BIM
Sicurezza
 

20/06/2012

Share    

La sicurezza in casa Samsung diventa sempre più ‘smart’

Soluzioni innovative e di qualità per il mondo IP integrabili nel parco installato

 

 

 

Soluzioni innovative e di qualità per il mondo IP integrabili nel parco installato

 

 

Raffaela Citterio

 

 

La sicurezza fisica e la videosorveglianza stanno vivendo un momento particolarmente interessante grazie alle opportunità offerte dalle nuove tecnologie. Alla base di questa crescita c’é il processo di migrazione da soluzioni tradizionali analogiche a soluzioni su piattaforma IP. Un processo che offre vantaggi in termini di qualità delle immagini, flessibilità e possibilità di offerta di servizi innovativi.

 

Come tutti i processi innovativi, anche questo porta ad un cambio nell’approccio con la necessità di adeguare gli skills e le capacità progettuali. Samsung Techwin, fondata nel 1977 e parte del Gruppo Samsung, presente in Italia dal 2009, è tra le aziende che meglio interpreta queste nuove tendenze, grazie a un approccio orientato alla ‘smart security’. Abbiamo chiesto a Fabio Andreoni, country manager di Samsung Techwin Italia, di approfondire l’argomento.

 

 

In che cosa consiste la vostra ‘smart security’?


Samsung con il concetto di smart security vuole dare il proprio contributo ad accelerare il processo di migrazione in atto. La tecnologia ora è consolidata, l’interoperabilità tra vari componenti di un sistema è ormai assodata e i costi di implementazione si sono ridotti a vantaggio dell’utente.
In questo scenario, il contributo che Samsung vuole portare è quello di fornire soluzioni innovative e di qualità per il mondo IP, ma che consentano, dove necessario, una piena integrazione con il parco installato, legato a tecnologie ed infrastrutture del mondo analogico.
Il tutto con prodotti pensati per operare su piattaforme aperte, e progettati per essere integrati senza problemi particolari in sistemi articolati e distribuiti.

 


Come ogni anno Samsung è stata tra i protagonisti di Ifsec, la più grande fiera internazionale della sicurezza, quali sono le novità che sono state presentate?


La nostra presenza ad Ifsec è stata caratterizzata proprio dal concetto di ‘smart security’. Tutte le aree tematiche, che presentavano soluzioni verticali per le varie applicazioni, erano ispirate da questo concetto.
Abbiamo presentato il lavoro svolto per rendere ‘smart’ il processo di migrazione da analogico ad IP, e come i nostri nuovi prodotti possono realmente contribuire ad accelerarne il compimento.
I nuovi apparati di registrazione in rete (network video recorder) ci hanno permesso di dimostrare quanto sia semplice e veloce implementare una soluzione di videosorveglianza in alta definizione con il grado di qualità, stabilità e affidabilità che queste applicazioni richiedono.
Particolare interesse hanno riscosso anche le soluzioni HD-SDI, che consentono di gestire immagini in alta definizione utilizzando il cavo coassiale. Una alternativa alle soluzioni IP, utile in applicazioni dove esiste già una infrastruttura in coassiale o dove sia necessario non avere la minima latenza sulle immagini.
Ma non ci siamo limitati a proporre novità legate alla registrazione e alla infrastruttura. Abbiamo presentato anche nuove telecamere pensate per risolvere alcune delle problematiche più comuni nel mondo della videosorveglianza.
Mi riferisco in particolare alle nuove telecamere motorizzate con illuminatori IR, che consentono di controllare aree fino ad una distanza di 100 metri, senza necessità di alcuna illuminazione aggiuntiva. Questo offre di fatto un risparmio notevole sia in fase di installazione, visto che non e più necessario aumentare il livello di illuminazione, che di gestione nel tempo e dando la possibilità di mettere in sicurezza ambienti fino ad ora difficili da controllare.

 

 

Samsung è molto attiva anche nell’ambito di corsi e workshop dedicati a installatori e system integrator, quali sono le finalità di tali momenti formativi?


Se parliamo di ‘smart security’, non possiamo prescindere dal fatto di operare con partner che siano in linea con la nostra filosofia: alla base di una soluzione ‘smart security’, oltre alla tecnologia, deve esserci una adeguata conoscenza dei prodotti, delle soluzioni e della loro integrazione.
Il nostro programma di formazione e certificazione ha lo scopo di fornire tutte le nozioni necessarie per sfruttare al meglio la nostra tecnologia.
Abbiamo creato, a supporto della ‘smart security’, un percorso di formazione, sotto il brand ‘Samsung IP Institute’ con il quale proseguiremo nella certificazione dei nostri business partner.
L’obiettivo è quello di creare una rete di system integrator, con conoscenza approfondita dei prodotti e delle soluzioni Samsung, con cui condividere il percorso di crescita che la nostra azienda ha intrapreso in questi anni.
Nei confronti degli utenti finali, attraverso il programma di certificazione dei propri business partner, Samsung vuole offrire la certezza di potersi affidare a professionisti in grado di consigliare, progettare e implementare la migliore soluzione per la sicurezza fisica e la videosorveglianza, utilizzando al meglio la tecnologia Samsung.

 

 

Quali sono gli ambiti in cui Samsung sta puntando maggiormente? Quali le tecnologie su cui sta investendo?


Come già indicato in precedenza, l’opportunità più importante e più tangibile è legata alla migrazione tecnologica e alla possibilità di fare co-esistere, in un unico ecosistema, prodotti di differenti generazioni.
In questo ambito si sono concentrati i maggiori investimenti in ricerca e sviluppo di Samsung Techwin negli ultimi anni. La gamma di prodotti e il nostro attuale portafoglio di offerta, sono oggi tra i più completi sul mercato e le maggiori novità previste nel corso del 2012 riguardano questo ambito.
Nel medio lungo termine occorre lavorare per sfruttare al meglio le opportunità che lo sviluppo tecnologico offre anche al di fuori del nostro comparto.
Nel futuro vediamo sempre più soluzioni basate su piattaforme distribuite, seguendo il concetto di cloud computing già presente in altri ambiti, e livelli di intelligenza sempre più avanzati che apriranno nuove opportunità di utilizzo, e quindi di business.

 

 

Come sta affrontando Samsung le attuali sfide del mercato? Che opportunità intravede per il prossimo futuro?


È un dato di fatto che la crescita di Samsung Techwin nel mercato della sicurezza é avvenuta anche grazie al consolidamento delle partnership in essere: la nostra crescita di fatturato e di market share, infatti, è andata di pari passo con la crescita del business dei nostri partner, ossia di chi ha deciso di investire nelle nostre soluzioni.
Oggi il nostro comparto mostra segni di vitalità superiori ad altri segmenti di mercato, e quindi può risultare interessante per soggetti e aziende che fino ad oggi non hanno operato nella sicurezza fisica in modo continuativo.
Da un punto di vista commerciale, questo è sicuramente un aspetto da considerare e che come Samsung stiamo affrontando per replicare i successi sin qui ottenuti, sia per noi che per i nostri business partner.

 

 

TORNA INDIETRO >>