Estate 2019
Applicazioni
 

05/07/2016

Share    

Processi di business full digital: l’approccio di Siav

Da gennaio i privati potranno scambiarsi fatture completamente elettroniche, con le relative norme da osservare. La società porta la sua esperienza nei distretti italiani.

Le aziende orientate all'innovazione hanno ancora sei mesi di tempo per sviluppare la cultura del digitale o implementare i servizi già adottati, perché dal 1 gennaio 2017, in base al DLgs 127 del 5 agosto 2015 i privati potranno scambiarsi fatture completamente elettroniche, con le relative norme da osservare. Ovvero la Fatturazione Elettronica B2B entrerà a pieno titolo nella gestione digitale dei processi documentali di Procure to Pay e Order to Cash. Dopo la fatturazione elettronica obbligatoria nei rapporti commerciali con la pubblica amministrazione, con questo provvedimento si va dunque verso una gestione full digital dei processi di business. Siav Spa è impegnata durante tutto il 2016 in un road show per portare nei distretti italiani la sua più che ventennale esperienza in materia, le soluzioni più innovative e le best practice selezionate fra le sue 3mila installazioni in enti privati e pubblici dove ha referenze come Regione Marche, Banca D’Italia, Consob, ENAC, IVASS.

“Lo “spazio digitale” in cui dobbiamo muoverci – spiega Alfieri Voltan, fondatore e presidente di Siav - è sempre più ampio e pervasivo e ciò rende sempre più difficile accedere rapidamente ai documenti e ai dati avendo immediata evidenza delle cose per noi importanti. Ogni documento che arriva sulle scrivanie ha una sua storia e un contesto in cui si muove, che va rapidamente compreso per agire nel modo più appropriato. Il flusso di contenuti e informazioni, spesso intrecciati tra loro in modo molto complesso, va “governato” per semplificare il lavoro: nelle attività individuali, nella collaborazione con i colleghi, nella interazione con l’esterno. Inoltre, si sente sempre più l’esigenza di avere strumenti che si adattino alle proprie esigenze operative, in base al ruolo che si ricopre e ai processi di business a cui si partecipa. I nostri prodotti core Archiflow, BlueDrive e Virgilio sono nati per rispondere a queste esigenze e vengono fatti evolvere per essere via via completati di nuove funzionalità con un costante adeguamento ai nuovi stili di lavoro. Anzi spesso li abbiamo anticipati. E per specifiche esigenze questi format vengono costruiti su misura dai nostri esperti per il singolo cliente”.

“Da oltre 25 anni ci occupiamo di gestione dei processi documentali, in house e in outsourcing – continua Voltan, presidente anche della Fondazione Siav Academy e membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Amici dell’Accademia Nazionale dei Lincei - e abbiamo fatto tesoro di questo know-how per costruire soluzioni semplici da usare e di minimo impatto organizzativo. Siav ha molto investito e continua a investire in ricerca e sviluppo per fornire i prodotti più evoluti e la consulenza più qualificata, come attestano anche le certificazioni ISO 9001 e 27001”. “Molte aziende hanno già adottato le nostre soluzioni per la fatturazione elettronica alla PA basate sulla PEC. Ora siamo pronti per rispondere ai nuovi bisogni delle aziende riguardo alla Fatturazione Elettronica tra privati. Abbiamo infatti messo a punto una Best Practice di Gestione Documentale per la Fatturazione Elettronica integrata con SAP ERP, grazie alla lunga esperienza maturata nel mondo SAP, dove abbiamo all'attivo oltre 100 referenze, tra cui Artsana, Carpigiani, Ermenegildo Zegna, Granarolo, KeraKoll, Marcegaglia, Ospedale San Raffaele, Roquette, Unipol Banca e Bolton Group”.

 

TORNA INDIETRO >>