All Around Work
Applicazioni
 

07/03/2016

Share    

MariaDB: lo stato dell’arte

Questo database open source continua a guadagnare quote di mercato. Nel corso del 2015 ha fatto molti progressi, e oggi è incluso in tutte le principali distribuzioni Linux.

Secondo Gartner i database open source hanno raggiunto una penetrazione di mercato del 25%. “...I Data Base Relazionali (Rdbms) open source sono maturati - dice Gartner - e oggi vengono considerati da chi ha la responsabilità di gestire DB e applicazioni una scelta infrastrutturale standard per un numero sempre maggiore di applicazioni di livello enterprise”. MariaDB conferma questo andamento in tutte le geografie, in Europa, America e nel resto del mondo.

Una community molto attiva
Nel corso del 2015 MariaDB ha fatto molti progressi, e oggi è incluso in tutte le principali distribuzioni Linux, incluse SUSE, Red Hat, Debian e Ubuntu. MariaDB viene ora reso disponibile come database opzionale, tra gli altri, da 1&1 e Juju Charm Store (Ubuntu) 
e da cloud provider pubblici e ibridi quali Amazon RDS, Microsoft Azure, Rackspace e Pivotal Cloud Foundry. Nel corso del 2015 MariaDB ha rilasciato più di 70 release per le versioni 5.5, 10.0 e 10.1, quest’ultima disponibile dallo scorso ottobre. Sono state inoltre rilasciate numerose release di MariaDB Galera Cluster e dei connettori per i linguaggi C, Java e Obdc. In totale, nel corso del 2015 sono stati registrati 2.400 contributi da parte di 91 realtà appartenenti alla Community di utenti di MariaDB.

I punti di forza
Il punto di forza principale di MariaDB sta nell’essere fedele alla sua filosofia di base: lo sviluppo di un prodotto Open Source guidato dalla Community. Grazie alla stretta collaborazione tra gli utenti e gli esperti di MariaDB vengono sviluppate in tempi rapidi nuove funzionalità orientate a soddisfare le reali esigenze degli utenti. Questo fa di MariaDB probabilmente l’unico database veramente open source presente sul mercato, e il più qualificato. Per il 2016 MariaDB si focalizzerà in particolare sul tema della sicurezza, che rappresenta uno dei focus tecnologici principali per il prossimo futuro. Ormai non si può più considerare la sicurezza una semplice funzionalità, ma deve rappresentare un elemento cardine di ogni software. MariaDB sta sviluppando funzionalità di sicurezza che toccano ogni layer dello stack di gestione della soluzione (autenticazione, auditing, autorizzazioni, crittografia, firewall ecc.) per renderlo uno dei database più sicuri. Un altro settore per il quale sono alle studio nuove funzionalità è la tecnologia OLAP (Online Analytical Processing).

 

TORNA INDIETRO >>