Mitel
Servizi
 

01/03/2013

Share    

Le priorità dei CIO italiani per il 2013: TNT Global Express

La parola a Paolo Ballabene, tra progetti, budget e innovazione

Cono oggi iniziamo un giro di opinioni tra i CIO italiani per sapere quelle che sono le loro priorità per quest’anno, tra progetti, budget e innovazione. La parola a Paolo Ballabene, IT director di TNT Global Express.

 

Gli analisti di diverse realtà concordano che il futuro dell’ICT si muove verso quattro ‘forze’ interconnesse tra loro: Cloud  Computing, Mobile, Social Networking e Big Data . Se concordate con questa visione, su quali di questi quattro temi, e con quali progetti, vi focalizzerete nel 2013? In caso contrario, quali sono invece le vostre priorità in relazione ai progetti ICT per il nuovo anno?

 

Questi temi sono quelli più di ‘moda’. Anche TNT continuerà il suo cammino verso il Cloud, completando la virtualizzazione degli ultimi server e passando così a un cloud ibrido. Non è previsto ad oggi il passaggio ad un Cloud pubblico. Anche alcune commodity sono già “as a service”. Il mobile è molto radicato in TNT, in quanto già gestiamo circa 3.000 drivers “on the road” per i servizi del nostro core business; essi sono tutti dotati di un palmare rugged per aiutarli nel loro lavoro quotidiano. Prevediamo di allargare le funzionalità di questa soluzione.

In ambito office mobility , guarderemo al telelavoro e alla sales force, testando ultrabook con funzionalità touch. In ambito social networking, siamo già presenti su Facebook e abbiamo intenzione di allargare la presenza allo sviluppo di customer tag avanzate. Inoltre entreremo anche su Twitter. Non prevedo invece sviluppi su Big Data a breve. Un’altra priorità per il 2013 è proseguire la strada del  ‘self service’. Dopo l’introduzione della chat sul sito, la possibilità di concordare la consegna, estenderemo ulteriormente le funzionalità self ai nostri clienti, anche in virtù dell’esplosione della e-commerce

 

Rispetto al 2012, come si è modificato il budget IT per il nuovo anno. Più in dettaglio quante di queste risorse verranno dedicate all’innovazione, ed è cambiato il mix tra innovazione/manutenzione?

 

Rispetto al 2012, il budget IT è incremento del 3% circa, tutto nella parte innovazione, arrivando così a dedicare 40% all’ innovazione. Sicuramente parte di questa innovazione sarà per nuovi prodotti a supporto del business, mentre l’ altra parte sarà dedicata al proof of concept di un nuovo sistema sul quale migrare in massimo 3 anni.

 

Ci può raccontare gli obiettivi e il modo in cui intende raggiungerli di uno o due dei progetti ICT principali che avete pianificato per il nuovo anno?

 

Self service: intendiamo rivedere completamente il portale dedicato ai nostri clienti che hanno un contratto, rivoluzionando la Customer Journey, rendendolo compatibile alla navigazione mobile, avvisi push su qualsiasi piattaforma in rete (Smart tv, tablet , sms, social network ) al fine di variegare l’offerta ai nostri clienti. Questo grazie a un progetto nato ad ottobre ed approvato dal Board della Corporate. Network ; completamento dell’introduzione del VOIP tra le nostre filiali, con innumerevoli vantaggi sia economici , che di collaboration. Il progetto è nato lo scorso settembre e verrà completamente terminato a marzo 2013.
 

 
TAG: Inchiesta

TORNA INDIETRO >>