Salone del Mobile 2019
Sicurezza
 

10/07/2018

Share    

di Paolo Morati

Milestone e il valore dell’integrazione

Il produttore di software di video management ha riunito partner e clienti per mostrare le possibilità e opportunità della sua piattaforma aperta.

Alberto BruschiÈ molto soddisfatto Alberto Bruschi, Country Manager Italy, Iberia e Malta di Milestone, della prima edizione dell’evento Milestone Integration Expo, svoltosi lo scorso 14 giugno a Milano, per un centinaio di partecipanti tra system integrator e utenti finali. “Si tratta di un nuovo format che abbiamo introdotto nei diversi territori in cui operiamo, proponendolo come iniziativa ben focalizzata e mirata, a cui partecipa anche una selezione dei nostri partner tecnologici più innovativi, illustrando non solo le proprie soluzioni ma anche la loro integrazione con la nostra piattaforma software di gestione video XProtect, inserito quindi nei sistemi ove è necessaria la gestione di sistemi video over IP. Abbiamo quindi voluto mettere all’opera la nostra community, capire come poter lavorare assieme e supportarci a vicenda in progetti ambiziosi e importanti. Invitando tutti, per il futuro, anche a visitare la nuova demo room inaugurata presso la nostra sede di Cinisello Balsamo”. Più nel dettaglio la giornata è stata strutturata in cinque sessioni da un’ora per ciascun partner, con una sala dedicata dove poter presentare l’interoperabilità tra XProtect le proprie soluzioni e alla quale il pubblico ha potuto accedere liberamente per interagire e scambiare opinioni e spunti su quanto presentato nell’ambito dell’ecosistema Milestone.

Le soluzioni nel dettaglio
Diversi quindi i partner selezionati che hanno partecipato all’evento milanese, a cominciare da Axis che ha mostrato il livello di interoperabilità delle proprie soluzioni di videosorveglianza con la piattaforma Milestone, compresa la suite di plugin battezzata Axis Optimizer for Milestone XProtect. E che, nella sostanza, è studiata per permettere agli utenti di sbloccare direttamente le funzionalità nel sistema di gestione video XProtect così come nei dispositivi Axis. Con inoltre la garanzia di una interoperabilità ottimizzata tra le rispettive soluzioni.

BCDvideo, produttore di appliance e sistemi di video recording con la possibilità di personalizzare  server e storage in funzione delle risorse richieste, ha dal canto suo evidenziato una soluzione con integrata al suo interno la piattaforma Milestone già predisposta per essere attivata con l’acquisto di licenza. Una novità di quest’anno messa a disposizione da Milestone ai vari produttori suoi partner. 

DEA Security, società che ha tra le sue focalizzazioni la protezione perimetrale per difendere siti anche ad elevato rischio, si integra dal canto suo con XProtect grazie a un plug-in apposito e che non richiede alcun hardware aggiuntivo. Il tutto consentendo il caricamento di mappe grafiche e la creazione di zone di allarme a cui abbinare i segnali provenienti dai sistemi DEA, tutti argomenti che sono stati portati in primo piano nel corso dell’evento.

Analisi intelligenti
Un altro tema sviluppato a Milano è stato quello del riconoscimento facciale. Su tale ambito si è concentrata la spagnola Herta che, grazie all’integrazione con Milestone, permette di ricevere allarmi tramite XProtect fornendo alle applicazioni di video sorveglianza un ventaglio di informazioni in tempo reale, mantenendo tuttavia lo stesso parco di telecamere IP già installate.

La video analisi è invece la specializzazione di TechnoAware, che attraverso le sue soluzioni VTrack che lavorano in collaborazione con il sistema di Milestone, punta al miglioramento dell’efficacia e all’abbattimento dei costi, proponendo anche una serie di verticalizzazioni, che coprono ambiti quali ad esempio trasporti, banking e aree residenziali, nonché ambienti pubblici. 

Tornando al tema delle telecamere per la videosorveglianza, Mobotix ha dal canto suo messo al centro la decentralizzazione propria delle sue soluzioni con analisi e registrazione che avvengono direttamente all’interno delle telecamere, e basate su tecnologia MxPEG+. A Milano si è quindi parlato della collaborazione tecnologica con Milestone per fornire un dettaglio estremamente elevato delle immagini, ma anche del ‘Cactus concept’ che, lanciato quest’anno, è dedicato alla protezione dei sistemi Mobotix dagli attacchi cyber. Seguendo un approccio end-to-end.

Controllo in strada
Il Milestone Integration Expo è stata anche una vetrina per le soluzioni di integrazione tecnologica e arredo urbano, secondo una prospettiva di ‘smart city’. In particolare è stato il caso dello spazio di Technic & Bandwich, dove si è parlato nel dettaglio di un palo tecnologico gestito in modo sicuro e conforme alle normative (GDPR compreso) e delle funzionalità innescate dall’utilizzo di moduli Internet of Things (IoT) e quindi dalla videosorvegianza, con integrazione dei metadati veicolati verso la piattaforma Milestone. Seguendo un approccio scalabile e modulare.

Commend ha invece presentato le sue soluzioni di inter comunicazione che, progettate per garantire un’elevata qualità audio, sono verticalizzate su più settori per essere inserite anche in ambienti particolarmente critici e rumorosi, come fabbriche o autostrade, o ad esempio camere bianche. Anche in questo caso è presente l’integrazione Milestone in quanto il server XProtect ha la possibilità di analizzare i dati provenienti dal server interfonico in gtoco attivando allarmi predefiniti. Il tutto ottimizzando i flussi operativi.

E infine durante la giornata si è parlato di controllo accessi insieme a Zucchetti, la quale con l’integrazione del suo applicativo XAtlas con XProtect permette di tenere sotto controllo un altro aspetto della sicurezza fisica insieme a quello della videosorveglianza. Il tutto reso possibile grazie all’adozione di una sola interfaccia, e attivando videoregistrazioni a seguito di eventi prodotti dal sistema di controllo accessi. E permettendo, infine, anche alla soluzione Milestone (oltre a quella Zucchetti) di gestire i diritti di accesso ai varchi, il tutto con controllo in tempo reale dei passaggi ai transiti, delle foto degli utenti che vi accedono, e delle riprese in diretta.

L’apertura di XProtect
Il software di gestione video (VMS) Milestone XProtect è basato su una piattaforma aperta. Questo significa per gli sviluppoatori avere a disposizione API (Application Programming Interfaces) che possono essere utilizzate anche per la modifica delle funzionalità di XProtect stesso, coime spiega la stessa Milestone. Tra le funzionalità e prodotti citati come esempio che possono essere quindi aggiunti ai sistemi di sorveglianza ci sono quelli di controllo accesso, le telecamere e le piattaforme destinate all’analisi video. Inoltre l’interfaccia video in uscita dei prodotti Milestone è conforme a ONVIF (Open Network Video Interface Forum) sotto forma di Milestone ONVIF Bridge. Obiettivo dichiarato è quello di abilitare un’integrazione standardizzata e sicura da privato a pubblico e assicurare un’interoperabilità video completa in installazioni multi-fornitore. Tra le caratteristiche di XProtect c’è infine il supporto di oltre 6.200 telecamere IP, codificatori e registratori video digitali (DVR) e di più di 150 produttori.

 

TORNA INDIETRO >>