Kyocera
OfficeLayout
 

05/05/2021

Share    

Managed Workplace, ACS Data Systems è un passo avanti

Tramite più offerte dedicate, la società garantisce servizi gestiti dall’alto valore aggiunto in grado di abilitare postazioni di lavoro sicure in qualsiasi ambiente, a casa come in ufficio.

Innovazione responsabile. Due parole che sintetizzano una visione, una missione: quella di ACS Data Systems. “Il nostro obiettivo è affiancare i clienti nel loro percorso di crescita: sfruttando le innovazioni tecnologiche, consentiamo alle imprese di rispondere al meglio alle richieste del mercato di riferimento”, ci ha spiegato Mauro Gottardi, Area Manager Trento e Verona dell’azienda: “Da 38 anni, ACS accompagna il mercato con una proposizione di servizi e soluzioni all’avanguardia. Grazie a un team composto da oltre 300 professionisti qualificati, la nostra società guida ogni giorno gli imprenditori e gli IT manager nel vincere le sfide legate alla trasformazione digitale, con uno sguardo orientato al futuro e un focus specifico su cinque innovation practice: Digital Workplace & Collaboration, Data Center Infrastructure & Cloud, Security & Networking, Print Solutions e Digital Signage”.

L’esigenza
In tutte queste aree, ACS è in grado di fornire servizi gestiti dall’alto valore aggiunto, che consentono alle aziende di liberarsi delle attività di implementazione e di gestione dell’IT e di concentrarsi unicamente sui propri obiettivi di business. Un impegno, questo, che nel corso del 2020 ha ricevuto un importante impulso soprattutto in due aree strategiche: Digital Workplace & Collaboration e Security & Networking. “Le limitazioni legate all’emergenza Coronavirus hanno spinto le aziende verso una rapida digitalizzazione dei processi al fine di abilitare il lavoro da remoto. Dal nostro osservatorio, però, l’innovazione era volta a mantenere la continuità operativa mettendo in secondo piano in molti casi gli aspetti legati alla sicurezza informatica, che invece è necessario monitorare costantemente. In questo scenario, ACS ha fornito e continua a fornire un supporto fondamentale per il mercato grazie a due offerte dedicate, ACS.Managed Workplace e Virtual Workplace, che consentono alle aziende di disporre di postazioni di lavoro gestite, monitorate e costantemente aggiornate, anche in termini di security”.

ACS.Managed Virtual Workplace
Una gestione, quella descritta da Gottardi, necessaria per garantire performance e sicurezza delle soluzioni utilizzate, tramite attività che ACS consente di esternalizzare assicurando il giusto livello di affidabilità e qualità delle postazioni di lavoro, in tutti gli ambiti. “Le aziende in questa fase iniziano a percepire l’importanza di un messaggio che portiamo da tempo sul mercato: l’implementazione di strumenti di collaborazione e soluzioni infrastrutturali in cloud, in tal senso, è in crescita insieme alla consapevolezza da parte delle imprese dell’importanza di esternalizzare la gestione delle postazioni di lavoro”. 

Un valore che ACS riesce a garantire anche in ottica di remote working grazie ad ACS.Managed Virtual Workplace, “soluzione che abilita un ambiente di lavoro virtualizzato all’interno del nostro data center dando la possibilità alle aziende di disporre di strumenti, software e dati per svolgere le proprie attività da qualsiasi luogo e in qualunque momento. Il tutto, in modalità completamente gestita dagli esperti di ACS, dal punto di vista delle funzionalità, degli aggiornamenti e soprattutto della sicurezza”. 
Una soluzione vantaggiosa anche in termini di riduzione dei costi: “Il passaggio da Capex a Opex, favorito dal cloud stesso, garantisce al cliente una flessibilità e scalabilità in funzione dell’effettiva operatività dell’impresa – ha evidenziato Gottardi. Il cliente può infatti modificarne l’utilizzo in base alle necessità riducendo i relativi costi grazie a un canone commisurato al numero di utenti attivi”.

