Estate 2019
Sicurezza
 

16/07/2014

Share    

Lenel apre la porta alla sicurezza

Inaugurata a Pero una demo room che permette di toccare con mano un insieme di soluzioni hardware e software

A un anno dall’apertura della nuova sede di Pero (Milano), Lenel ha inaugurato una demo room interna dedicata a tutti i suoi clienti e partner. E lo ha fatto raccogliendone alcuni provenienti da tutta Europa per far toccare con mano le ultime versioni delle sue soluzioni dedicate alla sicurezza fisica. La divisione di United Technologies Corporation (UTC) di fatto si concentra su prodotti hardware e software che svariano dal controllo accessi all’antintrusione e allarmistica passando per la videosorveglianza e la gestione delle identità. “Riteniamo che sia importante avere una demo room che comprende la nostra gamma di offerta per dare un’idea chiara e pratica di quelle che sono le nostre proposte a cominciare dalla piattaforma OnGuard, in grado di gestire più sistemi a livello centrale e in modo coordinato”, ha spiegato Diana Lagori, Regional Sales Manager, Greater Italy di Lenel.


Integrato e completo
In breve la strategia di Lenel vede da un lato la proposta di soluzioni sviluppate internamente ma dall’altra la possibilità di accogliere nel sistema anche quanto offerto da terze parti. “In pratica – ha continuato Lagori – On Guard è una piattaforma che include e copre molteplici sistemi di sicurezza e opportunità di integrazione, frutto di una storia partita nel 1991 proprio con l’idea di sviluppare un software aperto e in grado di integrarsi con molti prodotti, di sicurezza ma non solo”. Non a caso la società è promotrice della Open Access Alliance Program, iniziativa aperta a tutti quei produttori interessati allo sviluppo di API che permettano l’interfaccia con On Guard andando a coinvolgere, ad esempio, anche strumenti di automazione degli edifici, e aggregare dati per guadagnare sempre più efficienza. “Di fatto - ha spiegato Lagori - forniamo quegli strumenti per garantire non solo una integrazione senza problemi ma anche l’aggiornamento parallelo ogni volta che le nostre soluzioni subiscono un upgrade”.
La demo room ospita quindi tutta una serie di sistemi e sottosistemi che vanno dai main controller, ai lettori di badge, moduli di input-output, controller di porta, passando per sensori antincendio e videocamere, nonché apparati di rete che contribuiscono a ricreare un ambiente pienamente funzionante e configurabile per scoprirne le potenzialità, e forniti da Lenel stessa così come dalla società ‘sorella’ UTC Fire & Security. Fronte video è possibile anche scoprire le caratteristiche di Prism, soluzione di video management basata su IP in grado di integrarsi direttamente con On Guard così come di funzionare anche in modalità stand-alone. “Il prodotto è fornito in diverse configurazioni, utilizzando il Lenel NVR per registrare quanto ripreso, e arrivando nella versione enterprise a gestire fino a 4000 telecamere. Ciascuna di esse può essere personalizzata nelle impostazioni mentre l’interfaccia utente mostra fino a 64 riquadri di ripresa oltre a una barra degli eventi che possono effettivamente scatenare un allarme. Il tutto gestito in base ai permessi per ciascun operatore”.
Il ‘sistema Lenel’ propone infine anche apparati che, ad esempio, consentono di lavorare su diversi sistemi di comunicazione che utilizzano cablaggio Ethernet, così come fibra e rame permettendo anche di affidarsi alle infrastrutture coassiali già presenti. “In questo caso si torna in sostanza alle origini della rete”, ha concluso Lagori.

 

TORNA INDIETRO >>