Kyocera
Applicazioni
 

09/04/2013

Share    

LifeSize, pionieri della videocomunicazione in HD

Qualità, innovazione e flessibilità i fattori strategici che hanno permesso all’azienda di guadagnare nel nostro Paese più del 25% di market share in soli quattro anni

Buona parte del successo di una azienda deriva dalla validità dei presupposti da cui nasce e si sviluppa. “Nel nostro caso - spiega Marco Lupi, country manager di LifeSize Italia - l’idea vincente è stata quella di portare l’alta definizione nel mondo della videoconferenza, rivitalizzando un settore che non era mai riuscito a decollare veramente”. In dieci annni LifeSize, fondata nel 2003 e acquisita nel 2009 dal Gruppo Logitech, di cui oggi è una divisione autonoma, ha saputo mantenere le promesse, non solo migliorando in maniera consistente il livello qualitativo della videconferenza ma, quel che più conta, rendendola disponibile a una platea sempre più ampia.
“Oggi le nostre soluzioni - prosegue Lupi - consentono a ciascuno di vivere l’esperienza di videconferenza più adatta alle proprie esigenze, dalla telepresenza immersiva a sale riunioni di ogni dimensione sino ad arrivare alla comunicazione video personale fruibile ovunque e in ogni momento. Un’offerta ampia e variegata che consente finalmente al video di esprimere tutte le sue potenzialità in termini sia di miglioramento delle interazioni personali che di ottimizzazione dei costi, un aspetto tutt’altro che trascurabile, soprattutto nell’attuale contesto macro economico”.
Sbarcata in Italia nel 2009, in quattro anni la società è cresciuta sino a contare una trentina di risorse, un terzo delle quali impegnate in attività di ricerca e sviluppo, e, quel che più conta, una quota di mercato superiore al 25%, che la colloca di fatto al secondo posto tra i fornitori di soluzioni di videoconferenza nel nostro Paese.
Un successo determinato soprattutto da tre fattori: la scelta di adottare standard di mercato, che consentono alle soluzioni LifeSize la piena interoperabilità con le soluzioni più diffuse sul mercato; la capacità di continuare a interpretare correttamente, e spesso anticipare, i trend tecnologici emergenti; la semplicità di utilizzo e di gestione delle piattaforme LifeSize che ne accelerano l’adozione all’interno di organizzazioni pubbliche e private di ogni dimensione.

 

 

Soluzioni sempre allo stato dell’arte


Le soluzioni LifeSize consentono quindi una collaborazione video HD e Full HD ottimale con la più alta risoluzione disponibile a qualsiasi larghezza di banda.
“I nostri laboratori di ricerca e sviluppo lavorano sempre a pieno ritmo per rendere disponibili soluzioni sempre allo stato dell’arte, come testimoniano, ad esempio, le novità lanciate di recente in ambito virtualizzazione e mobility”, dice ancora Lupi. LifeSize, infatti, propone soluzioni specificamente sviluppate per i dispositivi mobili più diffusi, come i laptop e soprattutto smartphone e tablet, con supporto per i principali sistemi operativi, Android compreso.
Ma la novità più interessante è rappresentata dalla tecnologia UVC ‘Universal Video Communication’, una piattaforma software virtualizzata che unisce le funzionalità di più prodotti e le rende immediatamente disponibili da un’unica interfaccia comune.
“I vantaggi offerti dalla nuova tecnologia UVC sono tanti,” sottolinea Lupi - con la maggior parte dei prodotti per infrastrutture di videoconferenze HD è necessario acquistare, installare e fornire diversi dispositivi hardware che necessitano di investimenti onerosi e sono poco scalabili. Grazie alla nostra piattaforma virtualizzata LifeSize UVC, invece, i clienti possono acquisire una o più applicazioni dimensionate ad hoc sulle proprie reali esigenze, contenendo fortemente i costi iniziali e sfruttando pienamente le potenzialità offerte dalla virtualizzazione”.

 

 

TORNA INDIETRO >>