Estate 2020
Servizi - Datacenter
 

30/01/2014

Share    

Novità e conferme nei nuovi sistemi IBM

Arriva il sistema zEnterprise BC12 appositamente studiato per progetti di business analytics, mobility e cloud computing. Cresce anche in Italia la richiesta di macchine Linux ‘pure’

Cloud computing, mobility, analytics ma anche Linux. Tra novità e conferme, sono queste le direzioni che hanno preso gli ultimi annunci IBM sul fronte mainframe. Ma a quelle più tecnologiche, in Italia si aggiunge un’altra importante novità: Paolo Sangalli, già amministratore delegato di IBM Italia Servizi Finanziari, è diventato il nuovo responsabile della divisione che segue il mercato mainframe - System Technology Group - con il ruolo
di vice president. Il manager proprio a inizio anno lancerà un’importante iniziativa che coinvolgerà i business partner che insieme a IBM operano in questa fascia di mercato: “A partire dall’inizio del 2014 daremo il via a un programma di co-selling che ci permetterà di raggiungere nuove fasce di clienti insieme ai nostri business partner. Queste strutture nel tempo hanno fatto investimenti e si sono specializzate. Muovendoci insieme potremo aprirci a nuovi mercati”.

Gli investimenti in zEnterprise 

La novità di queste ultime settimane è il nuovo sistema zEnterprise BC12 (di seguito anche zBC12), un mainframe che IBM ha studiato appositamente per qualunque tipo di impresa che voglia realizzare progetti di business analytics, cloud computing e mobility. Il sistema è disponibile a partire da 75.000 dollari e quindi il target comprende anche aziende di medie dimensioni. Il nuovo zBC12 utilizza un processore più rapido a 4.2 GHz e ha disponibilità di memoria due volte superiore al suo predecessore la piattaforma z114.
Inoltre, le sue impostazioni di capacità altamente granulari consentono alle aziende di riorganizzare i propri sistemi in modo flessibile con un approccio ‘pay-as-you-grow’ così da venire meglio incontro alle esigenze di e˜cienza e risparmio dei costi. Se integrato con IBM DB2 Analytics Accelerator, zBC12 è in grado di eseguire carichi di lavoro di business analytics con tempi di risposta fino a nove volte più rapidi e prestazioni d’eccezione a costi
competitivi; a un prezzo 10 volte migliore. Per il cloud computing, zBC12 è in grado di consolidare fino a 40 server virtuali per core e può consentire di risparmiare fino al 55% rispetto agli ambienti x86 distribuiti. L’opzione Linux only IBM distribuisce anche una nuova versione Linux-only di questo mainframe ovvero con soli processori Integrated
for Linux (IFL) – denominata Enterprise Linux Server (ELS) - per aiutare le imprese che stanno espandendo rapidamente le loro attività. L’ELS comprende hardware e un hyper-
visor z/VM, con tre anni di manutenzione.

Il sistema è in grado di eseguire un portafoglio di più di 3.000 applicazioni e le aziende clienti di IBM possono ampliarlo con due nuove soluzioni: ELS per Analytics e Cloud-Ready per Linux su System z, che permettono una veloce implementazione dei sistemi nel mondo del business analytics e del cloud computing. Ma l’attenzione verso il mondo Linux non finisce qui. IBM ha infatti arricchito la sua offerta Power Systems open source con un nuovo sistema ad alte prestazioni basato su Linux, il PowerLinux 7R4. Basato sulla stessa piattaforma utilizzata per il progetto IBM di cognitive computing Watson, il 7R4 supporta il software di database open source di EnterpriseDB per aiutare le aziende nella gestione dei Big Data soprattutto nella migrazione da altri ambienti database. “La configurazione di un’offerta di sistemi Linux puri, risponde a una chiara tendenza che emerge con forza anche dal mercato italiano – ha raccontato Andrea Negro, IT specialist, Linux & grid computing presales technical support di IBM Italia. Clienti che due o tre anni fa hanno iniziato a configurare Linux solo per pochi task, oggi invece assegnano a questo sistema operativo il 100% del loro ambiente di elaborazione”.

Più facile la gestione della virtualizzazione 

IBM ha inoltre completato l’acquisizione della società israeliana CSL International, provider di tecnologia per la gestione della virtualizzazione negli ambienti zEnterprise System di IBM. Questa acquisizione è un investimento strategico per la piattaforma System z perché
rafforza le capacità di cloud e consolidamento offrendo una gestione semplificata dell’ambiente di virtualizzazione. Il software CSL-Wave consente alle imprese di monitorare e gestire i propri ambienti z/VM e Linux on System z utilizzando un’interfaccia potente e facile da usare. Il software assicura la semplicità ‘drag and drop’ per creare, scoprire, visualizzare e collegare all’istante server virtuali alle risorse, permettendo di liberare risorse da dedicare ad altre attività aziendali. 

 

TORNA INDIETRO >>