Estate 2019
Applicazioni
 

13/06/2016

Share    

Microsoft compra LinkedIn

Il social network per professionisti verrà rilevato con un’operazione da 26,2 miliardi di dollari che si concluderà entro l’anno. I commenti dei due CEO e gli obiettivi dell’operazione.


Oltre ventisei miliardi di dollari per un transazione interamente in contanti. Questo quanto Microsoft investirà entro l’anno per rilevare LinkedIn, il social network  per professionisti che oggi ha circa 433 milioni di utenti e manterrà in ogni caso il suo brand e indipendenza rispetto a Redmond. Jeff Weiner (a sinistra nella foto) di fatto rimarrà CEO della società riportando direttamente a Satya Nadella (a destra), CEO di Microsoft.

Nadella ha dichiarato che “il team LinkedIn ha fatto crescere un business fantastico incentrato sulla connessione dei professionisti di tutto il mondo. Unendo le forze possiamo accelerare la crescita di LinkedIn, così come Microsoft Office 365 e Dynamics con l’obiettivo di potenziare ogni persona e organizzazione.”

Dal canto suo Weiner ha commentato che dopo aver cambiato il modo in cui ci si ‘connette’ alle opportunità, la relazione con Microsoft, e la combinazione della sua cloud con la rete LinkedIn, offre l’occasione di cambiare anche il modo in cui effettivamente si lavora. “Negli ultimi 13 anni ci siamo posizionati in modo unico nell’ambito della connessione dei professionisti per renderli più produttivi e di successo, e non vedo l’ora di guidare il nostro team attraverso questo nuovo capitolo della nostra storia.”

LinkedIn arriva da un anno di novità che hanno compreso il lancio di una nuova mobile app, newsfeed aggiornati per fornire ulteriori informazioni ai suoi membri e acquisito la piattaforma di learning online Lynda.com. Inoltre ha lanciato una nuova versione del prodotto Recruiter destinato alla fascia enterprise della sua utenza. LinkedIn dal punto di vista finanziario rientrerà nel segmento Productivity and Business Processes di Microsoft.

Qui di seguito potete vedere un breve video in cui i due manager commentano l’acquisizione da 26,2 miliardi di dollari.

 

TORNA INDIETRO >>