Estate 2019
Case History & Inchieste - OfficeLayout - Applicazioni - Servizi
 

02/07/2012

Share    

Open Community: il 2.0 di BTicino con i partner di progetto

Le community MyHome Web e MyOpen per le figure professionali coinvolte nella domotica

Le community MyHome Web e MyOpen per le figure professionali della domotica

Giancarlo Magnaghi

BTicino è capofila in Italia del gruppo Legrand. Con una struttura organizzativa che comprende otto insediamenti produttivi e circa 3.000 dipendenti, opera sul mercato italiano con i marchi principali BTicino, Legrand, Zucchini e Cablofil. Inoltre, con la presenza in oltre 60 Paesi di tutti i continenti, si colloca tra i leader mondiali sul mercato delle apparecchiature elettriche in bassa tensione.


Il gruppo Legrand, che conta 33.000 dipendenti e ha realizzato nel 2010 un fatturato di 3,9 miliardi di euro, è un punto di riferimento a livello mondiale per le infrastrutture elettriche e digitali degli edifici nei settori commerciale, industriale e residenziale.

Maurizio Brianza, direttore sistemi informativi, si occupa con il suo gruppo dei sistemi applicativi, che sono basati su quattro pilastri: il sistema gestionale ERP, il CRM, il sistema SCM e il PLM. Le interfacce di tutte le applicazioni sono web-based. Esistono poi le applicazioni orizzontali di business intelligence, document management e servizi internet che comprendono oltre a intranet ed extranet anche una sempre più importante attività svolta per lo sviluppo delle community online dedicate ai professionisti che gravitano intorno al mondo BTicino.


“Tutte le applicazioni sono accessibili da un portale unico interno con single-sign on mentre la extranet per clienti e fornitori utilizza portali specifici” racconta Brianza. “I clienti sono soprattutto i grossisti di materiale elettrico, che a loro volta forniscono dettaglianti, installatori e clienti finali, ma anche GDO e vendite dirette. Tra le ‘community’ seguite ci sono però anche i ‘prescrittori’, ovvero architetti, studi tecnici, progettisti. Manteniamo una trentina di siti web specializzati per il mercato nazionale e internazionale, con funzionalità idonee per le varie tipologie di utenti. Per esempio, le funzionalità principali del sito dei grossisti sono l’inserimento rapido degli ordini, il tracking delle spedizioni e il tracking finanziario. Nei siti degli installatori, le risorse più apprezzate sono la documentazione tecnica, le normative e gli esempi di progetti, mentre agli utenti finali offriamo i cataloghi dei prodotti e la possibilità di fare progetti per i propri impianti, con particolare riguardo ai sistemi domotici”.

Il mondo della domotica


BTicino è il centro di competenza per la domotica del Gruppo Legrand a livello mondiale. La famiglia di prodotti My Home, che vanta un parco installato molto significativo, personalizza, integra, rende accessibili e intuitive funzioni evolute in ambito sicurezza (allarmi, videocitofonia, videocontrollo, controllo accessi), comfort (gestione evoluta degli automatismi e dell’illuminazione, diffusione sonora) e risparmio energetico (termoregolazione a zone, gestione energia degli elettrodomestici).


Tali soluzioni si basano anche su prodotti quali touch screen e web server racchiusi in contenitori compatti che permettono il montaggio all’interno di un normale quadro elettrico domestico. In questo modo, è possibile monitorare a distanza la propria casa con un web browser, anche da terminali mobili.


Il controllo remoto della propria abitazione può essere realizzato direttamente o attraverso un portale di servizi gestito da BTicino (MyHome Web), che garantisce la massima sicurezza secondo la certificazione ISO 27001. Anche gli installatori possono utilizzare questo portale per l’assistenza remota degli impianti.
Il protocollo Open Web Net che può utilizzare come supporto di trasmissione sia un bus in doppino di rame sia collegamenti wireless, è attualmente utilizzato a livello mondiale per le applicazioni domotiche di tutto il gruppo Legrand.

