Eventi 2020
Applicazioni
 

14/12/2015

Share    

Legalinvoice Conservazione

Fatturazione elettronica di Infocert ancora più completa che consente di archiviare a norma di legge tutte le fatture elettroniche prodotte nel formato XML-PA

InfoCert, Certification Authority leader di mercato con più di cinque milioni e mezzo di certificati di Firma Digitale, un milione e cinquecentomila caselle di Posta Elettronica Certificata e circa seicento milioni di documenti conservati in modalità sostitutiva, annuncia che Legalinvoice, la soluzione per la Fatturazione Elettronica verso la PA che vanta già oltre trentacinquemila utenti, si arricchisce di una nuova e importante funzionalità: ‘Legalinvoice Conservazione’, che consente di archiviare a norma di legge tutte le fatture elettroniche prodotte nel formato XML-PA, anche se non elaborate con Legalinvoice.

Il nuovo servizio è già incluso in modo gratuito nelle versioni Standard e Professional di Legalinvoice. Aziende e professionisti potranno così conservare non solo le fatture gestite con Legalinvoice, ma anche tutte quelle inviate con altri sistemi e già firmate digitalmente, con relative notifiche ricevute dal sistema d’interscambio (SDI). “Investiamo costantemente nel miglioramento delle nostre soluzioni - spiega Pierpaolo Benintende, Direttore Marketing di InfoCert - perché siamo convinti che anche il prodotto più completo debba essere continuamente innovato per rispondere all’emergere di nuove esigenze, specialmente nel mercato della digitalizzazione dei processi di fatturazione, che è in continua evoluzione. Per questo abbiamo esteso l’offerta di Legalinvoice, realizzando un servizio dedicato alla sola conservazione digitale e con valore legale di tutte le fatture elettroniche prodotte secondo i criteri richiesti dal sistema d’interscambio: una necessità di semplificazione e praticità che abbiamo saputo intercettare e a cui abbiamo dato prontamente risposta”.

Legalinvoice Conservazione può anche essere acquistata come singolo servizio da chi ha solo la necessità di conservare, ma non gestire, le proprie fatture verso la PA, ad esempio perché le invia esclusivamente con altri sistemi o perché, pur essendo un ex fornitore del settore pubblico, deve comunque adempiere agli obblighi di conservazione a norma delle fatture.
 

 

TORNA INDIETRO >>