Estate 2020
Servizi - Applicazioni
 

22/09/2015

Share    

Più Building Blocks nel cloud di Oracle

I servizi cloud vengono arricchiti da nuove soluzioni pre-integrate e pre-testate in grado di accelerare ulteriormente l’adozione di questo modello di fruizione dell’IT

L’innovazione digitale è un percorso obbligato che, secondo Oracle, può essere realizzato grazie al cloud, un abilitatore strategico in grado di investire positivamente tutte le funzioni aziendali, dalle risorse umane al marketing, dalle vendite all’area amministrazione e finanza, dagli approvvigionamenti al project management. Non a caso il vendor continua a investire in maniera consistente per arricchire la propria Cloud Platform secondo i modelli SaaS (software-as-a-service), PaaS (platform-as-aservice) e IaaS (infrastrucutre-asa- service), fornendo una gamma di servizi integrati nelle aree dati, applicazioni, piattaforma e infrastruttura sempre più ampia e diversificata.

“Nel quarto trimestre dell’anno fiscale 2015 a livello mondiale abbiamo venduto 426 milioni di dollari di SaaS e PaaS, un incremento del 200% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente”, ha commentato Luigi Scappin, technical sales consulting director di Oracle Italia. Un successo che deriva dal fatto che siamo in grado di fornire una suite di servizi in ambito cloud completa, integrata e standard che ci consente di essere molto più efficienti rispetto ai competitor”.


L’adozione di Oracle Cloud continua a crescere: ogni giorno: su questa piattaforma lavorano oltre 70 milioni di utenti con 33 miliardi di transazioni quotidiane. È attiva su 54.000 device e in 19 data center in tutto il mondo, che totalizzano oltre 700 petabyte di capacità storage. Per venire incontro alle esigenze che esprime il mercato, sempre attento ai temi dell’ottimizzazione e della razionalizzazione, Oracle continua ad ampliare anche le soluzioni integrate pre-confezionate (Building Blocks) che rende disponibili.

Tra le ultime novità annunciate dallo stesso Larry Ellison - che, per sottolineare l’importanza del cloud, ha recentemente affermato che il suo principale competitor non è più IBM ma Amazon – troviamo Oracle Database Cloud-Exadata, Oracle Archive Storage Cloud, Oracle Big Data Cloud, Oracle Integration Cloud, Oracle Mobile Cloud e Oracle Process Cloud. Quest’ultimo risulta particolarmente interessante in quanto è una piattaforma di automazione di processo basata su cloud che non richiede programmazione: il servizio fornisce infatti agli utenti business gli strumenti per innovare e automatizzare l’offerta di applicazioni di processo indipendenti dall’IT.
 

 

TORNA INDIETRO >>