Estate 2019
Applicazioni
 

29/11/2013

Share    

Lo stato della gestione documentale secondo Able Tech

Le nuove funzionalità implementate in ARXivar per assicurare efficienza e mobilità nella gestione dei processi e dei documenti

Continua a crescere la comunità di utenti e partner che ruota intorno ad ARXivar, la piattaforma di gestione documentale e dei processi sviluppata dall’italiana Able Tech. Illustrando i numeri, in un recente incontro con i partner, il top management della società ha confermato l’obiettivo di chiudere l’anno con un +20% di fatturato, mentre nel periodo da gennaio ad agosto sono state ben 215 le nuove aziende clienti che si sono avvicinate ad ARXivar; una capacità di azione sul mercato portata avanti dall’azienda insieme ai suoi oltre 150 partner attivi: “Lo stato di salute del mercato italiano della gestione documentale si mantiene buono – spiega Alberto Carrai, direttore commerciale di Able Tech. C’è ancora molto da fare, poiché le aziende che hanno rivisto i loro processi in ottica di efficienza eliminando i passaggi fisici della carta sono ancora una esigua minoranza. Generalmente tutti i mercati verticali si stanno muovendo, ma in questi ultimi tempi si sono mosse anche le imprese di più piccole dimensioni, a dimostrazione del fatto che si possono avere importanti ritorni di efficienza anche su volumi più ridotti rispetto alle dimensioni che caratterizzano le grandi imprese consumatrici di carta come banche e assicurazioni”.

 

Le novità
Tra le innovazioni di prodotto presentate alla platea dei partner, quelle riguardanti il workflow designer di ARXivar, fiore all’occhiello della soluzione. Le nuove funzionalità (workflow import/export, logon providers, workflow versioning e processi approvativi) estendono l’usabilità del workflow designer di ARXivar sia dal punto di vista grafico che funzionale. Novità assoluta della giornata, disponibile in queste settimane, ARX-LocalSign un’app per Android che permette di collegare la piattaforma di gestione documentale con un preciso utente, scaricare i documenti sulla app, ricercare, selezionare, consultare e firmare grafometricamente i documenti in modalità offline e ricondurli ad ARXivar in presenza di connettività. “Le novità implementate arrivano dalle sollecitazioni che abbiamo raccolto dai clienti e che abbiamo ritenuto interessanti mettere a fattor comune – racconta Claudio Vigasio, amministratore delegato Able Tech. Non mancano però innovazioni che danno concretezza alla nostra visione culturale sull’evoluzione della gestione documentale”.

 

 

TORNA INDIETRO >>