ACS.Managed Workplace
La convenienza rappresenta anche uno dei maggiori punti di forza di ACS.Managed Workplace, offerta tramite la quale ACS garantisce la completa fornitura dell’hardware e tutti i servizi correlati all’amministrazione delle postazioni di lavoro: l’implementazione delle soluzioni, l’installazione degli applicativi, la gestione del ciclo di vita dei dispositivi utilizzati, gli aggiornamenti software, gli interventi onsite per riparazioni, ricambi, trasferimenti e reinstallazioni, oltre che la dismissione a fine vita dei device con la cancellazione sicura e conforme dei dati. Una proposta completa di servizi che ACS è in grado di personalizzare e adattare alle specifiche necessità del cliente, cui consente di monitorare centralmente l’inventario del parco macchine installato, con una reportistica costante anche sugli aggiornamenti legati alla sicurezza che la società implementa in modo puntuale con i propri esperti. 

Il trend
“Grazie ad ACS.Managed Virtual Workplace e Managed Workplace l’azienda ha sempre la garanzia di disporre di postazioni di lavoro aggiornate, monitorate, sicure, e non deve preoccuparsi di questi aspetti”, ha proseguito Gottardi evidenziando come, nel prossimo futuro, entrambe le offerte di ACS ricopriranno un ruolo ancora più strategico per tutte le imprese. “A seguito di questa fase, lo scenario di lavoro che si verrà a concretizzare nella maggior parte delle organizzazioni sarà di tipo ibrido: i dipendenti alterneranno attività da remoto con presenza in sede e in questo contesto le nostre due offerte dedicate al workplace continueranno a rappresentare un supporto centrale per i clienti, in quanto consentono di gestire in maniera flessibile sia il parco di dispositivi installato all’interno dell’azienda che quello presso il domicilio dei collaboratori, in modo completamente sicuro e affidabile”. 

L’obiettivo
Un’affidabilità certificata e testata da ACS, che per filosofia, prima di indirizzare sul mercato le proprie soluzioni, le implementa e valida direttamente in casa. “Un approccio che rappresenta una garanzia e un importante valore aggiunto per i nostri clienti, che abbiamo l’obiettivo di affiancare, anche nel 2021, nel loro percorso di innovazione responsabile. Un’innovazione, la nostra, volta non solo a risolvere un tema tecnologico puntuale, ma a favorire l’evoluzione dei processi in maniera efficiente, sicura e orientata al futuro – ha concluso Gottardi. Il mercato è in evoluzione e tutte le aziende, per crescere ed essere competitive, sono chiamate a seguire questa evoluzione. ACS, con il proprio supporto, è in grado di guidarle in questo cammino strategico con servizi e soluzioni all’avanguardia”. 

Managed Services, un’offerta completa
Con oltre 3.700 clienti attivi, sei sedi e un fatturato che supera i 48 milioni di euro, ACS rappresenta un punto di riferimento nel mercato dei servizi gestiti, ambito nel quale negli anni ha costruito un’offerta completa in grado di soddisfare al meglio le esigenze dei clienti. In ambito Collaboration & Digital Workplace, insieme ad ACS.Managed Workplace e ACS.Managed Virtual Workplace, la società propone infatti ACS.Managed Voice Solutions e ACS.Managed ERP Software as a Service. 
Non solo collaborazione e postazioni di lavoro, però. Al fine di abilitare una gestione strategica dell’infrastruttura IT e dei dati, anche in ottica cloud, le offerte Managed Infrastructure, Managed Backup Online e Managed Backup 365 di ACS costituiscono un fondamentale supporto per le aziende, così come i servizi gestiti dedicati alle Print Solutions che consentono ai clienti di ottimizzare l’utilizzo delle stampanti e di risparmiare risorse preziose. 
Una proposta, quella della società, che in ogni area nasce e si sviluppa sempre con un importante focus sulla sicurezza, tema che ACS affronta in modo specifico forte di ACS.Managed Firewall, un’offerta completa di managed services capaci di rispondere in modo proattivo anche alle minacce più evolute garantendo la protezione della rete e dei dati aziendali. 

 

TORNA INDIETRO >>