Eventi 2020
Sicurezza
 

19/11/2012

Share    

Samsung Techwin rafforza le attività sul canale in Italia

L’obiettivo è quello di costruire un ecosistema ancora più qualificato e motivato

 

Fondata nel 1977 e parte del Gruppo Samsung, Samsung Techwin è una società specializzata nel mercato della sicurezza professionale. Presente in Italia dal 2009, in pochi anni ha saputo guadagnare anche nel nostro Paese un ruolo di primo piano grazie a una gamma completa di soluzioni, sia analogiche che IP, per la video sorveglianza, il controllo accessi e l’anti intrusione.
 

Ora Samsung Techwin ha deciso di rafforzare ulteriormente la propria presenza nel nostro Paese, nominando Giacomo Cavalli nuovo business development manager con un focus particolare sul mondo IP. Cavalli, dopo significative esperienze in Philips, Bosh, ADI Global Distribution e Honeywell Security, porta la propria esperienza e professionalità soprattutto in tema di gestione del canale, che rappresenta un elemento fondamentale nella strategia di crescita e sviluppo della società.
“Il mio compito, in collaborazione con tutto il team italiano, una struttura agile e flessibile che mette le esigenze dei clienti al centro della propria strategia, è soprattutto quello di ampliare ed efficientare tutta la catena del valore, dai distributori ad alto valore aggiunto che già ci affiancano agli installatori specialisti ed integratori di sistema fino ad arrivare agli studi di progettazione ed opinion maker, con un interesse specifico al mondo del networking che, con la crescente diffusione delle soluzioni IP, sta rapidamente convergendo”, sottolinea Cavalli.
 


Costruire un ecosistema qualificato e motivato
 

 

Gli obiettivi di medio periodo che si è posto Cavalli sono tre: consolidare la rete distributiva esistente, che tanta parte ha avuto ed ha per il successo della società, affiancando in maniera proattiva le risorse interne dedicate; avvicinare al brand Samsung un numero maggiore di reseller studiando, in collaborazione con il quartier generale Emea, programmi di canali efficaci ed efficienti in grado di fidelizzare gli operatori, alla ricerca di vendor in grado di aggiungere realmente valore al proprio business; essere maggiormente presenti verso le nuove figure di addetti alla sicurezza che si stanno affermando.
 

Se fino a ieri, infatti, la videosorveglianza interessava soprattutto la protezione fisica degli ambienti di lavoro, ora coinvolge anche la sicurezza logica, poiché dati e informazioni confluiscono nelle architetture informatiche di rete di nuova generazione, che devono essere gestite e governate in maniera univoca.
Per quanto riguarda i mercati di riferimento, benché l’offerta di Samsung Techwin, potendo attingere all’enorme catalogo Samsung, possa venire incontro a qualsiasi tipo di esigenza, l’obiettivo è quello di continuare a concentrarsi su alcuni settori B2B particolarmente strategici, dalle utility (soprattutto Oil & Gas) al transportation (stazioni e materiale rotante), senza dimenticare il retail.

 

Oltre a mettere a punto nuovi programmi di canale, in grado di fornire alla distribuzione strumenti di supporto pre e post vendita sempre più efficaci ed efficienti, la società intende continuare a investire per ampliare la visibilità del brand, partecipando a eventi di settore e puntando sulla formazione, al fine di contribuire alla diffusione della cultura della sicurezza, al di là delle tecnologie utilizzate – siano esse analogiche o IP.
 

Le strategie commerciali naturalmente vanno di pari passo con un’offerta sempre più ampia e completa, supportata da tecnologie sempre allo stato dell’arte sviluppate nei laboratori di ricerca e sviluppo della società.
Per gli ultimi mesi dell’anno, ad esempio, è previsto il lancio di una nuova gamma di soluzioni IP battezzata ‘LiteNet’: si tratta di una linea caratterizzata da un rapporto qualità/prezzo particolarmente competitivo che integra però le principali funzionalità della gamma WiseNet, uno dei cavalli di battaglia della società.

 

Oltre alle videocamere di sorveglianza, non bisogna poi dimenticare le soluzioni NVR (network video recorder) che continuano ad essere aggiornate e perfezionate, e i software di monitoraggio e gestione sempre più performanti e, nel contempo, semplici da utilizzare, sia di tipo proprietario che open, vale a dire interoperabili con i principali software presenti sul mercato.
 

Samsung Techwin, insomma, ha tutte le carte in regola per lanciare una nuova offensiva nel nostro Paese, al fine di cogliere tutte le opportunità offerte da un mercato, quello della videosorveglianza, che – nonostante un contesto macroeconomico non certo facile – continua a registrare tassi di crescita e sviluppo interessanti.

 

 

Sicurezza assicurata di giorno e di notte

 

 

Tra le soluzioni di punta di Samsugn Techwin spicca la telecamera PTZ Speed Dome SCP-2370RHP presentata alla fine di agosto, che apre nuove opportunità di utilizzo e di applicazione poiché consente di riprendere immagini e soggetti fino a 100 metri a distanza senza alcuna illuminazione aggiuntiva.
 

Grazie al gruppo ottico con zoom 37x, alla motorizzazione che consente una rotazione di 500 gradi e agli illuminatori a raggi infrarossi (IR) ad alta efficienza, la nuova SCP-2370RHP è ideale in tutti quei contesti in cui l’illuminazione risulta complicata e/o onerosa per l’estensione delle aree: parcheggi, aree industriali, campi fotovoltaici ecc.
 

Di notte, o in qualsiasi ambiente in cui l’illuminazione risulta insufficiente, i Led IR integrati della fotocamera si attivano automaticamente e forniscono un’illuminazione efficace fino a una distanza di 100 metri. L’intensità IR viene automaticamente regolata per fornire il livello appropriato di luce, a seconda del rapporto di zoom.
 

Incorporando il chipset Samsung W-5, la SCP-2370RHP offre una risoluzione video fino a 600TVL e beneficia della tecnologia SSNRIII, Samsung Super Noise Reduction di terza generazione, che elimina i disturbi dell’immagine in condizioni di scarsa luminosità senza creare riflessi o sfocature, con il vantaggio di risparmiare fino al 70% di spazio su disco.
 

Altre caratteristiche includono otto zone mascherabili per la privacy, il rilevamento di movimento e la tecnologia Highlight Compensation, che identifica e neutralizza le zone troppo luminose in un’immagine consentendo ad un operatore di scoprire dettagli altrimenti nascosti.
 

La telecamera dome SCP-2370RH è inoltre dotata di Digital Image Stabilisation (DIS), la tecnologia in grado di annullare gli effetti del movimento della telecamera a causa di vento forte o vibrazioni.
 

La nuova SCP-2370RH può essere controllata direttamente da cavo coassiale, grazie alla compatibilità con i protocolli più diffusi: questo permette la trasmissione sia del video che dei dati di telemetria tramite cavo coassiale, offrendo pieno accesso alle funzioni di configurazione e controllo della telecamera attraverso un DVR compatibile. Questa tecnologia consente forti riduzioni sui costi, richiedendo una infrastruttura di cablaggio limitata e garantendo al contempo grande flessibilità per applicazioni di retrofitting.
 

 

TORNA INDIETRO >>