Regent 2B
Sicurezza
 

13/10/2017

Share    

SealPath avvia le attività in Italia

L’azienda spagnola estende verso tutti i principali formati l’IRM (Information Right Management), di grande utilità anche per adempiere ai dettami normativi, a cominciare dal GDPR.

Coniugare libertà e sicurezza non è mai stato facile, ma nell’era digitale sta diventando una missione quasi impossibile. Team sparsi in ogni angolo del globo devono poter lavorare insieme, scambiandosi informazioni come se fossero tutti seduti attorno allo stesso tavolo, ma il cyber crime è in agguato per carpirne i segreti e trarne profitto. Che fare?

SealPath, azienda spagnola nata alla fine del 2013, recentemente sbarcata in Italia, ha deciso di puntare sulla tecnologia di Information Right Management (IRM), di grande utilità anche per adempiere ai dettami normativi, a cominciare dal GDPR. “In un mondo digitale senza frontiere le aziende più illuminate hanno capito che l’unico modo per proteggere la loro proprietà intellettuale è quello di proteggere i loro dati direttamente, sempre, dovunque e in ogni momento - spiega Javier Nieto León, business development director di SealPath Italia. La nostra soluzione si integra in maniera trasparente con i formati più utilizzati dai professionisti di tutto il mondo - Office, Adobe, SolidWorks, XPS, RTF, formati audio e video ecc. - nonché con i principali sistemi operativi anche mobili - Microsoft Windows, Mac OS X, iOS, Android, Windows Phone - garantendo ai file che vi transitano una sicurezza persistente”.

Javier Nieto LeónPronti per il GDPR
La consapevolezza di dover proteggere i propri dati, che ormai rappresentano l’asset principale di qualsiasi organizzazione, sta aumentando, anche in vista dell’entrata in vigore del nuovo GDPR, e una piattaforma come SealPath consente anche di mettersi in regola con i suoi dettami. “Il nostro obiettivo è aiutare le aziende a rispettare questo regolamento in modo semplice, consentendo loro di estendere alle aziende una cultura della sicurezza informatica”, sottolinea Nieto León. L’efficacia e la semplicità d’uso di SealPath hanno subito incontrato il favore del mercato, e in pochi anni la società ha saputo guadagnarsi la fiducia di clienti del calibro di Airbus, Deloitte, Mediaset España, Telefonica, Siemens-Gamesa, Ferrovial, solo per fare qualche nome, “mentre in Italia - dice Nieto - abbiamo appena iniziato le attività, ma già stiamo avviando i primi clienti. Per accelerare la diffusione di SealPath su tutto il territorio nazionale siamo ora impegnati a costruire un ecosistema qualificato e motivato che riconosca nella nostra piattaforma un elemento differenziante. Abbiamo già siglato una partnership con Atinet, uno degli operatori italiani più attivi in ambito sicurezza, e altre sono allo studio”.

 

TORNA INDIETRO >>