All Around Work
Sicurezza
 

27/10/2016

Share    

LightCyber sbarca in Italia

Una piattaforma di Behavior Attack Detection in grado di rilevare comportamenti anomali identificati come leciti dai tradizionali sistemi di security e di rispondere efficacemente agli attacchi che riescono a superare tutte le barriere.

Antonio IannuzziÈ ormai ampiamente dimostrato che gli attacchi informatici che riescono a bypassare i tradizionali sistemi di sicurezza, nella maggior parte dei casi focalizzati sulla difesa perimetrale, sono in crescita esponenziale. “Molti studi evidenziano come, anche laddove sono presenti avanzati sistemi di sicurezza, non siano rare le intrusioni da parte di malware che, anche se per breve tempo, penetrano all’interno della rete e, prima di essere individuati e risolti son causa di disservizi significativi che vanno gestiti e che rappresentano una fetta consistente dei costi complessivi dell’IT security”, evidenzia Antonio Iannuzzi, Regional Sales Director Southern Europe di LightCyber, società focalizzata sulla Behavior Attack Detection, sbarcata ufficialmente in Italia nel mese di giugno.

Ma cosa significa esattamente Behavior Attack Detection? “Significa - dice Iannuzzi - che la nostra piattaforma LightCyber Magna, dopo una fase di ‘apprendimento’ che dura 2/3 settimane, assimila i comportamenti corretti correlati all’operatività di un’organizzazione. In seguito, attraverso l’analisi automatizzata dei dati degli utenti, degli endpoint e del contesto di rete è in grado di rilevare comportamenti anomali non identificabili dai tradizionali sistemi di sicurezza, fornendo informazioni dettagliate anche sulla vulnerabilità sfruttata e sui destinatari dell’attacco. Non solo. È anche in grado di suggerire le azioni da intraprendere per debellare l’attacco prima che possa causare danni rilevanti. Il tutto in modalità agent-less, vale a dire senza ‘appesantire’ i client Windows, Linux e nel prossimo futuro anche MAC OS”.

Compito di Iannuzzi, che opera nel mercato della security da oltre 20 anni, dove ha portato al successo aziende quali TippingPoint Technologies, Bluecat Networks e, ultima in ordine di tempo, Palo Alto Networks, è quello di accelerare la penetrazione di LightCyber in tutti i mercati dell’area Mediterranea partendo dall’Italia, identificata come Paese ad alto potenziale. “Avremo al nostro fianco un ecosistema di business partner qualificati per dare alle aziende le risposte che cercano, anche in vista dell’entrata in vigore di normative sempre più stringenti, basti pensare alla riforma della normativa europea sulla protezione dei dati (Gdpr, general data protection regulation), che è entrata in vigore lo scorso maggio e che prevede la sua attuazione entro 24 mesi (maggio 2018)”.

 

TORNA INDIETRO >>