Questo consente l’integrazione con i sistemi domotici dei più svariati dispositivi presenti oggi nelle case, come condizionatori, tapparelle motorizzate, sistemi antifurto e telecamere. L’interesse per i protocolli aperti è testimoniato anche dal fatto che alla fine del 2011 Legrand è entrata nel consiglio di amministrazione della ZigBee Alliance, che certifica i prodotti del più diffuso protocollo wireless utilizzato dai sistemi domotici.


Alla parte domotica sono dedicati il sito di servizi MyHome Web per utenti finali e installatori e il sito di social networking MyOpen per gli sviluppatori software.


La community MyOpen fornisce servizi a varie figure professionali come sviluppatori di software, integratori di sistemi, property manager e installatori, che hanno esigenze diverse e cercano in rete le soluzioni ai loro problemi. Una storia che viene da lontano come conferma Brianza: “Già nel 2006, quando i social network erano ancora agli albori, BTicino metteva a disposizione una piattaforma di collaborazione basata sui tradizionali forum di discussione Internet. Nel 2011 la piattaforma è stata rivisitata utilizzando le logiche del web 2.0”.

Contatto diretto con i progettisti


Poiché si tratta di una community dedicata a tecnici e di professionisti, non può essere utilizzata per attività di tipo commerciale e sono esclusivamente i progettisti di BTicino a interloquire con il resto della comunità. Un fattore non di poco conto che ha un effetto positivo sulla ‘reputazione’ dell’iniziativa e che contribuisce a un elevato livello di fiducia e di qualità della partecipazione da parte degli iscritti esterni a BTicino. “Poiché il tema della community è strettamente limitato alla discussione tra professionisti dei vari aspetti della domotica (protocolli, progetti, funzionalità, soluzione di problemi) MyOpen consente di capire quali sono gli argomenti di maggiore interesse e avere indicazioni per le innovazioni di prodotto, permette agli operatori di aiutarsi tra di loro e crea un ambiente di social marketing”, spiega Brianza. Una app gallery presenta le applicazioni disponibili, tra queste anche la app che consente il controllo remoto della casa da un iPhone.


Una volta avviata, la community si è sviluppata autonomamente, con il supporto di un gruppo di lavoro BTicino dedicato. A gennaio 2012 la community contava circa 9.000 iscritti, con oltre 10.000 accessi unici al mese e post in continua crescita. Avendo un respiro internazionale, il 40% dei post arrivano dall’estero, nella community si ‘parla’ in inglese, ma esistono anche discussioni locali in italiano e in francese.

L’infrastruttura IT

Le infrastrutture IT del gruppo Legrand sono organizzate come una cloud privata con tre poli (Stati Uniti, Europa e in prospettiva Asia), ognuno dei quali dispone di due data center per garantire la continuità operativa. In Europa, c’è il DC storico di Legrand a Limoges in Francia e quello di BTicino, alle porte di Varese, in Italia. Quest’ultimo è gestito direttamente da una decina di addetti a cui sono affidate in insourcing le infrastrutture ICT del gruppo Legrand.


Tutte le soluzioni applicative sono ospitate su cluster di server, che risiedono in due edifici diversi nell’insediamento di Varese, per garantire il funzionamento anche nel caso di inagibilità di uno dei due edifici. Il DC di Limoges viene utilizzato solo per il disaster recovery.


Una rete Mpls convoglia voce e dati tra le 11 sedi italiane principali e una decina di sedi commerciali. Tutte le sedi sono dotate di LAN cablate e hanno una copertura WiFi che serve i pc, i telefoni cordless e gli apparati RFID. I 3.000 dipendenti italiani utilizzano 2.500 pc tra fissi e mobili. I 400 commerciali sono tutti dotati di pc portatili.

 

TORNA INDIETRO >>