Estate 2020
Datacenter
 

07/11/2016

Share    

Tutto pronto per l'Open Disruptive Decade Summit di Juniper in Italia

Nel corso delle due tappe, l'8 novembre a Roma e il 15 novembre a Milano, si discuterà di come l’open networking sta trasformando il modo in cui i data center vengono progettati e costruiti e di come questo cambierà con il progredire della trasformazione digitale.

Juniper Networks, leader nella tecnologia a supporto di reti automatizzate, scalabili e sicure, sta per inaugurare le tappe italiane della serie di eventi “The Open Disruptive Decade Summit”: Roma – 8 Novembre – Castello della Castelluccia e Milano – 15  Novembre – Hotel degli Arcimboldi. Durante questi eventi si discuterà di come l’open networking sta trasformando il modo in cui i data center vengono progettati e costruiti e di come tutto questo cambierà in futuro con il progredire della trasformazione digitale. Saranno presenti importanti partner tecnologici che arricchiranno la discussione con le proprie esperienze e punti di vista.

“L’Open Disruptive Decade Summit è una splendida opportunità per discutere come un approccio basato sull’Open Networking possa portare benefici reali negli ambienti mission critical cloud e data center. La visione dell’open networking di Juniper è basata sul concetto di de-layering, disaggregazione e piattaforme standard nelle quali le principali funzioni e applicazioni possono essere eseguite ovunque all’interno dell’infrastruttura e dove la sicurezza è nativa e pervasiva. Le aziende che condividono questa vision o che semplicemente vogliono saperne di più saranno benvenute”, spiega Mario Manfredoni, country manager, Juniper Networks Italy.

Qualche dato di scenario. Secondo IDC il 20% delle aziende dell’area EMEA adotterà entro il 2018 una strategia Open Source / OpenStack grazie anche a una nuova generazione di applicazioni sviluppate con la metodologia DevOps. Secondo i decisori IT italiani che hanno preso parte a una recente indagine commissionata da Juniper per comprendere l’atteggiamento dei professionisti IT europei nei confronti dell’adozione dell’open networking, questo ha la possibilità di favorire attivamente la trasformazione del business. Le ragioni sono chiare: apertura significa libertà e scelta, che a loro volta si traducono in un rilascio più rapido di nuove applicazioni e nuovi servizi e in un uso più efficiente delle risorse IT e dei partner esterni. Tra i principali temi trattati nel corso dei Summit ci saranno: Come i principali modelli d’uso dell’IT, come il cloud ibrido, l’automazione sicura dei flussi di lavoro e la multi-tenancy unita alla micro segmentazione, vengono resi disponibili in una piattaforma di Open Networking; come una sicurezza efficace sia pervasiva e come un approccio alla sicurezza network-embedded rappresenti il più completo meccanismo di difesa nell’attuale dinamico scenario delle minacce. La sicurezza network embedded è fondamentale per il successo delle soluzioni aperte; come un approccio “any underlay for any overlay” consenta la massima flessibilità di progettazione, capitalizzando sull’esistente e migliorandolo con una piattaforma basata su scalabilità, automazione, integrazione trasparente e grande agilità.

Cliccando qui è possibile effettuare la registrazione e selezionare la sede preferita.

 
TAG: Networking

TORNA INDIETRO >>