Estate 2020
Applicazioni
 

14/12/2012

Share    

SAP: finita l’era dei silos è il tempo dell’informazione in real time

Gestire all’interno di un’architettura unica dati strutturati e non strutturati, garantendo sempre la massima trasparenza tra i due mondi

“Dalle nostre analisi - esordisce Fabio Todaro, direttore della divisione D&T (Database and Technology) di SAP Italia - risulta che nelle aziende, qualunque sia la loro dimensione e il settore in cui operano, il tempo medio di raccolta dei dati sia di una settimana: un tempo ormai inaccettabile, in un mondo globalizzato che corre sempre più in fretta: oggi, per fornire un vero valore aggiunto, le informazioni devono essere disponibili secondo una logica real time”.


Più facile a dirsi che a farsi, visto che la mole dei dati da gestire continua a crescere a ritmi esponenziali e include, oltre ai dati strutturati governati da tempo, una pletora di dati non strutturati provenienti dalle fonti più disparate, eterogenee e volatili.
È il fenomeno dei Big Data, di cui la società ha intuito l’importanza in tempi non sospetti, visto che il lancio di SAP Hana (High Performance Analytic Appliance), la soluzione costruita intorno alla tecnologia in-memory che, integrando potenza di calcolo e database, consente di elaborare grandi quantità di dati in tempo reale nella memoria centrale, risale alla fine del 2010.


 “SAP HANA - prosegue Todaro - è la punta di diamante intorno a cui ruota tutta la nostra Real Time Data Platform, una piattaforma completa i cui ultimi tasselli saranno presentati nel corso del prossimo SAPPHIRE NOW, l’evento in programma a Madrid dal 13 al 15 novembre. Questa piattaforma rappresenta una innovazione dirompente, oltre che dal punto di vista tecnico, anche dal punto di vista organizzativo, perché introduce nelle aziende una nuova cultura basata su un maggior coinvolgimento del business nell’analisi dei dati e nella loro interpretazione”.

 

 

Una visione unitaria

 

 
Governare e gestire i Big Data, infatti, non significa solo avere a disposizione strumenti più rapidi e performanti per effettuare analisi di dettaglio su grosse moli di dati ma anche, e soprattutto, avere la capacità di estrapolare evidenze realmente rilevanti che, correttamente interpretate, consentono a chi ha la responsabilità del business di mettere a punto strategie del tutto nuove, impensabili fino a ieri.


Il valore aggiunto della proposizione di SAP è quello di gestire all’interno di un’architettura unica sia il tradizionale mondo transazionale, dove la società vanta un’esperienza pluriennale, sia quello analitico alimentato dai dati non strutturati, garantendo la salvaguardia degli investimenti effettuati in passato e, nel contempo, accelerando quei processi innovativi indispensabili per vincere le sfide del futuro.

 


 

 

TORNA INDIETRO >>