IT Infrastructure Day Roma
OfficeLayout
 

29/06/2015

Share    

di Paola Cecco

La luce nell'era dei Led

Il 2015 è l'anno internazionale della luce, voluto dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul ruolo dell’illuminazione come fonte di energia per la vita e per promuovere le nuove tecnologie a supporto dello sviluppo sostenibile.
Luce protagonista anche nel 2014 quando l’Accademia svedese delle scienze decide di affidare il premio Nobel per la Fisica ai tre scienziati giapponesi inventori, negli anni novanta, dei Led blu dai  quali discendono sorgenti a luce bianca, luminose ed energeticamente economiche. Afferma la motivazione del premio: "Circa un quarto della produzione di energia elettrica mondiale è impiegata per accendere le lampadine, i Led possono contribuire a risparmiare le risorse del pianeta».

Un binomio inscindibile quello di Luce e Led, reso evidente anche dall'ultima edizione di Euroluce, la biennale del settore dove i diodi luminosi sono stati protagonisti indiscussi. A decretarne il successo le potenzialità di risparmio energetico derivanti non solo dall'elevata efficienza energetica, ma anche dalla possibilità di controllare in modo più preciso il flusso luminoso. Anche la qualità della luce emessa, che per lungo tempo è stata uno dei punti deboli di questa tecnologia, ha ormai raggiunto livelli paragonabili a quelli delle sorgenti a incandescenza e delle fluorescenti.
Ma non si tratta solo di prestazioni, la miniaturizzazione della sorgente consente nuovi gradi di libertà formale nel design degli apparecchi portando a concept in netta rottura con quanto realizzato in passato. Abbandonata la strada delle soluzioni retrofit, nelle quali il Led veniva utilizzato alla stregua delle sorgenti tradizionali vanificandone di fatto le potenzialità, i produttori hanno rivoluzionato l'approccio progettuale dell'apparecchio per sfruttare al meglio le caratteristiche illuminotecniche dei diodi. In molti casi è stata attuata una progressiva smaterializzazione della struttura che ha permesso di ridurre l'impatto visivo dell’apparecchio per lasciare alla luce il ruolo di protagonista.

A queste qualità si deve poi aggiungere il fatto che i Led hanno portato alla digitalizzazione della luce che ora può essere controllata, personalizzata e perfino resa interattiva, integrando la luce con altre funzioni, ad esempio il controllo e la raccolta di dati.
Si profila quindi una nuova rivoluzione dell'illuminazione i cui  sviluppi sono ancora da esplorare.

 

TORNA INDIETRO >>