Estate 2019
Servizi - Applicazioni - Mobile/Wireless
 

03/12/2015

Share    

di Michele Ciceri

Samsung, una solida realtà B2B

Organizzato presso il museo dell’innovazione automobilistica di Settimo Torinese il primo evento dell’azienda dedicato interamente al mondo B2B. Tre i temi dell’agenda digitale italiana secondo la casa coreana: Internet of Things, Smart City e App Economy.

Cloud, unified communication, mobile payment, sales force automation e digital shop experience sono stati gli argomenti al centro del Technology Summit 2015, il primo evento Samsung dedicato esclusivamente al mondo B2B. Organizzato in collaborazione con i partner di riferimento sul mercato delle soluzioni professionali, Cisco, Google, SAP e Oracle, il Summit ha portato al centro del dibattito il tema della digitalizzazione in azienda. In evidenzia anche il ruolo dell’innovazione come leva di business in grado di abilitare una trasformazione d’impresa sempre più necessaria e una concreta ripresa del sistema Paese. Suggestiva la location dell’evento, il CNH Industrial Village di Settimo Torinese, che ha permesso ai presenti di percorrere le tappe storiche dell’innovazione nel settore automobilistico.

L’innovazione digitale
In uno scenario macro-economico che vede l’Italia protagonista di un percorso di ripresa e crescita economica, diverse leve possono agire per favorirne l’accelerazione e supportare una nuova fase di sviluppo e competitività. In primis la consapevolezza da parte del tessuto imprenditoriale italiano, fatto di grandi e piccole imprese, della necessità di avviare un cambiamento in grado di generare un impatto diretto e tangibile sul business. Da sempre l’evoluzione e la capacità di rinnovarsi per anticipare i cambiamenti del mercato e guardare avanti, esplorando nuovi orizzonti, rappresentano un valore aggiunto per il business e confermano il ruolo strategico dell’innovazione digitale che oggi può contare su una nuova maturità di soluzioni e tecnologie. Tra i driver di questa innovazione di business giocano un ruolo chiave in particolare il cloud, il document management, la sales force automation, la smart collaboration, il mobile payment e la shopping experience digitale, filoni tecnologici che mirano all’efficientamento e all’ottimizzazione dei processi e alla riduzione dei costi, incrementando profittabilità e crescita del business.

Technology Summit 2015
Ecco insomma lo scenario in cui Samsung ha deciso di organizzare il suo primo appuntamento dedicato al mondo B2B e di farsi portavoce del dibattito sulla digitalizzazione in azienda. Il Technology Summit 2015 è nato quindi con l’obiettivo di mettere a disposizione di vari CEO, CIO, CMO, CPO e CTO delle aziende italiane un tavolo di discussione che evidenzia e racconta cosa possono fare oggi le imprese per essere competitive e come le soluzioni tecnologiche possono essere l’alleato fondamentale in questo percorso di trasformazione. Nel contempo, l’evento è stato anche l’occasione per affermare l’impegno della divisione Samsung Business per il mondo B2B e la volontà di questa di posizionarsi come partner strategico nel mercato aziende attraverso un ecosistema di soluzioni e alleanze sviluppate con partner top player del calibro di Cisco,
Google For Work, Oracle e SAP. “Da sempre investiamo in ricerca e sviluppo per mettere a disposizione una tecnologia in grado di migliorare la qualità della vita delle persone, e da diversi anni stiamo lavorando per fare altrettanto a supporto della competitività delle aziende. L’innovazione può infatti rilanciare il sistema Paese grazie a un percorso digitale che fa leva sulle nostre soluzioni B2B, fatte di prodotti e servizi, in grado di rispondere alle esigenze di sviluppo, risparmio e innovazione delle imprese italiane. Il nostro impegno in questa direzione è significativo tanto che nel 2020 le soluzioni B2B genereranno un fatturato pari o superiore a quello del mercato consumer grazie alla capacità di offrire un ecosistema integrato di soluzioni” ha affermato Carlo Barlocco, deputy president Samsung Electronics Italia.

IoT, Smart City e App Economy
Il primo evento B2B di Samsung è stato aperto da un talk show al quale hanno partecipato, oltre ai rappresentanti dei partner strategici, due grandi realtà: Unicredit e L’Oréal. Per l’istituto di credito era presente Remo Taricani, individual & small business sales & marketing country chairman Italy; per L’Oréal il direttore generale Antonio Martinez Rumbo. Dialogando con i presenti, Barlocco di Samsung ha parlato dei tre temi che secondo la visione dell’azienda caratterizzano l’agenda digitale italiana: Internet of Things, Smart City e App Economy. L’espansione dell’Internet of Things prevista per i prossimi anni avrà un effetto dirompente in particolare sulla distribuzione multicanale. In un mondo in cui i clienti non sono soltanto gli esseri umani, ma anche oggetti che si legano ad altri oggetti per negoziare i prezzi, in molti e in particolare i rivenditori dovranno essere pronti a riconsiderare il proprio ruolo. In tema Smart City, l’EXPO di Milano e ancor più EXPO Village sono stati per Samsung esempi nitidi di come sia già oggi possibile offrire agli utenti informazioni e servizi che possono far funzionare su standard nuovi, in modo efficiente e vibile, delle intere città. E infine la APP Economy, perché oggi sono le soluzioni software a cambiare il modo di operare; mettendo a disposizione su tante App, specifiche e ritagliate sulle esigenze degli utenti e utilizzabili da dispositivi diversi.

L’ecosistema dei partner
I partner top player hanno avuto un ruolo di primo piano nel Technology Summit. “La digital transformation sta investendo l’ambiente di lavoro assumendo un ruolo strategico in tutte le aziende” ha affermato Michele Dalmazzoni, collaboration and business outcomes country leader di Cisco Italia. “Le tecnologie di collaboration si stanno tratteggiando come uno dei motori di crescita più importanti del mercato, favorendo l’accelerazione del cambiamento organizzativo e portando le aziende a ridisegnare i processi con più scambi e meno barriere, costruendo un’impresa più aperta, collaborativa e predisposta alla generazione di valore”. Per Google for Works era presente il country manager Fabio Fregi: “Questa è una grande opportunità per sottolineare l’importanza delle soluzioni di smart collaboration per tutte le imprese italiane che vogliono intraprendere un percorso di crescita puntando sulla digitalizzazione aziendale”. Oracle Giovanni Ravasio, country leader applications in Italia ha invece sottolineato che: “La relazione azienda-cliente è radicalmente cambiata negli ultimi anni. Il consumatore è digitale, mobile e social e l’azienda, se vuole continuare a sviluppare il proprio business, deve esserlo altrettanto. Per rapportarsi con il consumatore moderno servono agilità, migliori performance e flessibilità: un processo reso possibile solo attraverso l’impiego di applicazioni che costituiscono la prima linea di interazione con gli utenti stessi”. Per SAP Italia Zoan Radumilo, innovation sales director ha commentato: “Le imprese devono ripensare in modo nuovo ciò che le circonda, capire cosa può influenzare la propria produttività ed essere pronte ad adattare i propri modelli di business ponendo al centro il concetto di servizio”. Le esperienze dei partner e la testimonianza di clienti quali Unicredit e L’Oréal hanno permesso di rendere tangibile il percorso di digitalizzazione. Attraverso un’area demo che presentava le soluzioni implementate in progetti di business innovativi sono state dimostrate molte delle opportunità offerte dall’ecosistema Samsung per tutti i tipi di aziende e industry.
 

 

TORNA INDIETRO >>