Estate 2020
Datacenter - Mercati Verticali
 

25/03/2016

Share    

Patton: “L’adeguamento delle infrastrutture di connettività all’IP non è più rinviabile”

Il fornitore USA di soluzioni IP e apparati di rete, operativo sul mercato italiano grazie a tre distributori, presenta una visione che interpreta la convergenza tra IP, mobility e logiche Everything-as-a-Service.

Presente sul mercato italiano con diversi distributori, nomi ben noti quali Allnet, EDSlan ed Itancia, l’offerta del fornitore USA Patton di soluzioni IP e di apparati di rete si rivolge sia alla clientela carrier che a quella enterprise. In uno scenario dove ormai la tecnologia IP domina il mercato della connettività, la valutazione di Patton è che le tecnologie di comunicazione aziendale sempre di più non potranno che fare riferimento a una logica All-IP. Allo stesso tempo, la pervasività della telefonia cellulare e delle rispettive reti, che oggi nei Paesi sviluppati raggiunge il 120% della popolazione, hanno imposto un’altra importante tendenza: All-Mobile. E infine la trasformazione da prodotti fisici in software IP enabled, come i tradizionali PBX o i sistemi di videoconferenza, porta al progressivo affermarsi del mercato Everything-as-a-Service.

La visione di Patton è quindi presto detta: nel nuovo scenario si impone un processo di adeguamento delle infrastrutture di connettività ormai non più rinviabile. La trasformazione delle infrastrutture di telecomunicazioni globali verso il modello All-IP già oggi coinvolge centinaia di migliaia di centrali locali che in tutto il mondo collegano complessivamente circa un miliardo di utenti di rete di telefonia fissa. Molti piccoli e medi operatori, carrier e provider over-the-top (OTT), hanno già realizzato questo passaggio e già utilizzano il Voice over IP nelle loro reti. Questa adozione universale della tecnologia VoIP è oggi fondamentale per arrivare con successo ad affermare il modello All-IP in modo veramente pervasivo. Lo scenario All-IP impone però nuove sfide agli operatori. La prima riguarda la larghezza di banda: lo scenario All-IP, infatti, porta a un sostanziale carico aggiuntivo di rete del traffico video HD e voce.

Un secondo tema è poi l’affidabilità: al fine di offrire connessioni IP affidabili e ad alta disponibilità (99,999%), la comunicazione su IP richiede tecnologie di IP fall-back, multi-homing, bundling, e in grado di supportare il bilanciamento del carico. Infine, ma non meno importante, Quality-of-Service. Qualità della voce non stabile e trasmissione dati/fax inaffidabile sono una causa consueta di frustrazione. La vera sfida è gestire il traffico in modo coerente per migliorare l’esperienza del cliente. Questi i punti su cui si concentra Patton nello sviluppo dell’offerta che l’azienda nei prossimi mesi porterà con sempre più forza nel mercato italiano.

 

TORNA INDIETRO >>