Regent 2B
Sicurezza
 

15/10/2015

Share    

Panda Security mette in sicurezza anche gli smartwatch

Proteggere in modo sempre più efficiente, semplice e veloce tutto quanto ruota attorno alla vita digitale

Panda Security ha scelto la presentazione della nuova gamma consumer 2016 per fare il punto sul nuovo assetto societario e organizzativo della filiale italiana e sulle sue strategie di medio-lungo periodo. Nel giugno di quest’anno, infatti, Panda Security Italia, fondata nel 1997 dal Gruppo Peruzzo Multimedia Company, è diventata a tutti gli effetti una filiale diretta di Panda Security, azienda che da 25 anni (l’anno di fondazione è infatti il 1990) si focalizza sulla sicurezza informatica in tutte le sue declinazioni, dall’antivirus alla sicurezza basata sul cloud. Una scelta in linea con la volontà di essere presenti direttamente nei mercati più interessanti, che porterà presto la società ad approcciare entro i prossimi 4 anni anche Paesi emergenti quali Cina, India e Russia. Tornando alla filiale italiana, il passaggio del testimone è coinciso anche con l’arrivo di un nuovo country manager, Luigi Cattaneo, operativo dalla fine di settembre. Le novità di carattere organizzativo non fanno naturalmente perdere di vista a Panda la sua missione, che è quella di rendere disponibili soluzioni sempre più semplici, veloci ed efficienti, come si evince anche dal nuovo payoff ‘simplexity’.

 

Caratteristiche confermate appieno dalle novità corporate e consumer 2016: lato enterprise l’introduzione di Panda Security Adaprive Defense 360, un servizio di sicurezza avanzato che include capacità di blocco e rimozione, e lato consumer il refresh dell’intera gamma. “In un mondo sempre più globale e multi device - ha commentato Miguel Bullón, global director retail di Panda Security - le nostre soluzioni sono sviluppate per rendere la vita delle persone e delle aziende più semplice e protetta. Il nostro obiettivo è permettere agli utenti di realizzare ogni attività su Internet senza preoccupazioni relative al malware su qualsiasi end point, dai classici pc a smartphone e tablet, sino ad arrivare alla nuova frontiera degli smartwatch, per cui abbiamo già reso disponibili alcune applicazioni”. Oltre alle novità 2016 è stata annunciata l’introduzione anche in Italia di una garanzia particolarmente sfidante: nel caso in cui un end point protetto da Panda dovesse venire infettato e il problema non dovesse essere risolto entro 24 ore, viene garantita una estensione di 6 mesi della licenza a titolo gratuito 

 

TORNA INDIETRO >>