Kyocera
Servizi
 

17/06/2013

Share    

PC30 diventa Solutions30 anche in Italia

Risolvere le complessità tecnologiche grazie a tecnici informatici altamente qualificati pronti a intervenire ovunque in modo rapido e tempestivo

Le tecnologie digitali si stanno diffondendo a macchia d’olio, ma spesso manutenzione e assistenza tecnica non vanno di pari passo. Da questa constatazione nel 2003, in Francia, è nata PC30, società focalizzata sull’assistenza tecnica digitale, che si poneva l’obiettivo di risolvere le complessità tecniche in soli 30 minuti (da cui il nome). Una intuizione che si è rivelata vincente, visto che nel 2012 il fatturato globale del gruppo, diventato nel frattempo Solutions30, per enfatizzare il fatto che dai Pc si è passati a soluzioni sempre più complesse, ha toccato i 77,1 milioni di euro, in crescita del 21,2% rispetto all’anno precedente.
Lo sbarco in Italia risale al 2008, e anche nel nostro Paese il successo è stato immediato. “In molti campi gli installatori tradizionali non hanno dimestichezza con le tecnologie digitali - sottolinea Giovanni Ragusa, direttore operations di Telima Italia, filiale italiana di Solutions30 - e questo apre spazi molto interessanti per chi, come noi, può mettere in campo 350 tecnici informatici altamente qualificati su tutto il territorio nazionale, oltre a un centinaio di operatori di help desk di primo livello altrettanto competenti”.

 

 

Un’offerta sempre più vasta


Il primo mercato approcciato nel nostro Paese è stato quelle delle telecomunicazioni, appannaggio fino a poco tempo fa degli specialisti di cablaggio, spesso in difficoltà di fronte alle tecnologie domotiche con cui le linee telefoniche fisse e mobili devono oggi interagire.
Un altro mercato interessante è quello delle utilities, dove Solutions30 è presente con un’offerta specifica, denominata Energy30, studiata per supportare la crescente digitalizzazione dei sistemi per la misurazione dell’energia erogata presso imprese, abitazioni, uffici e negozi. “Secondo stime più recenti - dice Ragusa - solo per quanto riguarda l’erogazione del gas in Italia ci sono circa 18 milioni di contatori da digitalizzare. Numeri significativi, che aprono nuovi mercati in cui, grazie alla nostra esperienza, riteniamo di potere giocare un ruolo di primo piano”.
Anche la monetica è un segmento in rapida evoluzione, ed è per questo che la società ha messo a punto Money30, un’ampia gamma di servizi studiati per supportare la crescente digitalizzazione dei sistemi di pagamento. Acquistare con bancomat e carta di credito è ormai un comportamento entrato nell’uso comune, mentre sono in arrivo tecnologie ancora più innovative come l’NFC (near field communication) che consentono di utilizzare telefoni cellulari e smartphone come sistemi di pagamento. Tutti gli apparati, sia che poggino su rete fissa o mobile, devono essere mantenuti in perfetta efficienza, ed è in questo senso che Solutions30 può esprimere tutto il suo valore.
Recentemente Solutions30 è entrata anche nel mondo del printing, anch’esso in evoluzione. “Abbiamo già siglato un importante accordo con il ministero dell’Università e della Ricerca per la manutenzione delle loro stampanti nei nostri laboratori, in particolare a fronte di malfunzionamenti DPL - commenta Ragusa -. Quando l’attuale parco di stampanti desktop verrà sostituito con stampanti di rete a grandi volumi si imporrà un diverso approccio manutentivo: non sarà più possibile trasportarle in laboratorio a causa delle dimensioni ma sarà necessaria una ‘pronta’ riparazione on site che Solutions30 è pronta a gestire tramite i suoi tecnici”. Un’offerta molto articolata, quindi, che, tradotta in numeri, si concretizza complessivamente in 650-700 interventi sul campo ogni giorno e 14.000 interventi al mese da remoto. 

 

TORNA INDIETRO >>