Mitel
Applicazioni
 

12/03/2018

Share    

di Vincenzo Virgilio

Microsoft, l’intelligenza artificiale per la crescita del Paese

È partita oggi a Milano la Digital Week, sette giorni dedicati all’innovazione e alla trasformazione tecnologica. Un cammino in cui il vendor vuole essere protagonista.

Microsoft Digital Week

“La sindrome del dinosauro”. È quella che viene a molte imprese quando si parla di intelligenza artificiale, un temporale che diventerà sempre più intenso spingendo tutte le organizzazioni davanti a un bivio, “stare fermi a guardare oppure essere parte attiva del cambiamento”. Lo ha spiegato questa mattina Carlo Ratti, professore del Massachusetts Institute of Technology e direttore del Senseable City Lab, durante l’inaugurazione della Microsoft Digital Week: sette giorni di appuntamenti dedicati all’innovazione, per scoprire i volti di questo processo e confrontarsi sui nuovi trend tecnologici. Tendenze tecnologiche di cui Microsoft vuole farsi guida e che investono anche la Pubblica Amministrazione, come succede a Milano. 

IA per tutti
“Un’esperienza virtuosa esportabile anche in altre città”. Silvia Candiani, amministratore delegato di Microsoft Italia, ha presentato con queste parole ‘Chiara’, il nuovo assistente digitale del Portale del Turismo di Milano sviluppato in collaborazione con Teorema. Il chabot – che consentirà a cittadini e turisti di reperire informazioni sulla città e i suoi servizi – è uno degli esempi che vedono l’intelligenza artificiale ‘farsi spazio’ nella vita di tutti i giorni. Intelligenza artificiale che Microsoft vuole mettere a disposizione anche delle aziende di ogni dimensione e settore, dal retail all’healtcare. “Se in passato il nostro obiettivo era sistemare un pc su tutte le scrivanie, oggi la nostra missione è dare accesso all’IA a tutte le organizzazioni, non solo alle grandi imprese”. Un approccio che può avere, secondo Candiani, “un impatto positivo anche per la crescita economica del Paese”. 

Lavoro e formazione
Per farlo, però, serve una nuova cultura del lavoro. “Abbiamo fatto una ricerca a livello internazionale sull’impatto del digitale sul personale: i dipendenti di aziende che hanno una forte cultura digitale sono dieci volte più motivati, quattro volte più innovativi e due volte più produttivi degli altri”, ha spiegato Candiani, evidenziando però che al momento “solo il 20% dei lavoratori delle imprese del nostro Paese dicono di operare in una realtà altamente innovativa. Diventa fondamentale costruire le competenze per il lavoro di domani, con lo studio di materie Stem (Science, Technology, Engineering and Mathematics) e l’aggiornamento permanente – ha concluso. Va in questa direzione la nostra collaborazione con il MIP del Politecnico di Milano per il progetto di digital learning Flexa”. 

La digital week
Microsoft Digital Week – che integra il programma della Milan Digital Week – vedrà il capoluogo lombardo e in particolare la Microsoft House accogliere istituzioni, università e aziende, in una settimana di approfondimenti sulle potenzialità dei settori più strategici del Paese, come il finance, il manufacturing e il retail. Nel weekend, invece, spazio a cittadini, famiglie e studenti. Il programma completo degli appuntamenti è disponibile sul sito www.microsoftdigitalweek.it, dove è possibile registrarsi e seguire gli eventi live. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’ecosistema di partner di Microsoft, tra i quali Intel e Samsung. 

 

TORNA INDIETRO >>