Regent 2
Sicurezza
 

31/01/2020

Share    

Proteggere gli ambienti IT e il Finance secondo Cyber-Bee

Lo scenario di riferimento tra Cybersecurity Framework, GDPR e le nuove sfide della sicurezza.

SicurezzaIl mondo IT è sempre più veloce ma anche più fragile. Aumentano la consapevolezza del rischio informatico e soprattutto le necessità di dotarsi di adeguate misure di sicurezza. Il 2018 secondo il Clusit è stato l’anno peggiore di sempre per la sicurezza informatica. È il settore del Finance quello tra i maggiormente esposti: il Clusit lo colloca al terzo posto dietro quello pubblico e agli attacchi non mirati su specifici settori (multiple target). Quali sono quindi le principali minacce per la Financial Cyber Security? Per Luca Gabrielli (nella foto), Amministratore Unico di Cyber-Bee, “sono ancora malware e phishing, oltre agli attacchi mirati”.

Luca GabrielliI perché del Finance
Cyber-Bee offre servizi e consulenze per la sicurezza delle aziende, per individuare le vulnerabilità dell’infrastruttura e delle applicazioni aziendali e per minimizzare il volume ed il peso degli incidenti di sicurezza informatica. Più aumenta la complessità degli attacchi, più è difficile prevenirli. “Per questo, con una consapevolezza e maturità che appartengono a pochi altri settori, gli operatori del Finance investono notevoli risorse sulla sicurezza informatica e guardano con estremo interesse al Framework Nazionale per la Cybersecurity”, racconta Gabrielli. Nato sulla base del Cybersecurity Framework del NIST (National Institute of Standards and Technology), il Framework Nazionale a cui hanno lavorato CIS Sapienza (Research Center of Cyber Intelligence and Information Security Sapienza Università di Roma) e CINI Cybersecurity National Lab (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica) è lo strumento operativo fornito alle organizzazioni pubbliche e private per pianificare i processi per la sicurezza informatica. “La nuova versione del Framework Nazionale per la Cybesecurity e la Data Protection è uno strumento di supporto alle organizzazioni che necessitano di strategie e processi volti alla protezione dei dati personali e alla sicurezza cyber”.

Cyber-Bee, sfruttando il suo know-how e la collaborazione con i principali brand mondiali della sicurezza, si propone al fianco degli interlocutori in ogni aspetto della security, dalle reti all’infrastruttura, dall’accesso alle informazioni ed ai dati, sino al supporto nella scrittura di codice sicuro e nella verifica periodica di test di sicurezza. “La forza della società è basata proprio sull’integrazione tra soluzioni tecnologiche e servizi professionali specifici. Elaboriamo e pianifichiamo strategie bilanciate dei rischi adottando tecnologie all’avanguardia per proteggere i dati critici di tutte le organizzazioni, in particolare proprio di quelle finance. Con i nostri servizi di integrazione, ottimizziamo il controllo dei dati, utilizzando le migliori tecnologie di crittografia, di governance, protezione e prevenzione della perdita degli stessi”, conclude Gabrielli.

 

TORNA INDIETRO >>