Sicurezza ICT 2019
Mercati Verticali - Sicurezza
 

24/05/2019

Share    

I nuovi scenari al Digital Channel Forum Spring Edition di CIPS Informatica.

Tra i temi al centro quello della sicurezza informatica e di aggiornati metodi di controllo, gestione e reazione degli incidenti.

Chiave Cloud

Si è tenuto ieri il Digital Channel Forum Spring Edition, l’evento-dibattito dell’anno organizzato da CIPS Informatica, distributore italiano di prodotti hardware e software specializzato in sicurezza informatica e innovazione dei sistemi informativi, con un focus particolare sul modello dei Servizi Gestiti. L’iniziativa si pone come incontro tra operatori professionali ideata da CIPS Informatica che si svolge ogni anno in due date: in primavera e in autunno; l’evento è rivolto a tutti gli operatori del canale dell’Information Technology italiano e in particolare a chi si è specializzato, o si sta specializzando, in ambito di sicurezza e innovazione dell’infrastruttura informatica o che intenda includere nelle proprie attività la capacità di fornire Servizi Gestiti.

CIPS Informatica e le aziende partner, tra cui Solarwinds MSP, Netwrix, Sangfor, Spamina, Netsparker, Bitdefender, hanno illustrato i più aggiornati metodi di controllo, gestione e reazione degli incidenti informatici, con particolare riferimento all’impatto delle nuove tecnologie, che ridefiniscono costantemente lo scenario della Cybersecurity, al superamento del modello MSP e conseguente evoluzione verso il modello MSSP, che apre nuovi scenari di business per gli operatori e i fruitori di servizi.

Una necessità primaria
Mario Menichetti, CEO di CIPS Informatica, ha commentato: “Il mercato legato a soluzioni di gestione della Sicurezza Informatica è cresciuto del 12% nell’anno 2018 e per il 2019 si stima una cifra analoga per un controvalore di circa 124 miliardi di dollari (Fonte: Gartner). La tecnologia propone continue innovazioni che cambiano rapidamente la vita e il lavoro delle persone, e un mondo in continua evoluzione non può permettersi disattenzioni. La sicurezza informatica rappresenta oggi una necessità primaria per governi, enti aziende e privati cittadini.” L’incontro è stato l’occasione per condividere le opinioni dei professionisti del settore IT con i migliori esperti di Sicurezza Informatica e per aggiornare le proprie conoscenze non solo in ambito tecnologico, ma anche in ambito legislativo e giurisprudenziale.

Nel corso della giornata Raoul Chiesa, ICT Security Senior Expert, Visionary Entrepreneur, Key Note Speaker, Cybersecurity Adviser and CyberGlobetrotter,ha approfondito le questioni legate al furto dei dati spiegando chi sono i soggetti che intervengono e illustrando gli attuali strumenti a loro disposizione. Durante il suo intervento è stato fatto un interessante excursus alla scoperta del “Dark Web”, un mondo apparentemente sommerso ma molto più che attivo. Giuseppe Giuliano, Funzionario del Dipartimento Attività Ispettive e Garante per la protezione dei dati personali, ha dal canto suo esaminato lo stato di attuazione del GDPR a un anno esatto dalla sua entrata in vigore considerando quali sono stati i dati relativi alle violazioni, chi è stato ed è competente a rilevarle e a cosa si può andare incontro in caso di sanzione. Infine Giuseppe Serafini, Law Firm, ISO/IEC 27001 Lead Auditor IT Laws, Forensics, Privacy & Security, ha infine illustrato le tematiche legali legate alla GDPR, con l’esame di ipotetici casi a cui far fronte. In particolare come il GDPR sia uno strumento necessario al controllo e la gestione dei sistemi IT nell’ambito della Data Economy.

 

TORNA INDIETRO >>