiglia di soluzioni di enterprise fax ed e-document estremamente solida e sicura e, nel contempo, semplice da utilizzare e da gestire, in grado di integrare e automatizzare il flusso di una grande scala di fax, fogli, documenti elettronici e dati sviluppata da Captaris, acquisita da Open Text alla fine del 2008 e oggi costantemente aggiornata dalla business unit Fax and Document Distribution Group (Fddg) di Open Text.

 

“Il fax - assicura Enrico Lonati, high availability, FoIp & Mfp sales specialist della società - continua a rivestire un ruolo di primo piano nei processi aziendali di moltissime aziende, soprattutto di dimensioni medio-grandi come banche e assicurazioni, grandi industrie, pubblica amministrazione... Una soluzione di enterprise content management, anche nell’era del web 2.0, infatti, non può dirsi completa se non è in grado di integrare in maniera trasparente anche i fax all’interno dei processi e dei workflow aziendali”.

 

È questo, del resto, il motivo che ha spinto Open Text ad acquisire Captaris, una scelta che si è dimostrata lungimirante, visto che oggi la divisione Fddg genera circa il 15% del business della società, una percentuale decisamente interessante e, quel che più conta, in costante crescita.

 

Il complesso dell’offerta

 

Naturalmente nel corso degli anni il portafoglio di offerta di Securicomm si è ampliato, e oggi a RightFax si affiancano altre soluzioni innovative in grado di aiutare le organizzazioni pubbliche e private a gestire l’intero ciclo di vita delle informazioni in modo efficace e performante, evitando rischi ed errori, tra cui spiccano Neverfail, OmniAnalyser e Sinequa.

 

La prima è una soluzione ‘cluster class’ web based che, adottando un approccio unitario, risolve sia i problemi di affidabilità (ripristino da problemi prevedibili e anticipabili) attraverso l’analisi dell’ambiente tecnologico e una giusta configurazione dello stesso a tutti i livelli (hardware, software, applicazioni, reti…) che quelli di resilienza, ovvero del ripristino dei problemi imprevedibili attraverso la ridondanza e il monitoraggio della rete, dell’hardware, dei sistemi operativi, dei dati e delle applicazioni.


La seconda, OmniAnalyser, sviluppata dalla tedesca Hypersoft, è un sofisticato sistema di enterprise messaging analysis per il tracking, il reporting e il monitoring dei server e-mail, mentre l’ultima, Sinequa, è una soluzione di enterprise search innovativa che, tramite ricerche basate sul contesto e sul ruolo all’interno della knowledge base di una organizzazione, composta ormai in pari misura da dati strutturati e non, consente di reperire in modo semplice e veloce l’informazione giusta nel momento in cui serve veramente.


Un’offerta ampia e variegata, dunque, all’interno della quale RightFax continua a rivestire, comunque, un ruolo di primo piano.

 

RightFax 10, ideale per il FoIp

 

“Nato come fax server, oggi RightFax, giunto alla versione 10, è molto di più – assicura Lonati – grazie ai costanti investimenti in ricerca e sviluppo effettuati prima da Captaris e oggi da Open Text, infatti, è diventato una vera e propria soluzione di e-document delivery che si integra in maniera trasparente con i principali sistemi di posta elettronica (Lotus Notes e Microsoft Exchange in primis), nonché con i più diffusi sistemi ERP e CRM, con i più evoluti sistemi di document managment (incluso OpenText Alchemy) e imaging…

 

Ma, cosa ancora più importante, oggi Open Text RightFax 10 si integra perfettamente nelle infrastrutture di voice over IP, VoIP, mantenendo gli stessi livelli di performance, affidabilità e scalabilità che da sempre la caratterizzano”. Alla versione tradizionale, analogica e Isdn, RightFax 10 affianca quindi una versione Fax over IP (FoIP), sempre più apprezzata dal mercato: “Ormai il mercato si sta orientando in maniera sempre più convinta sul FoIp - assicura Lonati - una modalità di interazione che consente un interscambio di dati e informazioni rapido, efficace e conveniente, che però deve fare i conti con una selva di piattaforme tecnologiche in continua evoluzione. Uno dei nostri principali punti di forza è proprio quello di lavorare a stretto contatto con i laboratori dei principali player del mondo ICT per fare in modo che RightFax sia pronto ad allinearsi in tempo reale alle release che via via vengono rilasciate”.


Cosa succederebbe, per esempio, se il fax server non supportasse Microsoft Exchange 2010, verso cui molte aziende stanno oggi migrando? Si avrebbero problemi a non finire, e questo vale per i sistemi di posta elettronica, gli ERP, i CRM ecc. “Un team Open Text composto da 45 professionisti altamente qualificati si occupa di garantire questa interoperabilità, ascoltando nel contempo le esigenze dei nostri clienti e dei nostri business partner per rendere la nostra soluzione sempre più efficace, performante e, naturalmente, sicura, perché non bisogna dimenticare che una delle principali preoccupazioni che hanno oggi le aziende è legata alla sicurezza dei dati e alla loro compliance con normative nazionali e internazionali sempre più stringenti”.


RightFax, che assicura prestazioni ottimali anche in ambienti virtualizzati, garantisce quindi completa interoperabilità con gli applicativi, i sistemi operativi e, naturalmente i sistemi di networking più diffusi. “A questo riguardo vale la pena ricordare che, fino allo scorso anno, Cisco proponeva addirittura RightFax in modalità OEM, e ancora oggi lo indica come ‘preferred solution’ in ambito fax server. Cisco, naturalmente, non è l’unico ambiente di unified communication in cui RighFax offre il meglio di sé, visto che è certificato da molti altri brand di prestigio come Avaya e Alcatel Lucent, solo per citarne un paio”.

 

R.C.
 

 

TORNA INDIETRO >>