OLMeet Roma 2019
Datacenter - Hardware
 

06/11/2013

Share    

Multicanalità più flessibile

L’esperienza di GE.SI.ass che, con un pregresso basato su mainframe, ha trasformato il proprio sistema documentale

Fornire una piattaforma comune per tutti i documenti, evitare ripetizioni di contenuti e testi, consentire la ristampa dei documenti, semplificare i contenuti in lingua, ridurre il time to market per i nuovi servizi, ridurre i costi distribuzione. Sono questi i requisiti di business del progetto che GE.SI.ass, il provider IT all’interno del Gruppo Assicurativo Helvetia e che ha sede a Milano, ha realizzato affidandosi al software Papyrus. Quest’ultimo era già stato adottato dal Gruppo Helvetia in Germania, Svizzera e Austria come soluzione principale per la generazione massiva di documenti assicurativi. Da questa esperienza positiva del Gruppo, GE.SI.ass ha quindi deciso nel 2010 di investire nella nuova piattaforma documentale per sostituire gradualmente la soluzione esistente indirizzata alla formattazione e composizione dei documenti, basata su processi mainframe e su diverse applicazioni e programmi server.

Una soluzione robusta

Dopo aver analizzato oltre quattrocento modelli di varie polizze assicurative, lettere di conferma, moduli di reclamo, certificazioni e così via, GE.SI.ass richiedeva di fatto un sistema di sviluppo che fosse completamente flessibile, orientato agli oggetti e che applicasse la logica building block con meno regole restrittive abilitando nel contempo il change management. Altro elemento chiave preso in considerazione per una robusta soluzione era quello di semplificare il reporting per le agenzie nonché ottimizzare e accelerare il complesso processo esistente in modo da fornire le agenzie stesse degli accessi online ai report. La nuova soluzione adottata da GE.SI.ass include sostanzialmente l’installazione completa Papyrus per la produzione batch e online, basata su vari componenti, a partire da Papyrus WebRepository per la raccolta risorse, gestione ruoli e politiche utenti. Papyrus Designer consente dal canto suo l’utilizzo di un unico modello sia per l’elaborazione batch che per l’online, permettendo di registrare un notevole risparmio di tempo per il disegno e la produzione documentale multicanale. Papyrus File Adapter
accede invece ai dati di input in formato Xml (eXtensible Markup Language) mentre Papyrus DocExec si occupa di processare la produzione di documenti batch per la stampa in outsourcing. L’architettura prevede quindi che tutti i documenti completi siano archiviati nel repository Ecm (Enterprise Content Management). La consegna dei documenti online per oltre tremila utenti offre infine disponibilità immediata per generare formati al volo, per stampa locale o per processi batch e archivio nel sistema. In tutto questo l’esperienza e il successo ottenuti nel sistema portfolio ramo danni hanno confermato l’adozione della piattaforma di gestione output Papyrus da parte di GE.SI.ass a supporto di altre aree di business, quali quelle reclami e polizze vita, con l’obiettivo quindi di sfruttare i benefici di flessibilità e potenza di questa infrastruttura già constatati con le altre implementazioni.

GE.SI.ass e le altre Compagnie del Gruppo hanno inoltre arricchito la loro conoscenza della Piattaforma Papyrus attraverso un programma di formazione all’IT svolto nel corso del 2010, durante il quale i consulenti ISIS senior hanno supportato e contribuito a disegnare un’architettura che fosse avanzata, progettata per rispondere alle esigenze entranti come ad esempio la consegna multicanale.

Presente e futuro

Nel dettaglio l’architettura oggi vede attiva, tra le altre, una soluzione batch con gestione Xml di input, flussi di stampa AFP (Advanced Function Presentation), Report Xml, archiviazioni in Pdf (Portable Document Format) per tutte le agenzie Nationale Suisse e gestisce circa 15000 input mensili. È poi in produzione anche una soluzione batch Libro
Matricola per la gestione di polizze multi veicolo orientate al cliente Business. Tutti i workflow sono gestiti in due domini Papyrus (Test e Produzione) con sei diversi ambienti su cui sono gestite le modifiche correttive ed evolutive (Collaudo, Qualità. Migrazione, PreProduzione, Ring, Produzione). Infine Helvetia è in fase di User Acceptance Testing
di una Soluzione Online con interazioni Soap (client e server), Formattazione Afp, Creazione Pcl (Printer Control Language), Compressione flussi Pcl, Post Processing, Trasformazione in Pdf. Già attiva servendo più di 200 Agenzie di Nationale Suisse, andrà in produzione a gennaio 2014. 

 

TORNA INDIETRO >>