Regent 2B
Sicurezza - Mobile/Wireless
 

20/11/2012

Share    

Olivetti porta la firma grafometrica in mobilità

Non solo tablet ma anche applicazioni sviluppate per venire incontro alle esigenze dei mercati verticali


Parlare ancora di dematerializzazione di documenti che richiedono di essere sottoscritti, utilizzando la tecnologia della firma grafometrica nell’ambito di un processo che salvaguardi il valore legale del documento elettronico generato, era una novità forse un anno fa, ma oggi suona quasi scontato.
 

La vera novità è che la firma grafometrica è ‘uscita’ dagli sportelli per diventare uno strumento con il quale si fanno sottoscrivere documenti anche quando si è in mobilità, tipicamente – ma non solo - presso la sede di un cliente.
 

Lo strumento principe che abilita questa opportunità è ovviamente il tablet. È importante ricordare che è stata proprio Olivetti il primo produttore al mondo che ha reso disponibile un tablet (Olipad Graphos) in grado di acquisire una firma grafometrica con i corretti parametri comportamentali.
 

Quali sono i documenti che tipicamente vengono firmati in mobilità? Contratti di fornitura di prodotti e servizi, documenti di trasporto, ricevute di avvenuta consegna, verbali di collaudo... Tutti processi nei quali la firma non riveste un ruolo marginale, ma dove attesta invece la sottoscrizione formale di un documento che deve avere valore legale e che deve essere conservato nel tempo a norma di legge.
 

Nella percezione di Olivetti la preoccupazione delle aziende non è se e quanto possa funzionare una soluzione che presenta sullo schermo un documento, e che poi richieda di apporre direttamente sullo schermo una o più firme con uno specifico stilo. Questo viene quasi dato per scontato.
 

“La preoccupazione - spiega Ottaviano Tagliaventi, responsabile del marketing document management di Olivetti - è quanto questo abbia valore legale così da tutelare l’azienda che, se trova certamente nella eliminazione del cartaceo un vantaggio inequivocabile, non intende ovviamente correre rischi sul fatto che un processo così articolato possa successivamente essere disconosciuto in sede legale”.

 

 

Soluzioni su misura per i mercati verticali
 

 

Per questo Olivetti non si è limitata a mettere a disposizione device abilitanti ma ha anche implementato, tramite specifiche applicazioni, i processi che, nell’attuale contesto normativo, consentono di fornire questa garanzia.

 

Particolare attenzione è stata data nel mettere a disposizione adeguati strumenti che permettono l’analisi della firma apposta in modo elettronico al fine di compararla e riconoscerne o meno l’autenticità, confrontandosi con i professionisti che svolgono questa attività anche in campo legale. Per questo Olivetti mette a disposizione dei propri clienti strumenti software e moduli di formazione per i periti grafologi.
 

Il risultato molto incoraggiante è che sono già attive per primarie aziende soluzioni per la compravendita di strumenti finanziari, per l’acquisizione di contratti per l’erogazione di servizi (gas, elettricità), per la gestione del ciclo della logistica. Olivetti è in grado di mettere a disposizione oggi non solo l’applicazione orizzontale di acquisizione della firma, ma anche pacchetti verticali completi che consentono di eliminare la carta nei processi in mobilità.
 

Ovvio, ma sempre utile, rammentare quanto questo abbia incidenza in termini di velocità dei processi, riduzione e contenimento delle frodi e completezza della documentazione, che d’ora in poi, perverrà puntualmente e nella sua completezza al back office o, automaticamente e senza necessità di back office, sarà inserita sui sistemi informativi.

 

Tutto paperless anche in mobilità, quindi!
 

 

TORNA INDIETRO >>