Eventi 2020
Sicurezza
 

02/03/2015

Share    

March Networks guarda all’Europa

Due nuove soluzioni di videosorveglianza per i mercati finance e retail e alcune iniziative indirizzate al canale per incrementare market share e notorietà del brand

Per ribadire il proprio interesse nei confronti dei mercati europei, incluso quello italiano, March Networks, fornitore globale di soluzioni intelligenti di video su IP, ha voluto essere presente a Sicurezza 2014 con uno stand che ha catalizzato l’attenzione di molti visitatori. “In questa occasione abbiamo deciso di puntare i riflettori soprattutto su due nuovi prodotti appositamente studiati per il mercato europeo, con particolare riferimento ai settori finance e retail, insieme alle ultime novità indirizzate al canale”, ha sottolineato Stefano Torri, European sales director della società.


Per quanto riguarda i prodotti, la prima soluzione è un nuovo network video recorder ibrido a 4 canali: un videoregistratore compatto concepito per il mercato bancario, e con dimensioni tali da renderlo ideale per l’installazione all’interno di ATM e aree self. Assicura registrazioni nitide da telecamere analogiche o IP megapixel, gestione centralizzata e, usato con il VMS Command Enterprise di March Networks, permette l’individuazione di frodi e atti criminosi in tempo reale. La seconda novità è rappresentata da un network video recorder (NVR) ibrido a 8 canali studiato per incontrare le esigenze del settore retail, in particolare per i commercianti che richiedono una piattaforma di videosorveglianza performante e, nel contempo, semplice da gestire e utilizzare.


Interessanti anche le nuove iniziative indirizzate al canale, a cominciare da MN Guru, un’app per smartphone in grado di fornire accesso istantaneo alle informazioni di supporto tecnico per i business partner; uno strumento per un’assistenza tecnica interattiva, accesso a video tutorial, stato della garanzia, RMA e altre utilities. Per rendere semplice e immediata l’installazione e la manutenzione dei propri NVR, March Networks
ha inoltre progettato lo chassis di una nuova docking station che consente la sostituzione di alcune parti o dell’intera unità mentre tutte le connessioni a rack restano operative.

 

TORNA INDIETRO >>