Dell EMC Forum
Applicazioni
 

03/08/2017

Share    

Red Hat compra Permabit Technology

L'operazione riguarda tecnologie di storage e in particolare di deduplica, compressione e provisioning, che andranno a estendere la sua piattaforma enterprise Linux.

Red Hat ha annunciato di aver acquisto gli asset e la tecnologia di Permabit Technology Corporation. Quest’ultima fornisce software di data deduplication, data compression e thin provisioning e, negli intenti consentirà ai clienti della piattaforma enterprise Linux della casa dal cappello rosso di ottenere una migliore digital transformation grazie a opzioni storage più efficienti. Il tutto in uno scenario caratterizzato dall’emergere delle infrastrutture convergenti (HCI), che uniscono storage e capacità di elaborazione su un unico server x86, con l’esigenza di incrementare lo spazio disponibile alle applicazioni, senza aumentare la quantità di storage fisico. 

Red Hat intende rendere open source la tecnologia di Permabit per consentire alle aziende clienti di utilizzare un’unica piattaforma, supportata e completamente open, per incrementare l’efficienza dello storage, senza doversi affidare a tool eterogenei o personalizzati, e a sistemi operativi supportati in modo inadeguato. 

“Tecnologie di trasformazione digitale, quali infrastrutture cloud, container Linux e infrastrutture iperconvergenti, richiedono che le aziende tornino ad esaminare decisioni tecnologiche non sufficientemente considerate in passato o ormai consolidate, soprattutto in tema di storage, per ottenere più benefici possibili per l’evoluzione del business”, commenta Jim Totton, vice president and general manager, Platforms Business Unit di Red Hat. “Con l’aggiunta a Red Hat Enterprise Linux degli strumenti Permabit di data deduplication e compression, Red Hat sarà in grado di supportare queste organizzazioni nella ricerca di una più efficiente footprint storage che possa stimolare l’innovazione del loro business.”

 

TORNA INDIETRO >>