Mitel
Sicurezza
 

05/05/2020

Share    

Proteggersi dalle minacce cyber sconosciute, la sicurezza secondo odix

La società presenta odix CDR, tecnologia proprietaria di prevenzione dai malware, e lancia nuovi servizi SaaS dedicati alle PMI. Partner al centro della strategia in Italia.

Oren EytanNeutralizzare virus e malware da tutti i file normalmente utilizzati dalle aziende. È questo l’obiettivo di odix, società israeliana che ha sviluppato algoritmi al fine di proteggere i clienti da minacce note e sconosciute. “L’utilizzo della tecnologia da parte delle imprese aumenta l’esposizione a minacce cyber che sono in costante aumento e possono causare enormi danni: economici, di immagine e di reputazione – ha spiegato il Dr. Oren Eytan, co-founder e CEO di odix. Gli attacchi possono coinvolgere infrastrutture critiche e settori centrali come le utility, le aziende elettriche, di acqua e gas, e avere impatti su interi Paesi, danneggiare istituzioni finanziarie e pubbliche”.

In questo contesto, odix propone un modello di difesa che trova le sue fondamenta su una nuova soluzione di prevenzione dai malware.

“Ci sono molte aziende che offrono tecnologie e idee, ma nonostante questo gli hacker riescono a condurre azioni malevoli anche contro primarie aziende che ritengono di essere ben protette. Perché? Il problema è che nuovi malware e tecniche di attacco emergono ogni giorno: è molto facile creare nuovi virus o file con codice malevolo, ed esistono addirittura siti web dedicati a questo scopo”. Per rispondere a questo scenario di rischio, la società ha sviluppato una propria tecnologia brevettata di CDR (Content Disarm and Reconstruction).

“Gli antivirus e le altre soluzioni che non funzionano in presenza di minacce sconosciute vengono bypassate dai nuovi malware che infettano le organizzazioni – ha proseguito Eytan. Questo è il campo dove odix interviene. La nostra tecnologia non è assolutamente alla ricerca di un virus o codice malevolo con lo scopo di bloccare il file che lo contiene, ma sanifica il file e lo restituisce all’utente ripulito da virus o da altro codice non appropriato, quindi ‘malware-free’”, ha aggiunto descrivendo la visione della società. “Il nostro processo di sanificazione, conosciuto come odix CDR, si svolge senza impatto per l’utente. Ci sono approcci di sicurezza che trasferiscono parti di responsabilità all’utente e che cercano di cambiare i comportamenti, indicando per esempio di non aprire email da destinatari non conosciuti. Noi crediamo che i cambiamenti comportamentali siano un rischio e che sia assolutamente necessario avere diversi approcci di prevenzione malware, specialmente oggi in presenza di processi di dati IT articolati, architetture network IT e OT complesse e un uso ordinario di dispositivi removibili e mobili”.

L’Italia
Un’offerta di sicurezza che odix vuole rendere accessibile, non solo alle grandi aziende, ma anche alle piccole e medie imprese che costituiscono il tessuto imprenditoriale fondante il nostro Paese. Per farlo, nel 2020 la società ha in programma di introdurre nuovi servizi SaaS dedicati proprio a queste realtà. “Il mercato italiano è nuovo per odix, che è presente con le proprie soluzioni in Israele, USA e altri Paesi europei – ha evidenziato Paolo Braida, country manager e responsabile della società per l’Italia. Pensiamo che il contesto italiano sia pronto per conoscere e adottare nuove tecnologie innovative di contrasto al crimine cyber, per proteggere gli asset digitali delle aziende di qualsiasi dimensione e settore, mitigare i rischi e proteggersi dalle nuove minacce malware e ransomware. La nostra strategia si basa su accordi e partnership con importanti aziende di sicurezza sul territorio, system integrator IT e rilevanti aziende MSSP e Microsoft CSP, in modo da poter coprire in modo capillare il mercato con soluzioni adattabili alle diverse tipologie e organizzazioni interessate a proteggere il proprio patrimonio digitale”.

In Italia odix ha pianificato in particolare una campagna di comunicazione ed eventi di presentazione dedicati “alla nuova soluzione SaaS plugin per Office 365 Outlook che sarà disponibile nei prossimi mesi – ha aggiunto Eytan. Puntiamo a portare un innovativo e complementare livello di sicurezza per gli utenti di Office 365 email, indipendentemente dalla dimensione delle organizzazioni. Un add-on, questo, che svolge un ruolo fondamentale portando al livello più alto la protezione di sicurezza per i file allegati, senza impatti sugli sviluppi delle aziende – ha concluso. odix si è aggiudicata una sovvenzione dalla Commissione Europea per offrire alle aziende di qualsiasi dimensione in Europa una soluzione reale, efficace e semplice da applicare, per la protezione dai rischi di attacchi cyber basati su file. È questa la nostra missione”.

 

TORNA INDIETRO >>